sabato 23 SETTEMBRE 2017
blank
 
chi siamo 
contatti

Musica

Viva la danza

violinistaSedersi su di una poltrona con le ali! Questa la sensazione che si è provata, venerdì 24 febbraio 2017 al teatro Diana di Napoli nel corso della manifestazione di musica classica dedicata alla danza.

Un concerto di violini, viole e violoncelli straordinario, che per grazia, bravura e dedizione dei musicisti, ha trasportato il pubblico attento verso mondi lontani. E così, in men che non si dica, le poltrone rosse del Teatro Diana hanno messo le ali e hanno partecipato alla danza virtuosa che ha visto come protagonisti autori famosissimi come Ottorino Respighi  con le “Antiche danze ed arie per liuto”, derivata da brani rinascimentali;  e trasportato in luoghi legati alla nostra giovinezza con la “Milonga per violoncello e archi”, “Oblivion per violino e archi” e “Libertango” tutti brani di Astor Piazzolla.

Un  viaggio bellissimo che ha fatto vivere agli spettatori la sensazione del viaggio lungo tutta l’Europa con Nikos Skalkottas e le  sue “Danze greche”, e quelle di Mikis Theodorakis con la celeberrima “Danza di Zorba” nata per la coreografia di Lorca Massine. Concludendo il percorso con le ”Danze popolari rumene” di Bela Bartòk.

“Viva la Danza!” ha ripercorso balli tipici del folclore greco, rumeno, ungherese e del tango argentino.I musicisti appartengono all’Orchestra dell’Accademia di Santa Sofia promossa dall’Ancem, l’Associazione Napoli Capitale Europea della Musica. Il concerto è dedicato all’associazione “Un Cuore per Amico” attiva nel promuovere prevenzione e cura  cardiologica. “Abbiamo scelto il tema della musica composta per la danza – afferma il maestro Zigante, presidente dell’Associazione Napoli Capitale Europea della Musica, che prosegue - allo scopo di fornire una chiara chiave di lettura al pubblico.

I movimenti del corpo e la gestualità costituiscono elemento primario della comunicazione al pari della musica che li anima».

L'Autore
Silvana Aricò
Author: Silvana Aricò
Amante dello sport e del giornalismo presto ho deciso di trasformare la passione in lavoro frequentando la scuola di giornalismo Luiss di Roma e attivando poi collaborazioni con diverse testate. Dopo la laurea in Archeologia, ho affiancato all’attività giornalistica quella di insegnante: quattro anni di scuola media, e tanti concorsi affrontati, in cui ho imparato quasi tutto quello che c’è da sapere sull’insegnamento. Riuscire a spiegare qualcosa ad un dodicenne è la sfida più grande che ci possa essere e io cerco di portare le giovani menti a capire che la vita ha sempre il miglior copyright.

Articoli correlati

Tete a tete con l'architet(to)

La rubrica è dedicata a chi è in cerca di consigli e suggerimenti su come arredare casa, ristrutturarla, ma anche a coloro che hanno bisogno di indicazioni su come risolvere piccoli grandi problemi domestici, come la manutenzione degli impianti, le autorizzazioni da chiedere, i tecnici specializzati a cui rivolgersi, i negozi e i mercati dove trovare prodotti unici.
fa3 2015 banner
output 9SRciO
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
lo faccio io
il poggio

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
purgatorio arcoAperture straordinarie al Purgatorio...Al via la 34esima edizione delle Giornate Europee del...
napoli golfo 4Un weekend settembrino scoppiettante!Un weekend nel segno dell’arte e della cultura quello...
giornate europee del patrimonioLe Giornate Europee del PatrimonioSabato 23 e domenica 24 settembre per le Giornate...
pizzerie italia 2018Pizza a colpo sicuroSiete dei “pizzomani”? Allora sapete che c’è pizza e...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
amicar 500
mamacoca