lunedì 24 GENNAIO 2022
blank
 
chi siamo 
contatti

Meglio zoccola che gatta morta

Meglio zoccola che gatta morta

La gatta morta è una specie pericolosissima di esemplare di donna e si insinua ovunque: sorrisino tattico, battito di ciglia “involontario” e sa sempre cosa dire (e soprattutto cosa non dire).

Chi non ne ha incontrata almeno una nella sua vita?

All’estremo opposto delle “mucie sorde” (mia madre così traduce le gattemorte) in termini quantomeno linguistici ci sono le “zoccole vive”.

Da una parte ,quindi, le gatte morte, dall’altra le zoccole vive.

Gli uomini, secondo un mio personalissimo sondaggio, dicono di odiare le gatte morte, ma poi basta uno scatto felino di una gatta morta che lasciano mogli, figli, lavoro, città, nazione, continente, mondo e galassia.

Il sondaggio, lanciato su Twitter, non lascia dubbi: l’86% degli uomini preferisce la “zoccola viva”.

Un po’ come quella storia degli uomini che preferiscono le bionde e poi si sposano le more.

In questo caso preferiscono le zoccole vive e poi finiscono vittime sacrificali delle gatte morte.

Secondo il dizionario Treccani la gattamòrta (o gatta mòrta) è una persona che, sotto un aspetto tranquillo e mansueto, nasconde tutt’altro carattere.

E la zoccola, invece?

Per rispondere a questa domanda ho “scomodato”  nientemeno Mauro Giancaspro, un intellettuale, uno scrittore di grande spessore culturale che  sulla zoccola ci ha scritto un vero e proprio trattato.

“Elogio della zoccola” (Edizioni Sabinae, anno 2018) è un viaggio nella storia linguistica della “zoccola”.

elogio della zoccolaUsato già anticamente a Napoli con il doppio significato di "topo di fogna" e di "prostituta", il termine zoccola proviene dal latino volgare sorcula  che deriva da sorex, soricis, sorcio appunto.

Da sorcula a zoccola è un attimo.

Anzi no, ci spiega Giancaspro, da sorcula a zoccola ci si arriva per “assimilazione parziale regressiva” (l’assimilazione è un fenomeno  fonetico di adeguamento al suono).

La zoccola, nel senso del termine, non esisteva nei dizionari storici ma è solo negli anni ‘80 che scavalca i confini del dialetto per arrivare alla comprensione nazionale.

Esattamente nel 1987 la parola zoccola viene inserita nel dizionario Garzanti.

Un percorso linguistico, quello della zoccola, molto simile a quello del pirla milanese che dai rispettivi dialetti sono, poi, diventati patrimonio comune della lingua italiana.

La zoccola è da sempre presente nella cultura napoletana: come dimenticare la bella canzone “Zoccole zoccole zoccole”  (tratta dal film Scugnizzi di Nanni Loy del 1989)  o il memorabile striscione dei tifosi napoletani che di fronte all’indubbio cattivo gusto dei Veronesi con il loro “Vesuvio lavali con il fuoco” se ne uscirono con uno strepitoso “Giulietta è nà zoccola” ( non so che vinse la partita all’epoca ma con questo striscione  sicuramente i tifosi napoletani stanno ancora vincendo!)

Zoccola è davvero una parola interessante – conclude Mauro Giancaspro – anche perché può avere diversi significati a seconda dei toni e delle espressioni con cui la si utilizza. Figlio di zoccola, per esempio, può addirittura essere un complimento.

Zoccola, quindi, è davvero una bella parola. Una parola che cambia, si evolve e si arricchisce ogni volta  di diverse sfumature.Fa ridere  ma a volte fa piangere.

Un po’ come la donna. Che è troppe cose insieme.

Troppe cose che nessuna parola può sintetizzare.

Nessuna classificazione: né gatta morta, né zoccola viva.

Semplicemente DONNA.

Una parola: donna.

Ed è il segreto della vita. 

Nella donna.


PS: Ogni riferimento a cose e persone è puramente casuale

N.B. Per chi fosse invece dalla parte delle gatte morte, consiglio il sempreverde e utilissimo blog www.gattamortaforever.wordpress.com

Foto SEBASTIANO MONIERI EDITORE

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Eventi
TeatroTeatroSerraRiparte il Teatro Serra: la nuova stagione inaugura con OssaLa cultura non si ferma, meno che mai il teatro e pur in un momento di difficoltà, il Teatro Serra (Via Diocleziano 316, Napoli adiacente all’Osservatorio Vesuviano) riapre al pubblico con una stagione teatrale improntata alla sperimentazione.  La stagione 2022  Quattro gli spettacoli del cartellone fino ad aprile. Si comincia il 28, 29 e 30 gennaio con “Ossa” lo spettacolo del...
CinemaHER 2Per dirsi mai, il nuovo singolo di HerEsce per Joseba Publishing il nuovo singolo di H.E.R., dal titolo "Per dirsi mai", contestualmente alla pubblicazione dell'EP "Macchina per canzoni" da cui è tratto. L'inedito – il primo di cinque brani, di cui tre remix e un altro inedito – sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali, insieme al videoclip diretto da Lorenzo Balducci, visibile su Youtube il 28 gennaio. "Per dirsi mai" è...

