domenica 21 LUGLIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

I Monumenti della Musica

I Monumenti della Musica 1Si è conclusa con il concerto I Monumenti della Musica la prima parte della stagione concertistica triennale 2016/2018 promossa dall’Ancem al Teatro Diana di Napoli. Il concerto è stato dedicato all’Ordine dei Giornalisti della Campania e aperto da un saluto del presidente Ottavio Lucarelli.

I solisti dell’Orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia si sono impegnati in un programma che ha esplorato momenti fondamentali della storia della musica. La serata si è aperta con J.S. Bach: l’Arte della Fuga in re minore della quale è stata eseguita una tra le più celebri composizioni della raccolta compresa nel Terzo Concerto Brandeburghese BWV 1048 in sol maggiore. Un autentico monumento musicale dove l’elemento caratterizzante è la parità di importanza tra gli strumenti, quindi non più episodi solistici alternati a momenti d’insieme ma blocchi orchestrali che hanno annullano le differenze. Quest’opera è assolutamente originale: composta da non più tre ma due movimenti, il secondo dei quali diviso in due parti come le arcaiche “sonate da Chiesa”.

I Monumenti della Musica 3

Un altro momento prezioso è stata l’esecuzione della seconda delle 12 sinfonie giovanili di Mendelssohn, composte quando l’Autore aveva all’incirca 14 anni, già ricche di una fantasia fresca e vivace, capace ancora oggi di affascinare l’ascoltatore. La sua originalità creativa è oggi rivalutata e Mendelssohn è tra i compositori più popolari del periodo romantico.

Il programma ha chiuso la serata con il concerto per viola e orchestra in sol maggiore di Georg Philipp Telemann, musicista tedesco contemporaneo ed amico di J.S. Bach. Al violista Francesco Solombrino è stata affidata l’esecuzione di questo lavoro, considerato uno dei più importanti per la viola solista.

L’arrivederci dell’ Ancem è ad ottobre con Le Quattro stagioni di Antonio Vivaldi di cui gli artisti ci hanno dato un piccolo sublime assaggio e proseguirà nella presentazione dei “concerti brandeburghesi” così come completerà il ciclo delle sinfonie giovanili di Mendelssohn.

La stagione concertistica riprenderà, sempre al Teatro Diana, nel prossimo ottobre e proseguirà fino a maggio 2018, conservando le caratteristiche programmatiche che hanno caratterizzato la stagione in corso.

I Monumenti della Musica 2

«L’Orchestra da Camera Stabile Accademia di Santa Sofia, fortemente voluta dall’Ancem – spiega il Maestro Filippo Zigante - è formata da strumentisti giovani e talentuosi, ciascuno dei quali può essere chiamato a sostenere un ruolo da solista.  Il delicato lavoro di concertazione è stato affidato al primo violino di spalla, Marco Serino, che ha svolto quindi l’antica ma sempre attuale funzione di “konzertmeister”,  riportando così il gruppo cameristico nel solco della tradizione storica che vedeva tali formazioni agire senza direttore».

«Punto di forza del complesso – prosegue Zigante - sono state le altre prime parti, il primo violoncello Gianluca Giganti, la prima viola Francesco Solombrino, il primo dei secondi violini Paolo Castellani ed il contrabbassista Gianluigi Pennino. Ma tutti i componenti il complesso sono, a nostro avviso, meritevoli di encomio, sia per l’alta professionalità dimostrata che per l’impegno profuso al fine di realizzare una stagione che è risultata ricca di impegni prestigiosi».

Ciascuno dei concerti presentati ha avuto ad oggetto una tematica precisa, in modo da fornire all’ascoltatore una panoramica, il più possibile ampia, del linguaggio musicale, delle sue forme dei suoi stili. L’Ancem intende proseguire su questa strada anche nei prossimi anni, affrontando tematiche di particolare interesse, quali la grande scuola veneziana, messa anche a confronto con quella napoletana, e il ‘900, secolo ricco di esperienze con tratti comuni tra scuole diverse ma anche con differenze rilevanti. Sarà anche affrontato il tema della nascita del virtuosismo strumentale, che tanto ha dato alla storia della musica. «Un programma certo ambizioso – conclude il Maestro Zigante - ma confidiamo anche e soprattutto nel sostegno del pubblico che, ci auguriamo, vorrà ancora seguirci in questa impresa. Per Shakespeare l’amore per la musica coincideva con la bontà d’animo. Far musica eleva dunque lo spirito verso mete più alte. Anche noi vogliamo dare il nostro contributo, sia pur piccolo, all’elevazione spirituale della nostra comunità.

«Siamo particolarmente soddisfatti della prima fase del nostro programma triennale – dichiara il presidente onorario Dino Falconio - La qualità della musica offerta alla città merita un crescente successo di pubblico, che ci auguriamo si incrementi alla ripresa dopo la pausa estiva».

L'Autore
Silvana Aricò
Author: Silvana Aricò
Amante dello sport e del giornalismo presto ho deciso di trasformare la passione in lavoro frequentando la scuola di giornalismo Luiss di Roma e attivando poi collaborazioni con diverse testate. Dopo la laurea in Archeologia, ho affiancato all’attività giornalistica quella di insegnante: quattro anni di scuola media, e tanti concorsi affrontati, in cui ho imparato quasi tutto quello che c’è da sapere sull’insegnamento. Riuscire a spiegare qualcosa ad un dodicenne è la sfida più grande che ci possa essere e io cerco di portare le giovani menti a capire che la vita ha sempre il miglior copyright.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
forioleggeForioLegge, il festival letterario...L'isola verde si prepara ad ospitare tre giorni di...
Maglia Napoli 2019 2Fermenti in casa NapoliIl calciomercato è entrato nel vivo in casa Napoli: il...
bellavistaIl Mistero di Bellavista e...Apprendendo della triste notizia della scomparsa di...
scarlatti in jazzScarlattinJazz al Maschio AngioinoLa Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Bruno Persico,...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500