domenica 22 OTTOBRE 2017
blank
 
chi siamo 
contatti

Società

Spinaci Boundelle contro Friarielli fritti: chi vincerà?

spinaci

Finalmente svelato il mistero dei muscoli di Braccio di Ferro: erano spinaci Bonduelle.

Un’intera famiglia di Milano lo scorso 30 settembre è finita dritta al Pronto Soccorso in stato confusionale.

Si, proprio così.

 

Un uomo di 60 anni, una donna di 55 e i figli di 18 e 16 anni sono arrivati al Fatebenefratelli in uno stato di confusione mentale e amnesia, a vari livelli di gravità.

E non arrivavano da uno dei festini supercool di Via Montenapoleone e nemmeno da un rave di musica tecno di Gallarate.

Arrivavano dopo una cena a base di spinaci surgelati o, per essere precisi, a base di Spinaci Millefoglie Bonduelle (come si legge dal comunicato stampa ufficiale dell’azienda )

Capite, uno si mangia un tristissimo piatto di spinaci e finisce in ospedale, che Bob Marley in confronto è una suora carmelitana.

Gli effetti allucinogeni pare (gli accertamenti sono ancora in corso, sempre da come si legge dal comunicato stampa) siano dovuti alla presenza negli spinaci della mandragora, una pianta cui sono legati miti e superstizioni e alla quale sono riconosciute proprietà narcotiche, analgesiche e afrodisiache, spesso ritenuta magica (sembra che anche nella saga di Harry Potter ci sia lo spacciatore di mandragora).

Detto questo, tutti stanno bene e sono stati dimessi, ma io mi sento in dovere di avvisare la famiglia intossicata (o ’ntussecata, come si dice a Brescia alta) che lasciassero stare gli spinaci surgelati, perché a Napoli ci stanno i friarielli che fritti con il peperoncino, altro che allucinazioni da mandragora.

E se ci aggiungi la salsiccia e il “cuzzutiello” di pane cafone, l’estasi è assicurata.

Quindi lasciate stare spinaci, congelatori e pronti soccorso, venite a Napoli e mangiate i Friarielli che, in fatto di effetti allucinogeni, non sono secondi a nessuno.

Scusa Bonduelle, ma qualcuno doveva dirlo.

Giovanni Salzano

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Classe 1981, avevo una laurea in Economia in tasca. Ora in tasca ho un cellulare, un tablet e tre caricabatteria. Una passione insana per la nutella, gli hashtag e la scrittura social.

Articoli correlati

Tete a tete con l'architet(to)

La rubrica è dedicata a chi è in cerca di consigli e suggerimenti su come arredare casa, ristrutturarla, ma anche a coloro che hanno bisogno di indicazioni su come risolvere piccoli grandi problemi domestici, come la manutenzione degli impianti, le autorizzazioni da chiedere, i tecnici specializzati a cui rivolgersi, i negozi e i mercati dove trovare prodotti unici.
fa3 2015 banner
agendo 2018 banner 2
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
lo faccio io
il poggio

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Callejon goalIl Napolista che sfida la squadra...«Siamo noi sempre solo noi quelli che, quelli che non...
marketMarkett: grande successo per il...La night life partenopea si impreziosisce grazie a...
Martin Rua nel Museo Cappella SanseveroCappella Sansevero: un percorso...La Cappella Sansevero è uno dei monumenti più suggestivi...
il w 2 1Le 10 cose da non perdere a Napoli...Selezionati per voi, 10 eventi, tra concerti,...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
amicar 500
mamacoca