giovedì 16 SETTEMBRE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti
MusicakrugerArriva Kruger al lanificio borbonicoGiunge a Napoli Singolarità il nuovo album del romagnolo Lorenzo Kruger, uscito in questi giorni per Woodworm con la produzione di Taketo Gohara e distribuito da...
LibriTullio PirontiAddio all'editore Tullio PirontiLa cultura napoletana è in lutto per  la morte di Tullio Pironti. L'editore e libraio, che aveva 84 anni, si è spento ieri sera nella sua casa di via Toledo. Figlio...

Campagna, un piccolo miracolo di umanità

Ci sono delle storie che meritano di essere raccontate, che insegnano a guardare le cose sotto altri punti di vista, talvolta illuminanti.

Il 27 gennaio, il Giorno della Memoria, in tutto il mondo si commemorano le vittime dell’olocausto, lo sterminio di tanti ebrei ad opera dei nazisti.

Una pagina nera della storia della (dis)umanità che solo la memoria potrebbe provare a riscattare.

Ricordare significa attraversare il dolore per non sprecarlo perché un popolo senza memoria è un popolo destinato all’autodistruzione.

Ci sono due storie che si incrociano a pochi chilometri da noi e che sembrano accendere una piccola luce nel buio più nero della Shoah, un po’ di speranza dalla quale tutti noi dovremmo imparare ad attingere.

Siamo a Campagna, un piccolo paesino dell’entroterra salernitano arroccato sui monti Picentini.

Siamo in pieno fascismo e il regime dell’epoca necessitava di strutture che fossero idonee ad “internare” gli oppositori e i dissidenti.

I fascisti cercavano però dei posti lontani che non fossero vicini ai porti, a importanti strade, a linee ferroviarie, ad aeroporti o a fabbriche di armi.

In una sola parola: posti isolati.

E molto isolati erano i due ex conventi di Campagna che vennero “scelti” appunto come campo d’internamento (il più grande campo allestito in Italia in edifici preesistenti a partire dal 1940).

Quindi Benito Mussolini trasformò il convento degli Osservanti e quello dei Domenicani in luoghi di isolamento e di prigionia.

Nel 1939 cominciarono ad arrivare nel piccolo paesino i primi 30 “internati”, tutti segnalati come elementi pericolosi e allocati in strutture abitative  (il campo fu aperto il 16 giugno del 1940 e arrivò ad ospitare fino a 400 persone).

Ogni prigioniero aveva solo una brandina, qualche coperta, una bacinella e una bottiglia d’acqua.

Gli internati però potevano muoversi per il paese rispettando le zone consentite che erano delimitate da strisce di pittura o cartelli, dei veri e propri divieti di accesso dettati dalle leggi razziali dell’epoca che erano molto rigide.

Ed è qui che succede qualcosa di bello.

In quel paesino sperduto ottant’anni fa accade un piccolo miracolo di umanità.

Quella comunità piuttosto che avere paura dei prigionieri, li “accolse” tramutando quella prigionia in un vero e proprio processo di integrazione.

Grazie alla compiacenza della cittadinanza, gli internati riuscirono infatti a muoversi liberamente per le strade del piccolo paesino.

La gente del posto con la semplicità di chi ancora è scevro da luoghi comuni non ebbe paura del “diverso” dando vita ad un pezzo di storia ricco di umanità.

Una convivenza pacifica che portò, per esempio, molti medici ebrei a diventare punto di riferimento per le famiglie del posto o a romantiche storie d’amore tra “prigionieri” e le giovani del paese.

Tante le attività svolte: la presenza di un coro e di una piccola orchestra che organizzava concerti musicali, rappresentazioni teatrali e mostre di pittura, la possibilità di consultare migliaia di libri della biblioteca del seminario e di impartire lezioni di lingua straniera ai giovani del posto.

Un intero paese che ha combattuto (e ha vinto) senza armi contro i regime fascista.

È in questo storia che si colloca Giovanni Palatucci, soprannominato lo Schindler italiano (Oskar Schindler, protagonista della famosa pellicola, è stato l’imprenditore tedesco ricordato per aver salvato più di 1 000 ebrei).

Giovanni Palatucci era il nipote di Monsignor Giuseppe Maria Palatucci, il Vescovo di Campagna.

Era un vicecommissario che fu assegnato all’ufficio stranieri della Questura di Fiume (oggi cittadina croata ma all’epoca italiana).

Sapete cosa fa questo giovane poliziotto meridionale in servizio al confine?

Invece che fare il suo lavoro, rischia la propria vita per salvare da morte sicura moltissimi ebrei, fornendo permessi speciali, attuando azioni di depistaggio e favorendo la fuga all’estero.

Praticamente disobbedisce e fa gli imbrogli, rallenta le procedure per  salvare la vita di tanti ebrei.

