sabato 20 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

La luna e i calanchi, festa della Paesologia

lalunaeicalanchiPiù spazio all’immaginazione e all’impensato: è questo il senso più profondo dell'edizione 2018 del  festival "La luna e i calanchi" che organizza lo scrittore, poeta e paesologo Franco Arminio.

Un festival, unico nel suo genere, dedicato  ai calanchi, le dorsali di roccia che solcano le colline di argilla bianca e costituiscono uno scenario incantato nella provincia di Matera.

Sarà Aliano in Lucania ad ospitare artisti, intellettuali, registi e poeti che dal 22 al 26 agosto animeranno “La luna e i calanchi" un festival che vuole raccogliere intorno a un paese e un luogo preciso il meglio delle tensioni civili e artistiche che si stanno sprigionando nel mediterraneo interiore, con particolare attenzione ovviamente a quello che accade in Lucania e nelle regioni vicine.

Il piccolo paese ( poco più di 1000 abitanti, situato nella parte centro-meridionale della Basilicata, racchiuso tra il torrente Sauro ed il fiume Agri) è stato raccontato da Carlo Levi come simbolo di un sud che costruisce nuove storie legate a un nuovo rapporto coi paesi e il paesaggio.

Il festival è una sorta di adozione collettiva di un paese e di un paesaggio nello spirito della paesologia. Una prima azione si chiamerà ‘Sette giorni ad Aliano’.

Sei artisti di fama e sei giovani artisti saranno ospitati per una settimana secondo uno schema che prevede un’ospite al mese.

Fotografi, scrittori, pittori, registi, musicisti verranno a lavorare ad Aliano e lasceranno la traccia del loro passaggio nel paese.

La seconda azione si svolgerà in due momenti diversi dell’anno e prevede interventi artistici, musicali, letterari, cinematografici, teatrali, uniti a interventi di carattere materiale sul paese e sul paesaggio.

La luna e i calanchi non è un festival in cui delle persone vengono a esibire la loro arte, nella logica del consumo culturale fine a se stesso.

Ad Aliano si viene per costruire una nuova comunità intellettuale che parli non solo alla Lucania e al Sud, ma all’Italia intera e all’Europa, una comunità che intreccia varie arti tra di loro e poi le intreccia al paesaggio e a chi lo abita.

E’ il tentativo di coniugare arte e ambiente in un connubio non asservito alle logiche del puro consumo culturale.

L’idea è che le persone del paese e gli artisti invitati e i visitatori del festival costituiscano una comunità provvisoria capace di infondere fiducia nella vita dei piccoli paesi”

Per il programma clicca qui

luna calanchi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
forioleggeForioLegge, il festival letterario...L'isola verde si prepara ad ospitare tre giorni di...
Maglia Napoli 2019 2Fermenti in casa NapoliIl calciomercato è entrato nel vivo in casa Napoli: il...
bellavistaIl Mistero di Bellavista e...Apprendendo della triste notizia della scomparsa di...
scarlatti in jazzScarlattinJazz al Maschio AngioinoLa Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Bruno Persico,...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500