giovedì 27 GENNAIO 2022
blank
 
chi siamo 
contatti

Ad Est dell’immaginabile: le favole scritte dai ragazzi del Lilliput

coverIl risultato di un corso di scrittura creativa realizzato all’interno del Centro diurno Lilliput per le dipendenze, di cui, finalmente, dopo questi tempi difficili, si può dare traccia, riconoscimento, riscontro in un incontro pubblico.

È soprattutto questo il libro edito da Gesco “Ad est dell’immaginabile”, una vera e propria raccolta di favole scritte dai ragazzi della struttura con sede a Ponticelli, che verrà presentato venerdì 26 novembre alle 18, all’interno della Bottega delle Parole di San Giorgio a Cremano (viale Regina dei Gigli 6).

Alla presentazione interverranno Margherita Aurora, trainer del laboratorio di scrittura e operatrice della cooperativa Era; Anna Ascione, responsabile pubblica del Centro Lilliput; Giacomo Smarrazzo, presidente della cooperativa Era. A moderare l’incontro sarà Silvana Caruso, responsabile dell’UOSD strutture intermedie del Dipartimento Dipendenze.

interno

Margherita Aurora e Anna Ascione spiegano il progetto

“Giocare con le parole alleggerisce la pesantezza del quotidiano e insegna a trasformare i limiti in punti di forza. La scrittura incoraggia la conoscenza di sé, la consapevolezza dei propri talenti, lo sviluppo dell’immaginazione e del pensiero divergente”, spiega Margherita Aurora che ha condotto il laboratorio. E aggiunge: “Le favole hanno argomenti vari, sono sulla falsa riga delle favole classiche. Per conto mio, ho cercato di rispettare il più possibile il loro scritto, senza rimaneggiarlo. L'idea è stata di lasciar trasparire i loro messaggi nella maniera più neutra possibile”.

“Il laboratorio ha consentito di lavorare sulle dinamiche socio-affettive delle persone facilitandone l’integrazione e la comunicazione all’interno del gruppo. Questa attività ha permesso agli utenti di sperimentare un altro da sé, un ruolo diverso da quello strutturato nell’abituale contesto sociale ed istituzionale, ricercando alternative in termini di pensieri e azioni” sottolinea Anna Ascione.

interno 1

Il ricavato del libro sarà destinato a sostenere l’Orto Sociale Urbano di Ponticelli

Il ricavato delle vendite del testo andrà a sostenere le attività dell’Orto Sociale Urbano, un piccolo pezzo di verde metropolitano all’interno della villa comunale di Ponticelli affidato nel 2015 al Centro Lilliput che se ne prende cura insieme al Comitato Cittadino Orto Urbano Parco Fratelli De Filippo e alle centinaia di “ortolani” oramai coinvolti appieno nell’esperimento (riuscito) di recupero del verde urbano e cittadinanza attiva.

Il libro ha un costo singolo di 10 euro e sarà venduto insieme a un disinfettante per le mani a base di lavanda coltivata proprio all’interno dell’Orto di Ponticelli. 

Per informazioni e per prenotare la propria copia è possibile contattare direttamente Lilliput al numero 3543701256 chiedendo di Margherita Aurora (anche con whatsapp).

Centro diurno Lilliput: la struttura che accoglie chi ha problemi di dipendenza a Napoli Est

Lilliput è un Centro Diurno che accoglie persone che consumano sostanze e giocano d'azzardo. Il servizio è gestito da operatori del servizio pubblico (Ser.D. DSB 32 dell’Asl Napoli 1 Centro che fa riferimento al territorio della Municipalità Barra, San Giovanni, Ponticelli) e operatori del privato sociale (gruppo di imprese sociali Gesco - cooperativa sociale Era) secondo un modello integrato che, in questo settore, negli anni, ha dimostrato di funzionare.

Il Centro propone un percorso terapeutico personalizzato basato sui bisogni della persona. Il programma offre colloqui di accoglienza ed orientamento, consulenza medica, colloqui di sostegno psicologico (individuale, di coppia, familiare), gruppi terapeutici, laboratori formativi e di socializzazione. Realizza, inoltre, attività di prevenzione, promozione sociale, culturale e ambientale, interagendo con scuole e associazioni del territorio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
AperiArtRipartono gli AperiArt al Museo CAMUn museo che non tutti conoscono, una risorsa per il...
Tra Beethoven e Mendelssohn, in...È il grande clavicembalista e direttore Ottavio Dantone...
memoria e shoahMemoria e Shoah. Lettere dai lager...La memoria si preserva anche fermo posta. “Memoria e...
chi ha paura i Virginia Woolf foto di Brunella GiolivoChi ha paura di Virginia Woolf?Torna sul palco del Bellini “Chi ha paura di Virginia...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500