martedì 20 OTTOBRE 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Buon compleanno John Lennon, il ricordo di Michelangelo Iossa

Il 9 ottobre del 1940 a Liverpool nasce John Winston Lennon.

Il beatle più rivoluzionario di tutti avrebbe compiuto oggi 80 anni.

Fu ucciso a New York nella notte dell'8 dicembre 1980 da Mark David mentre rientrava a casa con Yoko Ono, l’amore della sua vita.

Gli sparò un fan, un ammiratore a cui quella stessa mattina aveva autografato una copia del suo ultimo album "Double Fantasy".

La verità è che artisti con John Lennon non muoiono, riescono a restare nelle parole, nella testa, nei cambiamenti del mondo.

Riescono nella loro vita a cambiare le cose, a regalare all'umanità opere che non hanno tempo.

John Lennon non è solo Beatles, non è solo Imagine.

John Lennon è il rock, la rivoluzione. E' politica, è cambiamento.

Parliamo di lui con Michelangelo Iossa, uno dei più autorevoli biografi italiani dei Beatles, sui quali ha scritto sei libri, uno dedicato proprio a John Lennon.

Il libro, edito da Infinito, si chiama "Gli ultimi giorni di Lennon" ed è uscito qualche anno fa ,in occasione dei venticinque anni dalla scomparsa e a sessantacinque anni dalla nascita del mitico John.

A Michelangelo prima di tutto chiediamo come spiegare John Lennon ad un ragazzino "Spiegare John Lennon ad un ragazzo giovane è davvero complicato" comincia Iossa e continua "Nel 2005 Don Scardino, regista e produttore americano, fece un musical sulla vita di Lennon. Lui scelse per la parte di John Lennon 12 attori diversi. Fu impossibile poter affidare ad una sola persona il ruolo del ex Beatles. Il musical in realtà fu un flop ma questo ci fa capire quanto è difficile poter descrivere Lennon. I suoi 18 anni di carriera equivalgono a 4-5 carriere di un collega. E' stato un uomo dalla mille trasformazioni. Ha suonato e fondato i Beatles, la band di maggior successo di tutti i tempi, il fenomeno musicale del Novecento con due miliardi di copie vendute. Ma John Lennon non è solo Beatles. E' uno dei più grandi comunicatori del '900, un performer straordinario, un attivista dei diritti civili, ideatore di messaggi positivi diventati simbolo di rivoluzione. Imagine e Give Peace a Chance, due suoi brani, sono diventati dei veri slogan scelti poi dalle Nazioni Unite per importanti campagne di comunicazione sociale. Lennon è stato la prima rock star a parlare di temi delicati. Sdogana la vecchia immagine del rocker a cui si facevano domande stupide e comicia nelle sue interviste a parlare di politica, di guerra. Si fa portavoce di messaggi profondi tanto da essere spiato dall'FBI. Su di lui c'è un dossier di 400 pagine, 20 delle quli ancora segrete: questo per far capire il grandisimo significato sociale e politico della sua opera artistica. Fu ucciso proprio quando era in preda a diarrea creativa, come egli stesso la definisce".

Quando si parla di John Lennon si parla di uno degli uomini più influenti del Novecento che a partire dai suoi anni Sessanta è riuscito a cambiare il modo di vivere la musica nel mondo.

Ma quali sono le 5 canzoni che meglio ce lo raccontano? Michelangelo non ha dubbi:

"Help, il primo grido di dolore del rock. Una ballata energetica che parla però di depressione.

Strawberry Fields Forever, brano dedicato al suo posto del cuore a Liverpool.

Imagine, la canzone del millenio, la più famosa di sempre che molti vorrebbero diventasse l'inno mondiale.

Give Peace a Chance, scritta nel 69. Solo chitarra, voce e due accordi è la canzone più piccola ma più grande di John.

Beautuful Boy, dedicato a Sean il suo secondo figlio, si tratta di una ninna nanna che rivela l'animo di papà di Lennon".

L'eredità artistica di John Lennon è davvero importate, le tracce delle sue opere sono ovunque: "Impossibile decretare un erede di Lennon. Lui è in Patty Smith, in Lenny Kravits, nei R.E.M. Ha contaminato la musica, è alquanto irrreale poter scegliere una persona che possa assomigliargli" ci risponde Michelangelo a proposito delle tracce di "lennonismo" nella musica di oggi e continua:"Forse l'unico testo che può somigliare un po' ai brani di Lennon è Occidentali's Karma. La famosa canzone di Gabbani vincitrice di Sanremo 2017 riesce ad unire il basso e l'alto, il web e la new age. Testualmente è molto simile alla Come Togheter di Lennon. La scimmia nuda che viene citata nel testo è in realta un libro di Desmond Morris, uno dei più famosi etologi e zoologi al mondo, che accostò il pezzo del cantante ligure  proprio a Lennon" conclude Michelangelo.

Ottanta anni fa nasceva un uomo destinato a cambiare le regole, che immaginava un mondo diverso.

Un mondo che ha ancora bisogno della sua musica.

Buon Compelanno John

Immagine cover di Nico Lioce

Michelangelo Iossa

Giornalista, scrittore e docente universitario, Michelangelo Iossa collabora – da quasi trent’anni – con alcune delle più prestigiose testate italiane: è contributor delle pagine culturali del Corriere del Mezzogiorno, storico ‘dorso’ del Corriere della Sera, e di alcune trasmissioni televisive della fascia notturna di Rai Uno (Settenote, Testimoni & Protagonisti – XX secolo, Speciale Sanremo, Mille e un Libro).

Iossa è uno dei più autorevoli biografi italiani dei Beatles, fenomeno musicale a cui ha dedicato ben 6 volumi pubblicati tra il 2003 e il 2016 nonché numerosi reportage, eventi culturali e special radiofonici.

Nel 2004 ha ricevuto il Premio per l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il suo volume "The Beatles" e, nel corso degli anni, ha intervistato e incontrato alcuni dei protagonisti della grande epopea beatlesiana: Paul McCartney, Yoko Ono, Pete Best, Sean Lennon, il manager Allan Williams, Julia Baird Lennon...

Dal 1999 collabora con l’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli ed è docente presso il Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria e di Scienze della Comunicazione: dal 2019 è responsabile per le attività di branding e comunicazione della ‘Torre della Comunicazione’, all’interno della quale sorge il Master in Cinema e Televisione dello stesso Ateneo universitario.ù

 

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
ARTE FIXFix presenta il suo alter ego FixcrystalStefania Ciccarella, il cui nome d'arte è Fix, presenta...
La donna degli alberi, esce il nuovo...Siete pronti a scoprire la legge del Monte?
squallor copiaUn documentario sugli Squallor,...Il documentario “Gli Squallor” di Michele Rossi e Carla...
LituraLITURA: secondo studio sulla...Oltre 40 artisti simbolo della scena italiana...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500