lunedì 23 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Dalla Croce di Malta alla Croce di Talpa. Le “cavaliere” vestali che salveranno il mondo

omnicVanno molto di moda le “cavaliere” vestali della croce di Talpa, un gruppo di guerriere vestali senza macchia e senza paura che ha come obiettivo prioritario di salvare il mondo.

Le piaghe da sanare sono molte, si inizia da quelle d’Egitto, che ancora affliggono le genti, a quelle di Donna Prassede che è ancora affaccendata negli affanni del circondario, poi si passa al vicino di pianerottolo che è affetto da isteria vagante e non lo sa, si salva l’amica dall’uomo che non sa amare candidandosi di persona a sostituire l’uno e l’altra per puro spirito di sacrificio, si salvano i figli ormai adulti che mettono password ovunque per continuare a farsi i fattacci propri, si salva la lavastoviglie dal complotto dei piatti, si salva il bucato dall’insurrezione del detersivo.

L’eco della buona samaritana imperversa, si salvano le donne dalle vampate e dai disturbi della menopausa, si salvano i mariti dall’eiaculazione precoce. È tutta un’apoteosi di salvezze.

Un tempo la vita era tutta un quiz ora è tutta un complotto. E meno male che c’è lei, la guerriera vestale, in cerca di qualcosa da fare…

La guerriera vestale ha sempre una ricetta pronta, è uscita da poco da Facebook, dal gruppo chiuso del Sacro Graal e ora il suo programma è raccogliere fake news su Internet. Tutte le notizie di quart’ordine e le bufale sono pane per i suoi denti. Ogni tesi complottistica fa parte della sua riforma: la terra è quadrata, qualcuno ci spia, stanno per farci fuori, il Decimo Pianeta sta per attraversare la galassia e ciliegina sulla torta arriveranno prima o poi gli alieni.

Quindi lei è sempre preparata, vive con la tuta galattica per predisporsi agli incontri multidimensionali, aspetta il golpe di Stato, fa esercizi ogni mattina per dilatare i pori dei Chackra e mette in lavatrice l’Aura con l’ammorbidente per rinvigorirne i colori casomai si sbiadisse con l’uso.

Si è istruita a lungo, no non con un libro, uno qualunque, proprio no… con i telefilm fantasy di Netflix, che lei pensa siano telecronache in diretta, reportage di qualcosa che in qualche parte del globo sta accadendo e nessuno lo sa.

La seguace missionaria della Croce di Talpa capita di incontrarla ovunque, in cielo, in terra e in ogni luogo, per strada, al supermercato, in fila per il bancomat, vestita con il cilicio digitale chiamato smartphone, rivolta a scendere in campo come un nuovo Berlusca. Lei che è stata investita dalle Altissime sfere, per salvare usa di tutto: dalla sagra del kitsch fritto misto dove si mescolano amabilmente new age, psicologismi, patate, zucchine e carciofi, ai rimedi per la cellulite, al cristallo di luce e la “spada de fuoco”. Olio e sale quanto basta, e un pizzico di gossip per non rovinare la leggerezza del piatto. Gossip poi... amene chiacchiere a fin di bene, voci sentite di cose raccolte per caso, di confidenze fatte, che si rielaborano, si trasformano e poi si diffondono non sia mai restavano troppo private e non coadiuvavano all’umana salvezza.

Così si salvano tutti, donne, bambini, gli anziani, la nonna e persino chi sta bene e delle seguaci della Croce di Talpa non sa che farsene.

Si salva il mondo così per diporto, come il nonno usa l’Omnic per la prostata così ci si dedica agli affanni altrui per dimenticarsi un po’ dell’acido ialuronico che non ha funzionato, dei saldi finiti e di quanto è scialba la propria mutanda.

Quando si incontrano le crocerossine talpe parlare poco, molto poco, ogni informazione che darete infatti sarà usata contro di voi al momento opportuno, poi inondare l’aria con consapevolezza di due gocce di Chanel numero 5. E un antiparassitario.

L'Autore
Chiara Tortorelli
Author: Chiara Tortorelli
Scrittrice, editor e copywriter, vive a Napoli dove inventa nuovi cultural life style: come presentare libri in maniera creativa e divergente, come scrivere i libri che ti piacciono davvero al di là del marketing, come migliorare la creatività e il benessere personale con metodologie a metà strada tra stregoneria e pensiero laterale. Perché è sempre possibile (e lei ci crede) continuare a pensare con la propria testa.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
iodicie la lunaLA LUNA: un viaggio nella memoria...Debutta, nel suggestivo spazio di Palazzo Fondi, martedì...
San SeverUn viaggio nella scienza a Cappella...Il Museo Cappella Sansevero rinnova anche quest’anno la...
cover“Ricomincio da me”: riparte il...La salute passa anche attraverso il prendersi cura di...
nffNapoli Fim Festival, parte la...A due maestri del cinema italiano, Pupi Avati e Gianni...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500