mercoledì 17 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Amato Lamberti ricordato a San Giacomo in un Premio per le ricerche universitarie

lambertiAmato Lamberti, uomo politico, giornalista, ricercatore. Come ogni anno da sei edizioni il Premio Amato Lamberti è un’occasione per ricordare quest’uomo integro ed arguto analista della società e per continuare la sua memoria premiando le eccellenze universitarie, tesi magistrali e di dottorato che si sono distinte per tematica e trattamento. La premiazione si è tenuta martedì 25 giugno 2019, alle ore 11, 30, presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli.

Qui il racconto video

I vincitori della sesta edizione del Premio Nazionale ‘Amato Lamberti’ 2019 sono Elena Ciccarello, Martina Panzarasa ex aequo per la tesi in dottorato e Edoardo Zuffada, laurea magistrale. I riconoscimenti hanno voluto premiare lavori imperniati sui temi della criminalità organizzata, dei traffici criminali, della corruzione e delle economie globali.

La Ciccarello, dell’Università degli studi di Firenze e di Torino con la tesi in dottorato: “La costruzione sociale della mafia. Il caso della criminalità organizzata a Roma” in ex aequo con Panzarasa dell’Università degli studi di Milano e Torino con la tesi “Donne di Mafia e Carcere. Cultura, Esperienze e Pratiche in una Sezione di Alta Sicurezza”. Per la laurea magistrale, il riconoscimento è andato a Zuffada dell’Università di Milano con la tesi “Il reato di scambio elettorale politico mafioso (Art. 416-TER C.P.): tra novità e occasioni mancate”.

A fare gli onori di casa l’Assessore alla Cultura Nino Daniele, presto raggiunto dal Sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha tenuto a ricordare quanto servano oggi modelli positivi come quello di Amato Lamberti per ispirare le nuove generazioni. Accompagnati dalla presidentessa dell’associazione Amato Lamberti Roselena Gilelmo, commossa dal seguito della manifestazione. Erano presenti anche Francesco Pinto, direttore del centro di produzione Rai di Napoli, Amalia de Simone, giornalista e i procuratori Federico Cafiero de Raho e Aldo de Chiara accompagnati dal magistrato e politico europeo Franco Roberti.

Al Premio giunto alla sua Sesta edizione ha contribuito come sempre l’Associazione ‘Museo del Vero e del Falso’ che ha finanziato la borsa di studio offerta dall’Associazione ‘Amato Lamberti’. La collaborazione tra le due Associazioni rafforza l’impegno nel contrasto l’illegalità, diffondere la cultura della legalità e far prendere sempre più corpo a quella coscienza sociale che la comunità deve avere e che deve essere stimolata e sviluppata con progetti rivolti al pubblico, accessibili a tutti e fruibili da tutte le tipologie di cittadino.

Quest’anno tra i finanziatori del premio si è aggiunta anche la ‘SVAS Biosana’ di Fedele Perillo, un gruppo di Somma Vesuviana specializzato nella distribuzione e ricerca di dispositivi medici che ha consentito così l’erogazione di una terza borsa di studio.

Oltre a questa premiazione destinata al mondo accademico, in onore dell’uomo politico e ricercatore, in autunno, come ogni anno, si terrà sabato 21 settembre 2019 la sesta    edizione del premio Lamberti per la responsabilità sociale organizzato da Gesco Consorzio di cooperative sociali – cooperativa sociale. L’obiettivo del Premio è promuovere, attraverso esempi concreti, la Responsabilità Sociale sia come strumento di partecipazione e di cittadinanza attiva sia come modello alternavo a quello individualistico delle relazioni umane nel mondo globalizzato di oggi. Il Premio Lamberti per la responsabilità sociale  ha cadenza annuale, è promosso a Napoli e in Campania, e rappresenta il primo del genere nel Mezzogiorno d’Italia. Il Premio si rivolge a persone che si siano distinte per il coraggio, la tenacia, lo spirito di sacrificio, la solidarietà e l’eticità del comportamento. Si rivolge anche a imprese che sostengono progetti  a favore della sicurezza sui luoghi di lavoro; progetti sociali e progetti a favore della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
estate valenziEstate a Napoli, la mostra che...“Qualsiasi discussione sulla cultura a Napoli, sulla sua...
Premio Napoli 2019Premio Napoli c’è, la premiazioneEdizione straordinaria per il Premio Napoli c’è 2019,...
fontanelleCovMusica alle Fontanelle, un viaggio...L’associazione Mousike e Nomea Srl presentano ‘Musica...
IlPopolodel bosco fotoPinoMiragliaI luoghi delle fiabeFino al 27 luglio, tutti i giorni, escluso sabato e...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500