martedì 13 NOVEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Vicinimiei: l’app perfetta pure per la signora Titina del quarto piano

antoSiamo diventati dei veri esperti di comunicazione multimediale: parliamo con 7 persone contemporaneamente su WhatsApp, condividiamo sui social foto, video e vacanze e con delle semplici faccine esprimiamo i nostri sentimenti in maniera veloce e immediata.

In questo guazzabuglio di wi fi e fibre ottiche ci siamo scordati del vicinato e pure del quartiere.

Ci siamo dimenticati di scambiare quattro chiacchere con la Signora Titina del quarto piano, il detersivo lo compriamo on line e nell’ascensore si sta con la testa dentro il cellullare (ma proprio dentro!) senza intavolare quei magnifici discorsi sul meteo, su Berlusconi e sugli inciuci della figlia della signora del primo piano che ogni sera l’accompagna uno diverso.

Ma (forse) ho la soluzione: si chiama Vicinimiei.it e mette il quartiere e soprattutto i vicini (compresa la Signora Titina del quarto piano) in contatto.

Vicinimiei.it è un social network di quartiere, una piattaforma gratuita e disponibile su App, un sito internet che con qualche click mette in contatto gli abitanti della stessa zona.

Si possono fare un sacco di cose con questa app, tipo incontrarsi al bar sotto casa, organizzare mega partite a burraco e organizzarsi per una bella partitella a calcio.

Dopo aver ottenuto grande successo in Germania e Francia, vicinimiei.it arriva in Italia grazie alla professionalità e all’entusiasmo di due giovani: Giulia Buffa e Christian Vollmann che dallo scorso marzo 2018 (a Milano ci sono già 90 quartieri attivi) lavorano per “connettere” e poi far incontrare le persone dello stesso quartiere.

Vicinimiei favorisce la solidarietà tra vicini e lo sviluppo di quel senso di comunità che lo stress e la velocità del nostro tempo ogni tanto ci fanno mettere da parte.

E’ molto semplice, basta scaricare l’app e mettere l’indirizzo preciso: così si verrà geolocalizzati e “catapultati” nella comunità virtuale che però poi diventa “reale”.

Ma a Napoli, si sa, abbiamo un rapporto con i vicini assai particolare e allora ho chiamato Giulia Buffa, una delle fondatrici del progetto Vicinimiei, per capire se questa app possa funzionare nella nostra città e soprattutto se la Signora Titina risolverà in maniera “smart” i suoi problemi con il prezzemolo che finisce, con gli inciuci del palazzo e con suo figlio Mario che è andato a studiare “fuori paese” e non conosce ancora nessuno.

Schermata 2018 10 04 alle 16.31.20

E allora ho raccolto le sue richieste e le ho girate a Giulia, per capire come possano essere soddisfatte con la sua app:

1) Come può fare la Signora Titina per non perdere la sana abitudine di prendersi la tazzulella di caffè con le amiche del condominio?

Grazie alla funzione “gruppi” la signora può entrare facilmente in contatto con i vicini che condividono con lei la passione per il caffè in comitiva.

I gruppi possono essere aperti a tutti o chiusi.

Titina potrebbe anche lanciare un sondaggio di opinione del tipo “ A che ora ci vediamo per il caffè?” e valutare in tempo reale la fattività.

2)     “Signò lo tenete l’aglio?”

Con Vicinimiei non abbiate paura di aver finito prezzemolo, aglio o cose varie.

Con un semplice click si può lanciare una richiesta, un annuncio e tutto il palazzo o anche il quartiere (o i quartieri vicini) saprà della tua richiesta. Inoltre c’è un’area dedicata alle cose messe a disposizione dai vicini tipo scale, martelli e addirittura scambiarsi servizi. Annaffiare le piante del vicino quando va in vacanza, dare una mano a montare un mobile o trovare qualcuno che badi al gatto sono alcune delle richieste che si possono lanciare tramite l’applicazione.

3)     Il gossip di quartiere

Non si può assolutamente rinunciare al gossip di quartiere.

Allora la signora Titina potrà avere informazioni e pareri su babysitter, badanti, colf affidabili, consigliare un buon medico e sapere quale sia la migliore pizzeria o il locale più chic della zona.

(per gli “inciuci” in senso stretto c’è già Facebook)

4)     Il figlio della signora Maria si è appena trasferito al “Norde” per studiare. Come fa a conoscere i vicini?

Vicinimiei è uno strumento concepito proprio per facilitare i contatti e gli scambi tra vicini. Tutte le funzioni incoraggiano gli incontri nella vita reale e così il giovane potrebbe   scoprire gli eventi che animano il quartiere: aperitivi, concerti, attività sportive.

Tutti possono partecipare e organizzarne uno.

L’idea di utilizzare il duepuntozero come strumento concepito per i rapporti sociali tra vicini mi piace assai.

Non mi resta che scaricare l’app e creare un gruppo “Genitori che vorrebbero di nuovo i bambini per strada a giocare a pallone” e chiedere le adesioni ai miei vicini.

Perché se vogliamo migliorare il mondo, dobbiamo cominciare dai quartieri.

E pure dai bambini.

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Saa IchosTeatro e musica tutto l'anno per i...Sala Ichòs festeggia i suoi 20 anni di teatro con...
squalificatiSqualificati di Luciano MelchionnaNel Teatro Sannazaro va in scena, per la prima volta a...
cortileFuori dalla plastica, percorso da...Fuori dalla plastica, percorso da costruire e riscoperta...
oculista visita"Occhio ai bambini": prevenzione e..."Occhio ai bambini", a Napoli, al Vision Center di...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500