sabato 5 DICEMBRE 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

La forza delle donne: raccontare il femminicidio ai giovani

La forza delle donneUn libro che si rivolge a tutti, donne e uomini, adulti e adolescenti, perché quello della violenza di genere è un problema comune rispetto al quale è necessario un dialogo intergenerazionale.

Questa una delle chiavi di volta del nuovo romanzo della giornalista Adriana Pannitteri dal titolo “La forza delle donne” (Giulio Perrone), da oggi 12 novembre in libreria, a pochi giorni dalla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Con la struttura narrativa di un romanzo, “La forza delle donne”, come il precedente “Cronaca di un delitto annunciato”, è liberamente ispirato a una storia vera: l’efferato femminicidio di Giordana di Stefano, uccisa a Catania nel 2015 per mano dell’ex compagno a soli 20 anni con una figlioletta di 4, che l’autrice chiama Giulietta.

L’espediente della mediazione per parlare ai più giovani

Il libro parte da questo tragico evento per diventare però altro: il racconto del rapporto particolare tra Maria Grazia, un’adolescente siciliana che sogna di fare la giornalista e la scrittrice, e Veronica, madre di Giulietta – la figlia che è le stata tragicamente sottratta – ma anche nonna della piccola nipotina a cui deve ora fare da mamma. Un’amicizia singolare tra una ragazza piena di curiosità e di interrogativi sulla vita e una donna adulta spezzata dalla sofferenza ma estremamente coraggiosa. Solo la forza e la determinazione consentono a Veronica di affrontare la perdita di sua figlia e di assumersi le responsabilità di nonna e di mamma allo stesso tempo. Deve infatti accudire la nipotina di soli 4 anni accompagnandola nel dolore ma anche nella speranza di poter lottare per un futuro nel quale le donne possano essere libere di scegliere senza subire violenze.

Un libro che fotografa l’età di mezzo

“Maria Grazia – spiega l’autrice – è il mio alter ego adolescente, una ragazza che vuole capire di più del mondo e fa a questa signora che incontra una serie di domande sulla vita e sulla morte, sulla violenza ma anche sulla malattia mentale e sui rapporti uomo-donna”. Grazie a questo personaggio di “mediazione”, infatti, Adriana Panniteri, che di femminicidio si è occupata anche come giornalista e va da anni in giro per le scuole a parlare ai ragazzi di questi temi, intende parlare ai più giovani, “il pubblico più importante perché rappresenta il futuro, quello a cui puntare per un vero cambiamento di mentalità”, ai quali cerca di avvicinarsi con un racconto per certi versi più morbido rispetto a “Cronaca di un delitto annunciato”.

La forza delle donne 1

Andare oltre gli stereotipi e rimettere al centro il dialogo uomo-donna

“Purtroppo esistono ancora stereotipi ben radicati nel racconto della violenza sulle donne, anche in quello fatto dai media”, nota la giornalista del Tg1. Che aggiunge: “Sento ancora qualcuno che dice che certe cose accadono perché la donna vuole troppe libertà o viene uccisa perché ha lasciato il compagno come se ci fosse una tragica consequenzialità in questo. Nei media, sento ancora raccontare che ‘avevano litigato e lui è stato preso da un raptus’, bisogna fare attenzione ad utilizzare i termini giusti. Una coltellata non è un raptus, anche nel linguaggio bisogna fare uno sforzo”. “Mi saprei aspettata un cambiamento più sostanziale – prosegue la scrittrice – soprattutto dopo l’introduzione del Codice Rosso, approvato per tutelare le vittime di reati. C’è ancora tanto da fare sul tema del femminicidio: è necessario un cambio di rotta culturale ed emotivo, che parta dal basso e rimetta al centro il dialogo tra donne e uomini, altrimenti la violenza resta un problema solo femminile”. 

Violenza tra le mura domestiche e Covid

“Non sappiamo con precisione quanto il lockdown abbia inciso sulla violenza e quanti soprusi, percosse, episodi di violenza fisica e psicologica, siano stati consumati tra le mura domestiche, quel che è certo è che sono diminuite le denunce. Stando ai dati emersi dal rapporto della Commissione inchiesta femminicidio presieduta da Valeria Valente, a fine anno dovremmo avere più o meno lo stesso numero di casi che si aggira intorno ai 130 e 140 femminicidi l’anno”. 

L’autrice 

Adriana Pannitteri è giornalista e lavora al tg1 Rai per il quale ha seguito come inviata i casi più scottanti di cronaca. Ha pubblicato tra gli altri i saggi: Madri assassine, diario da Castiglione delle Stiviere (Gaffi 2006), La vita senza limiti con Beppino Englaro (Rizzoli 2009 e successivamente edizione Bur ; a questo libro è liberamente ispirato il film di Marco Bellocchio “Bella addormentata”) e il romanzo Cronaca di un delitto annunciato sulla problematica del femminicidio (L’asino d’oro 2017). Attualmente lavora al tg1, conduce le edizioni del mattino ed è incardinata come vicecaporedattrice nella redazione coordinamento che cura la messa in onda dei telegiornali. Porta tematiche sociali come il femminicidio tra i banchi di scuola e collabora attivamente con l’Associazione di psichiatri NETFORPP.

L'Autore
Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Sgrappa Maurizio Cattelan whiteSgrappa. Con Cattelan per un...Dissacrante, spregiudicato e godereccio: parliamo...
zampognariA Napoli tornano gli zampognariSarà pure un Natale strano questo ma mica possiamo fare...
coverAi nastri di partenza il Laceno...È il regista Antonio Capuano il presidente di giuria...
old books 436498 960 720Cinquecento manoscritti antichi...Il progetto Manuscripts of Girolamini in Cloud (MAGIC)...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500