giovedì 15 APRILE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Psicosi da contagio, crollano i ricoveri per malattie cardiovascolari e neurologiche

primo piano CROLLO RICOVERILa paura di contrarre il Covid-19 ha cambiato drasticamente la nostra vita ma ha inciso anche pesantemente sulla percezione della salute delle persone, tenendole lontane dagli ospedali, che sia per una visita di controllo, un check up di prevenzione o per cose ben più gravi. In tanti, infatti, nonostante i sintomi e anche in situazione di emergenza, hanno rinunciato a farsi assistere per la psicosi del contagio: in particolare, si è riscontrata una netta riduzione di ricoveri per malattie cardiache e patologie del sistema nervoso.

Questi i numeri: la mortalità per infarto è triplicata, c’è stato un crollo del 60% dei ricoveri per malattie cardiovascolari in media a livello nazionale (ma la Campania rispecchia lo stesso trend) e anche i numeri relativi ai ricoveri e assistenza per malattie del sistema nervoso fanno riflettere. È l’allarme lanciato dai medici dell’Azienda ospedaliera universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli che sottolineano: “Bisogna ripartire e recuperare subito, anche considerando che il numero delle persone infette sta diminuendo, e di molto, in tutta la regione”. 

Le malattie cardiovascolari: crollo del 60%

Durante il picco massimo del coronavirus, si è registrato un decremento dei ricoveri, anche per emergenza, per malattie cardiovascolare. Come spiega il professore Paolo Golino (direttore Cardiologia e Utic Aou Vanvitelli): “In media sono diminuiti del 60% in tutta Italia ma la Campania non fa eccezione. Si tratta di un dato molto preoccupante, perché il mancato attenzionamento dei pazienti ha comportato un aumento di tre volte della mortalità per malattie cardiovascolari rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”. Un rischio che poteva essere scongiurato con i ricoveri. “Mi sento di dire che siamo ormai nella fase due – sottolinea il dottore del Policlinico universitario – e la situazione sta nettamente migliorando in Campania. Il numero di infetti sta diminuendo rapidamente, dunque se ci sono sintomi di una malattia o di infarto, il paziente deve venire d’urgenza in ospedale”.

Le patologie del sistema nervoso: rischio per i pazienti acuti

Non molto diversa la situazione per quanto riguarda le malattie del sistema nervoso: anche in questo caso si è registrata una riduzione drastica del numero dei ricoveri. Ne parla il professore Gioacchino Tedeschi (direttore Clinica Neurologica Aou Vanvitelli, presidente Società Neurologi Italiana): “ La riduzione ha riguardato ugualmente le patologie tempo dipendenti e croniche, ma si sono ridotte anche le attività ambulatoriali. Bisogna ripartire subito ma se per i pazienti cronici risulta più facile, è più difficile recuperare per i pazienti acuti, ad esempio per chi ha avuto un ictus”. Il professore sottolinea anche che: “Si dovrà pensare a un riaggiustamento da questo momento in poi, tendendo conto in particolare di quella fetta dell’assistenza neurologica di solito penalizzata per la netta divisione tra patologie acute, di competenza dell’ospedale, e croniche, di competenza del territorio. In realtà, esistono pazienti cronici complessi, che né solo l’ospedale né solo il territorio può prendere in carico, speriamo di riuscire a identificare una risposta più competente e adeguata per loro”.

Ma abbiamo imparato anche qualcosa di nuovo da questa emergenza, dal Policlinico universitario di Napoli: “I medici possono soddisfare una parte di richieste di assistenza anche in video consulto, una lezione che ci servirà per il futuro”.

L'Autore
Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
libro per amicoUn libro per amico, consegna...Verranno donati agli ammalati, ancora più soli in questi...
Come cambia la culturaDialoghi sul futuro. Come cambia la...“Dialoghi sul futuro -Come cambia la cultura: i musei e...
The Real Housewives di Napoli, in...Dopo una sorprendente prima stagione arrivano le nuove...
Di PietrantonioAdotta uno scrittore arriva in CampaniaSaranno Diego De Silva e Tiziana Triana ad aprire in...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500