TeatroI soliti ignotiAl Teatro Diana debutta “I soliti...“I soliti ignoti” debutta al Teatro Diana mercoledì 26 gennaio e...
LibriPremio Strega 2022Al via il Premio Strega 2022Il Premio Strega riparte nel 2022 con le candidature proposte...
TeatroPLASTILINA Teresa Saponangelo Ivan Castiglione 01Plastilina di Marta Buchaca al...Dopo l’anteprima al Napoli Teatro Festival Italia 2020,  giovedì...
ArtecasamadreMimmo Paladino. Casamadre fa il...Torna sulla ribalta artistica partenopea – ma in realtà non l’ha...
MusicaSanremo 2022 omaggio a Pino DanieleSanremo 2022 e l’omaggio a Pino DanieleAl netto della “quota campana” (Massimo Ranieri, Giovanni Truppi,...
TeatronanasiNánási al San Carlo. La musica si...Salta, danza, poi si gira di scatto verso il primo violino e poi...
Libritea time 3240766 1280Concorso letterario per racconti,...Al via il concorso letterario “Racconti campani 2022” per...
Teatrothe spankA Napoli arriva The Spank di Hanif...È frutto di un lavoro di connessioni internazionali “The Spank”,...
napoliCittàSolidale
Primo pianopirozzi pietreLa Memoria dimenticata. Nico Pirozzi racconta l’Olocausto dei napoletaniNapoli vanta il titolo di prima città libera dal fascismo d’Italia: Su iniziativa popolare, durante le sue famose Quattro Giornate (27 -30 settembre 1943) si liberò...

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
TeatroSerraRiparte il Teatro Serra: la nuova...La cultura non si ferma, meno che mai il teatro e pur in...
HER 2Per dirsi mai, il nuovo singolo di HerEsce per Joseba Publishing il nuovo singolo di H.E.R.,...
Ero in guerra ma non lo sapevoArriva in sala “Ero in guerra ma non...Arriva nelle sale cinematografiche, anche in Campania,...
I soliti ignotiAl Teatro Diana debutta “I soliti...“I soliti ignoti” debutta al Teatro Diana mercoledì 26...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
Consumo criticovernici biologicheVernici biologiche ed ecologiche. Fanno davvero la differenza?Aria di primavera, aria di rinnovo casa! Anche quando si affronta la questione tinteggiatura è possibile fare una scelta green. Ed in tempi di emergenza climatica, si...
Benesserepostiglione gioielliNino Postiglione. Vi svelo l’antica arte della smaltatura a fuoco dei miei gioielliNel suo laboratorio Nino disegna e realizza desideri in oro e argento. Saldando, cesellando e smaltando porta nel futuro un lavoro che affonda le proprie radici nella...
Società‘O Zappatore e il Vomero: un legame tutto da scoprireMaurizio de Giovanni abita al Vomero, e ci tiene proprio assai. Paolo Sorrentino è nato al Vomero, anche se poi è emigrato. Al Vomero ci andavamo noi ex adolescenti...
ViaggiairfranceAir France dedica a Napoli una pagina della sua Guida onlineLa città di Napoli è sempre più amata dal popolo francese! I cugini d’oltralpe  non solo considerano la Costiera Amalfitana la più bella del mondo, ma si...
CucinacoverLa Locanda del Grifo: la cucina differentemente napoletanaÈ diventato il ristorante simbolo del centro storico di Napoli, affaccia sulla piazza dominata dalla basilica della Pietrasanta ed è frequentato da moltissimi...
La coccinella del cuoreCOCCINELLA I riti magici del Nuovo Anno Cover 1I riti magici del Nuovo AnnoIl nuovo anno è entrato e quando inizia un nuovo percorso ci si affida da sempre ai simboli, agli astri, a quei riti che ci permettono di guardare al futuro con...
#barsportCHN6412Per fare pace col palloneIo sono una fanatica delle olimpiadi. Ogni quattro anni trascorro un mese di beatitudine sportiva appassionandomi alle gesta di ginnaste statunitensi, sollevatori di...
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500