giovedì 15 APRILE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Microcredito: il progetto del Rotary Cub Napoli per sostenere i piccoli imprenditori

MicrocreditoUn progetto di microcredito destinato alle cosiddette imprese invisibili, quelle cioè che per la loro scarsa dimensione o per la giovane età oppure per il ristretto volume di affari che le caratterizza, non hanno le credenziali per accedere alle misure già previste dai decreti Cura Italia e Rilancio del Governo per le piccole e medie imprese.

Ce ne parla Dino Falconio, notaio, giornalista e scrittore, già presidente nonché socio fondatore del Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo, che in questo momento è capofila per la costituzione di un fondo rotativo di garanzia di 100 mila euro da destinare al microcredito, con i partner finanziari scelti dall’Ente nazionale per il microcredito presieduto dall’ex ministro Mario Baccini. 

In cosa consiste esattamente il progetto?

“Il progetto di microcredito è stato pensato per dare supporto a quegli operatori economici che non hanno standard tali da poter essere ammessi facilmente al credito bancario, quindi, hanno bisogno di una garanzia: è qui che entra in gioco il fondo perché presta garanzia in loro favore. In questo modo, viene in aiuto concedendo fiducia alle imprese che vengono così reputate “affidabili”, non sulla base della loro bancabilità e delle consistenze patrimoniali ma sulla base di altre caratteristiche” spiega il notaio ed ex presidente del Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo.

La normativa Covid ha esteso il microcredito dal tetto massimo di 25mila a quello di 35mila, aumentabile di altri 10mila euro per speciali esigenze. In questo modo, le imprese potranno avere un massimo di 45mila euro ciascuna. “Accanto al microcredito imprenditoriale, c’è un’altra forma di microcredito, detto sociale, che consente di erogare fino a 10mila euro sempre a soggetti che non sono in grado di prestare garanzie ma valutati per le loro caratteristiche come affidabili, senza presentare i documenti necessari alle istruttorie bancarie”. Questa altra forma di microcredito consentirà di erogare somme finalizzate non all’investimento ma al consumo, ad esempio, per l’acquisto di beni di primaria necessità, medicinali, spese mediche: “Si tratta di un’altra forma di sostegno che sta dalla parte dei più disagiati e svantaggiati” commenta Dino Falconio. 

Il ruolo del Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo

Il Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo, presieduto dall’uscente Renato Silvestre, che tra non molto passerà il testimone a Vincenzo Barretta, gestirà il progetto con la consulenza proprio del notaio Falconio e del docente di Economia dell’Università Vanvitelli Mario Mustilli.

Sempre al Rotary, ma in stretta collaborazione con l’Ente nazionale per il microcredito, spetterà il compito di selezionare i soggetti meritevoli di questa forma di prestito e di seguirli sia, in una prima fase, attraverso forme di tutoraggio per supportarli nell’investimento e nell’impiego di queste somme; poi, successivamente, nella fase di monitoraggio, attraverso rilevazioni periodiche per verificare il buon andamento della procedura e dell’utilizzo del prestito. “Accanto al tutoraggio e al monitoraggio, ci sarà anche un piano di educazione finanziaria dedicato specificamente a questi piccoli imprenditori che così potranno crescere anche attraverso lo sviluppo delle loro attività sul piano finanziario” conclude Dino Falconio.

L'Autore
Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
libro per amicoUn libro per amico, consegna...Verranno donati agli ammalati, ancora più soli in questi...
Come cambia la culturaDialoghi sul futuro. Come cambia la...“Dialoghi sul futuro -Come cambia la cultura: i musei e...
The Real Housewives di Napoli, in...Dopo una sorprendente prima stagione arrivano le nuove...
Di PietrantonioAdotta uno scrittore arriva in CampaniaSaranno Diego De Silva e Tiziana Triana ad aprire in...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500