giovedì 21 GENNAIO 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Magari Domani Resto: un caleidoscopio di storie da leggere tutto d’un fiato

Magari domani restoLorenzo Marone, con il suo “Magari domani resto” (Febbraio 2017, 320 pp - Ed. Feltrinelli) regala ai lettori una visione del mondo ampia e contrapposta.

Un romanzo divertente, illuminante e profondamente vero: al centro la storia e la vita di Luce, praticante avvocato trentenne, incazzata fuori romantica dentro.

Personaggi perfettamente raccontanti che attraverso una scrittura fluida e ironica rivelano grandi verità.

Tante le storie che si affacciano sulle pagine di questo romanzo e si incrociano creando un vero e proprio presepe di esistenze dove tutti possono sentirsi rappresentati.

Si voltano le pagine e ti innervosisci, ti innamori o ti fermi semplicemente a pensare: qualche volta, poi, ti senti come il vecchio musicista che dopo tanti anni ancora sta male per un amore mai consumato o come Luce che si sente schiacciata da un lavoro che proprio non le piace e resta in bilico tra la voglia di scappare da Napoli magari con il giovane francese che fa l’artista di strada a Via Toledo o restare fino a sfidare i ricordi e l’infanzia comprandosi il vecchio basso ai Quartieri Spagnoli della nonna che l’ha cresciuta.

Ogni storia racconta del senso profondo della famiglia e di come sia labile il confine tra il bene e il male (il boss cafone e violento che nonostante tutto poi si rileverà un buon padre), dell’amore che resta comunque l’unico linguaggio universale.

Un libro da regalarsi e regalare a chiunque.

Fresco, ironico e napoletano: dal cane di Luce che si chiama Alleria (come una canzone di Pino Daniele) alle bellissime incursioni dialettali fino ai Quartieri Spagnoli che sono il palcoscenico perfetto per la rappresentazione della vita e delle sue contraddizioni.

Citazioni dal libro:

“La felicità è silenziosa, Luce, ricordalo. Se fai troppo casino, lei ti passa sulla testa e nemmeno la senti.” 

“Ognuno ha il suo passo, e quel passo va rispettato. Chi resta indietro non va né aiutato, né sospinto, solo atteso.” 

“Dannata mamma, che ha speso una vita a insegnarmi la buona educazione, la morale e l’importanza di avere una cultura, e s’è scurdata di spiegarmi che senza un po’ di sana autostimal’educazione e la cultura servono a poco.” 

“Non partite solo per fuggire, e non restate solo perché non avete il coraggio di prendere nuove strade. Siate sempre aperti ai cambiamenti, sceglite un obiettivo e puntatelo, però sappiate che se pò semp’ fallì, che ca nisciuno è perfetto. E non smettete mai di essere curiosi, pecché ’a curiosità è ’na forma ’e coraggio.” 

Descrizione del libro

Chiamarsi Luce non è affatto semplice, specie se di carattere non sei sempre solare. Peggio ancora se di cognome fai Di Notte, uno dei tanti scherzi di quello scombinato di tuo padre, scappato di casa senza un perché. Se poi abiti a Napoli nei Quartieri Spagnoli e ogni giorno andare al lavoro in Vespa è un terno al lotto, se sei un avvocato con laurea a pieni voti ma in ufficio ti affidano solo scartoffie e se hai un rottame di famiglia, ci sta che ogni tanto ti arraggi un po’. Capelli corti alla maschiaccio, jeans e anfibi, Luce è una giovane onesta e combattiva, rimasta bloccata in una realtà composta da una madre bigotta e infelice, da un fratello fuggito al Nord, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un lavoro insoddisfacente. Come conforto, solo le passeggiate con Alleria, il suo Cane Superiore, unico vero confidente, e le chiacchiere con l’anziano vicino don Vittorio, un musicista filosofo in sedia a rotelle.
Finché, un giorno, a Luce viene assegnata una causa per l’affidamento di un minore. All’improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare. La causa di affidamento nasconde molte ombre, ma è forse l’occasione per sciogliere nodi del passato e mettere ordine nella capatosta di Luce. Risolvendo un dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito l’impulso di prendere il volo, o magari restare, trovando la felicità nel suo piccolo pezzettino di mondo?
Dopo l’esordio folgorante con La tentazione di essere felici e La tristezza ha il sonno leggero, la nuova, straordinaria prova narrativa di Lorenzo Marone.Con una piccola, grande femmena del Sud che proprio non ci sta a farsi mettere i piedi in testa.

Dicono di "Magari Domani Resto"

“Lorenzo Marone si fa leggere con dolcezza e profondità. Tempo un paio di pagine e ti innamori. E ti riconosci.” Luciana Littizzetto

“Lorenzo Marone rinverdisce la distinzione tra narratore e scrittore. In lui il naturale piacere di raccontare signoreggia.” Tuttolibri – La Stampa

Note sull’autore

Lorenzo Marone (Napoli, 1974), laureato in Giurisprudenza, ha esercitato per quasi dieci anni la professione di avvocato. Autore di successo, ha pubblicato La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015; Premio Stresa 2015, Premio Scrivere per amore 2015, Premio Caffè Corretto - Città di Cave 2016, 15 edizioni in Italia, 15 traduzioni all’estero e un film, La tenerezza, con regia di Gianni Amelio), La tristezza ha il sonno leggero (Longanesi, 2016; Premio Città di Como 2016), Magari domani resto (Feltrinelli, 2017; 7 edizioni, Premio Selezione Bancarella 2017) e Un ragazzo normale(Feltrinelli, 2018). Collabora con “La Repubblica di Napoli” con una rubrica fissa dal titolo “Granelli”. Vive a Napoli con la moglie, il figlio e la bassotta Greta.

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
ProcidaPass artecard 365 in promozione per...Non si ferma l’attività dell’ente regionale per...
traininpinkCarlotta Gagna. Con Traininpink vi...Il “Body Positivity” – il movimento che promuove un...
fermariello copiaMade in Cloister riapre con (H)EAR e...Ha riaperto le porte oggi 20 gennaio Made in Cloister...
publick speakingIl potere delle paroleQuesto momento di pausa collettiva di tante attività in...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500