sabato 20 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Il Ritorno, il capolavoro di Hisham Matar come bussola per capire la Libia

HishamCoverQuesta notte l’aeroporto di Tripoli è stato bombardato da un drone del colonnello Khalifa Haftar, un militare presente da sempre nella vita politico-militare libica, prima come cadetto di Gheddafi e poi come suo feroce oppositore e collaboratore della Cia. Il premier Fayez Al Serraj, capo del governo ufficiale, continua a detenere il potere da Tripoli, unico vero interesse politico- economico del paese dato che in quella città si trova l’unico ente ufficialmente autorizzato alla vendita di petrolio.

La Libia, un enorme distesa pianeggiante strabordante di grezzo sembra non riuscire a trovare un equilibrio. Difficilissimo per noi occidentali riuscire a capire a pieno l’intricato ordine di equilibri che, dopo la caduta del Raiz, si sono susseguiti nel Paese. Hisham Matar, uno scrittore libico cresciuto tra occidente ed oriente ed erede di una famiglia di dissidenti politici, ha scritto un libro molto utile per chi vuole provare a capire le alleanze fatte e sfatte, le corruzioni e cambiamenti di questo paese martoriato dai conflitti: Il ritorno, Padri e figli e la terra fra di loro”. Questo libro raccontando il viaggio di ritorno in Libia dello scrittore alla ricerca del padre scomparso da più di due decenni, racconta anche 100 anni di storia della Libia, il nonno di Hisham aveva combattuto contro l’occupazione italiana).

La Libia oggi, caos e incertezza

Da fine aprile 2019 la Libia brancola nel caos, la milizia del colonnello Haftar, l’Esercito di Liberazione della Libia, e fa guerra aperta al governo del Premier Fayez Al Serraj, capo di governo ufficiale che del sostegno delle Nazioni Unite. E nel frattempo la Libia subisce l’ennesima guerra, la pace sembra più un miraggio desertico che una prospettiva probabile. Le milizie armate vagano liberamente per le strade. Manca spesso l’elettricità e quasi tutte le attività economiche sono sospese. I proventi del petrolio, la principale fonte di ricchezza del paese, sono diminuiti di almeno il 90 per cento. L’ultimo anno ha visto la popolazione morire o scappare verso la Tunisia. Ma il polverone della Libia affonda le sue origini in conflitti vecchi, equilibri che si ripetono.

hisham1

Il ritorno di Matar e tre generazioni di dissidenti negli ultimi 100 anni in Libia

 Il racconto porta il lettore in un viaggio di Telemaco dove Hisham torna in Libia dopo la caduta del regime di Muammar Gheddafi per cercare il padre Jaballa Matar, ex delegato delle Nazioni Unite per la Libia e fervente oppositore di Gheddafi, rapito nel 1990 al Cairo dai servizi segreti egiziani al Cairo. Per anni la famiglia ha pensato Jaballa morto nella terribile prigione di Abu Salim, quando nel 2001 i media internazionali svelarono che Gheddafi ordinò nel 1996 una esecuzione di massa dei prigionieri di Abu Salim. Una carneficina di otto ore dove persero la vita più di 1200 persone.  Le speranze dello scrittore si riaccendono poi quando nel 2010 dei documenti, precedentemente secretati, che attestava di un trasferimento di Jaballa Matar in un’altra prigione, poi il nulla. Il viaggio passa per incontri con tutti i prigionieri politici sopravvissuti ad Abu Salim, tar i quali anche molti suoi familiari e fantasmi del passato che spiegano le carneficine del presente, come il racconto sulla battaglia di suo nonno all’occupazione fascista o ancora le relazioni poco chiare tra Francia e governo libico.  Il 16 gennaio 2010, su iniziativa della sezione inglese del Pen Club, venne pubblicato sul Times un appello sottoscritto da 270 scrittori, tra cui Salman Rushdie, Kazuo Ishiguro, J. M. Coetzee, Orhan Pamuk, Ian McEwan, Kiran Desai e Zadie Smith, nel quale si sollecitava il Ministro degli Esteri britannico, David Miliband, a richiedere al governo libico il ripristino dei diritti umani e informazioni precise sulla sorte di Jaballa Matar e di altri prigionieri politici. 

Il Ritorno. Padri, figli e la terra fra di loro, di Hisham Matar Eidaudi ETScrittori, 2018. 12 euro 237p

L'Autore
Eva de Prosperis
Author: Eva de Prosperis
giornalista e scrittrice, ha lavorato come reporter dai Balcani e da Parigi

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
forioleggeForioLegge, il festival letterario...L'isola verde si prepara ad ospitare tre giorni di...
Maglia Napoli 2019 2Fermenti in casa NapoliIl calciomercato è entrato nel vivo in casa Napoli: il...
bellavistaIl Mistero di Bellavista e...Apprendendo della triste notizia della scomparsa di...
scarlatti in jazzScarlattinJazz al Maschio AngioinoLa Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Bruno Persico,...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500