venerdì 24 MAGGIO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Mai più ascelle assassine: lo dice la scienza

ascelleTra i drammi dell’estate (oltre le repliche in televisione, la prova costume e i servizi di Studio Aperto sull’afa in Italia) c’è l’ascella tossica.

Si contano milioni di vittime innocenti ogni anno sui mezzi pubblici, un esercito di poveri pendolari braccati da quel nauseabondo odore di genovese che ogni estate fa strage di innocenti.

Ma ora abbiamo il nome del responsabile e grazie a uno studio pubblicato sulla rivista ELife sappiamo contro chi inveire: si chiama Staphylococcus hominis, e vive allegramente insieme ad altri microorganismi sotto le nostre ascelle.

In pratica i ricercatori dell’università di York hanno scoperto il processo per cui le molecole inodore, prodotte nelle nostre ascelle col sudore, vengono trasformate in sostanze chimiche dall'aroma decisamente più aspro e pungente, spesso poco piacevoli da sentire (fonte ansa.it).

In altre parole hanno scoperto l’origine dell’ascella assassina.

Si apre così la strada a una nuova generazione di deodoranti più efficaci perché come dice Gavin Thomas, coordinatore dello studio (e da oggi Santo Subito):  "Molti deodoranti oggi agiscono un po' come una bomba nucleare sotto le ascelle, inibendo o uccidendo gran parte dei batteri presenti per prevenire i cattivi odori”.

Praticamente i deodoranti in commercio uccidono tutti i batteri anche quelli bravi, quelli buoni che dovrebbero pigliare a paccheri quelli brutti e cattivi che provocano la scia chimica dell’ascella killer.

In attesa dei progressi della cosmesi internazionale, però, mi sento in dovere di ribadire la regola d’oro in tema di ascelle pezzate: il deodorante senza acqua e sapone non funziona.

Di fronte a certe notizie (che poi sarebbero di pubblica utilità) vi chiedo di non fare troppo gli intellettualoidi perché se c’è una cosa peggiore della puzza dell’ascella è la puzza sotto il naso.

E su quella non c’è deodorante che vi possa salvare.

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
ORIANA LIPPAÈ napoletana la cover di Calcutta:...Un cielo azzurro in mezzo ai palazzi, percussioni e poi...
Storia di un alberoStoria di un albero e di un bambino...Nell’ambito della 23° edizione di Fiabe di Primavera,...
Mathelda BalatresiMathelda Balatresi a Piazzetta NiloMathelda Balatresi torna alla Galleria Alfonso Artiaco...
FragolaFragole, deliziose alleate per una...Le fragole il rosso e deliziosamente profumato frutto...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500