lunedì 6 LUGLIO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Le Belve che vivono in ognuno di noi

belveLe belve sono quasi sempre identificate con personaggi efferati, bestie feroci, che poco hanno di umano. “In realtà, in situazioni particolari e quando prevale una spinta istintiva, ognuno di noi può diventare una belva, tirare fuori quei demoni che albergano in lui, magari senza che se ne accorga, riflesso di un istinto felino ancestrale.

Il male assoluto può nascondersi nelle pieghe della banalità, la cronaca ce lo racconta ogni giorno”. Così Manlio Castagna spiega il senso del titolo del libro “Le Belve” (edito da Piemme) scritto a quattro mani insieme al pluripremiato Guido Sgardoli e già destinato a diventare un grande successo. 

Il libro in cui si incrociano storie maledette

Una sonnolenta provincia italiana. Tre banditi senza un piano. Ventuno ostaggi senza scampo. Ventiquattro ore di orrore puro. Ci sono luoghi che diventano malvagi perché malvagie sono state le persone che ci hanno vissuto. Questa è la storia di Lince, Poiana e Rospo, tre criminali dilettanti che fuggono da una rapina andata male; di una classe di liceali di Ferrara sequestrati durante una gita in un ex ospedale abbandonato; dell’ex sanatorio Boeri, che nasconde strati di storie maledette, sepolte nei suoi muri fatiscenti e nelle sue viscere oscure; di una ragazza con un potere extrasensoriale che le permette di percepire il Male; di un paese di provincia, Tresigallo, sospeso in una terra nebbiosa e silenziosa, e dei fatti occulti che brulicano sotto la sua superficie all'apparenza pacifica; di animali e di uomini che certi fantasmi della mente e la ferocia dei loro aguzzini trasformano in belve.

belve guido sgardoli

Da romanzo a film horror è un attimo

Il romanzo horror, pensato per un pubblico più giovane (lettura consigliabile dai 12 anni) ma adatto a tutte le fasce d’età, parla di una malvagità intrinseca in alcuni luoghi che i protagonisti attraversano e da cui vengono in qualche modo contagiati. “Un’aura malvagia che si respira e viene percepita da chi passa di lì, un po’ come avveniva nella letteratura legata alle case maledette - spiega il multitasking (scrittore, regista, comunicatore) Castagna – e fa i conti con le nostre paure”. “Del resto – prosegue - il genere horror, dalla letteratura al cinema, è tra i preferiti dai ragazzi proprio per la sua capacità di creare una tensione che aiuta ad affrontare i propri demoni, come ho modo di verificare quando mi capita di girare per le scuole”.

Una storia che sembra già scritta per il cinema, anche per la tecnica narrativa utilizzata da Sgardoli e Castagna: non a caso “Le Belve” diventerà presto un film. “In autunno cominceremo la sceneggiatura e dovremmo andare sul set, se tutto va bene e non ci sono sorprese legate a questa emergenza sanitaria, nell’arco del 2021”, annuncia Manlio Castagna. D’altro canto, come Guido Sgardoli ha già scritto per cinema e tv, anche per Castagna non è la prima esperienza. La saga che porta la sua firma, “Petrademone”, diventata in breve tempo un cult nel genere della letteratura per ragazzi, sarà a breve una serie tv sceneggiata da Ivan Cotroneo e prodotta dalla IndigoFilm.

belve manlio castagna

Manlio Castagna

Nato a Salerno nel 1974, esordisce alla regia nel 1997 con il pluripremiato corto "Indice di frequenza", con Alessandro Haber. Da vent'anni collabora ad organizzare il Giffoni Film Festival e nel 2007 ne diventa vicedirettore artistico. È creative advisor per il Doha Film Institute in Qatar e critico cinematografico per Virgin Radio. È sceneggiatore e regista di videoclip, documentari, cortometraggi, episodi di webserie. Si occupa di fotografia, neurocomunicazione e semiologia degli audiovisivi. Dopo aver pubblicato saggi sul cinema e sui cani, con “Petrademone. Il libro delle Porte” (Mondadori) esordisce nella narrativa. La saga di Petrademone vive con altri due libri (Petrademone. La terra del non ritorno; Petrademone. Il destino dei due mondi), che ottengono un successo planetario (vengono tradotti in diverse lingue e venduti in tutto il mondo), facendo dell’autore un punto di riferimento per il fantasy italiano. 

Guido Sgardoli

Nato a San Donà di Piave (Ve) nel 1965, vive e lavora a Treviso. Laureato in Medicina Veterinaria, ha coltivato collateralmente agli studi la passione per il disegno, l'animazione e la scrittura. Dopo l'esordio nel 2004, ha firmato oltre cento titoli di narrativa dedicata al pubblico dei bambini, dei ragazzi e degli adolescenti con i più importanti editori italiani. I suoi libri sono tradotti in quindici paesi e opzionati da cinema e televisione. Nel corso della sua carriera ha collezionato numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Andersen (finalista e vincitore di diverse edizioni) e, più recentemente, il Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019.

Per maggiori informazioni visita il sito www.guidosgardoli.it

L'Autore
Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
cinemaWeekend di cinema all’ex base NatoSe siete in crisi d'astinenza da cinema o se solo volete...
bolivar tvIl teatro Bolivar in televisione Dopo il grande successo della prima messa in onda, il...
dottChirurgia estetica, i trend per la...L’estate si avvicina e gli italiani, sia uomini che...
san carloIl San Carlo riparte con la liricaIl Teatro di San Carlo riparte con il “Progetto Regione...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500