lunedì 10 AGOSTO 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

La ragazza sulla sdraio, un romanzo introspettivo

La ragazza sulla sdraioÈ dedicato agli “amanti dei romanzi introspettivi”, il libro “La ragazza sulla sdraio” del chirurgo napoletano Massimo De Siena (Grauss editore, 15 euro).

Il libro

Un lavoro ambientato nella Napoli degli anni ’80, quando nel cuore di un grande e problematico quartiere sorge un nuovo ospedale, affollato in tutte le ore del giorno e della notte. Marco è un giovane medico specialista in chirurgia, che si dedica anima e corpo alla sua professione, dotato di un invidiabile intuito investigativo. La sua vita prende una piega imprevista quando si trova coinvolto in una rete di personaggi molto diversi da lui, che sconvolgeranno la sua routine quotidiana, mettendolo di fronte ad una realtà che prima gli era sconosciuta. Il suo fiuto per il mistero lo porterà a collaborare ad una indagine che rischia di coinvolgere persone apparentemente insospettabili. Sullo sfondo della geometria fluida dei quartieri napoletani, dalle dinamiche spesso imprevedibili, Marco dovrà far fronte alle insidie che gli si porranno davanti, a volte inciampando, altre imboccando la strada giusta, facendo affidamento sulla sua incredibile tenacia.  

La ragazza sulla sdraio 1

L’autore

L’autore Massimo De Siena nasce a Napoli il 6 luglio 1951. Si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Napoli nel 1975, con una tesi in cardiochirurgia sperimentale, oggetto di pubblicazione su riviste nazionali e internazionali. La sua produzione scientifica comprende più di cento pubblicazioni su riviste italiane e straniere. Consegue tre specializzazioni in Chirurgia Generale, Toracica e Vascolare, interessandosi prevalentemente di chirurgia d’urgenza addominale e toracica, argomento quest’ultimo che costituisce l’oggetto di una delle sue tesi di specializzazione.

Presta servizio per più di vent’anni, dal 1978 al 2001, presso l’Ospedale “S. Giovanni Bosco” di Napoli. Come chirurgo d’urgenza è tra quelli che si trovano ad affrontare dal punto di vista medico le conseguenze della guerra di camorra degli anni ’70-’80, periodo nel quale nei pronto soccorso napoletani e regionali molto frequente era l’osservazione di gravi ferite da arma da fuoco. Nel 2001 si trasferisce presso il Presidio sanitario Intermedio di Barra-Ponticelli, nel quale dirigerà l’Unità Operativa di Day-Surgery dal 2006 al 2018. Sposato con Gabriella, ha due figli. Vive a Marano di Napoli.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
PreziosiAlessandro Preziosi porta in scena...Alessandro Preziosi rivela l’Antonio De Curtis privato,...
William Kentridge all'Arsenale di AmalfiUn grande protagonista del Contemporaneo per inaugurare...
baia di ieranto 46398 1Sere FAI, l'estate del Fondo AmbientaleUn ricco calendario di eventi e visite speciali per...
teschioSanta Luciella: storia d’arte e...4 amici al bar: vi ricordate dalle canzone di Gino Paoli?
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500