Il giovane commissario, attraverso una fitta rete di aiuti e con il supporto dello zio, riesce a salvare migliaia di profughi dai campi di concentramento duri, conducendoli fino al Convento di San Bartolomeo, proprio a Campagna, lontano quindi dai luoghi dello sterminio.

Palatucci viene “scoperto” e poi deportato nel campo di sterminio di Dachau con numero di matricola 117826, compiendo il suo olocausto a soli 36 anni.

A testimonianza di queste due storie a Campagna c’è un posto che merita di essere visitato perché “allenare” la Memoria è un esercizio civico dal quale non possiamo sottrarci.

Il museo regionale della memoria e della pace “Giovanni Palatucci” , unico museo della memoria in Campania, è stato istituito nel 2008 per raccontare “una storia diversa” riconducibile a temi di grande attualità, come: la Shoah, il dialogo interreligioso, la tolleranza, la pace e la fratellanza tra i popoli.

Il museo si trova nel convento domenicano di San Bartolomeo e oggi, nella mostra permanente allestita all’interno dell’edificio, è possibile ripercorrere la vita di Giovanni Palatucci e di un’epoca drammatica sottoposta alle disposizioni del governo fascista che individuavano campi di internamento.

Un luogo di grandi suggestioni emotive che va scoperto e riscoperto perché - come dice Liliana Segre - “La Memoria è l’unico vaccino contro l’indifferenza”.

Informazioni sul Museo

Itinerario della memoria e della pace – Centro studi “Giovanni Palatucci”.

Via San Bartolomeo - Campagna (Salerno)

Aperto dal lunedì al  venerdì  dalle ore 9 alle ore 12.30

Sabato dalle ore 10 alle ore 12 (è preferibile la prenotazione)

Domenica  (su prenotazione)

Tel. e fax: 0828 46 044   cell. 338 2458618

Sito web: http://www.museomemoriapalatucci.it/contatti/

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Eventi
MusicaVeronica Simioli’Ncroce, il singolo di Veronica SimioliÈ disponibile ufficialmente su YouTube il videoclip di ‘Ncroce, il singolo di Veronica Simioli che segna il debutto da solista della cantautrice napoletana. Pubblicato già il 20 agosto sulle piattaforme digitali, ora il micro-film del brano ambientato fra cave minerali e maneggi, in una dimensione parallela di abbracci e isolamento, racconta la condizione di coraggio e resistenza di una donna...
MusicaYoung Symphony, a Pomigliano d'Arco va di scena la musica classicaInizia venerdì 17 settembre, alle ore 20, presso il Cortile dell’Orologio di Pomigliano D’Arco (centro storico), la rassegna “Young Symphonia” (all’interno di Pomigliano Estate 2021), piccolo salotto musicale dove incontrarsi nella bellezza della musica classica & dintorni, organizzato dall’associazione Luna di Seta. Adriana Cardinale e Francesco Marziani daranno il via ai sei appuntamenti con...

IncontriEoss ArchitetturaArkeda Open House 2021:...Arkeda Open House, ovvero l’anteprima del Salone Arkeda, è in...
ArtenajmArte diffusa a Napoli con il...Dal 24 al 26 settembre Fondazione Morra, Fondazione Plart - Hotel...
MusicaMatematicaMatematica, il nuovo singolo dei SennaSi chiama “Matematica” il nuovo singolo dei Senna. Vincitori della...
LibriScambiaLibroDoni un libro, ne porti via un altroFar circolare libri come storie tra le persone. Questo l’obiettivo...
CinemabraibantiIl Caso Braibanti. Il documentario...Prosegue in tour Campano de “Il caso Braibanti”, Il documentario...
Artegli ozi di ercoleGli Ozi di Ercole. Il Parco...Il Parco Archeologico di Ercolano al centro di una rassegna: il...
TeatrodecameronIl Decameron secondo Pasolini. A...Otto novelle in due percorsi distinti, nel tentativo di riscoprire...
LibricoverMaria Carmela Polisi ambasciatrice...La libraria napoletana Maria Carmela Polisi è stata nominata...

Calendario Eventi

  1. Oggi
  2. Prossimi 7 giorni
  3. Prossimi 15 giorni
  4. Prossimi 30 giorni
Dioniso, la polis, la scena. Conversazioni sul teatro antico

il mito di dionisoIn occasione della “Giornata Mondiale del Teatro” parte il 27 marzo un ciclo di webinar gratuiti sul teatro antico a cura di Velia Teatro FestivalFondazione Alario per Elea Velia e SFI – Società Filosofica Nazionale.

Leggi tutto...


Dioniso, la polis, la scena. Conversazioni sul teatro antico da Sabato, 27 Marzo 2021 - fino a Venerdì, 31 Dicembre 2021

il mito di dionisoIn occasione della “Giornata Mondiale del Teatro” parte il 27 marzo un ciclo di webinar gratuiti sul teatro antico a cura di Velia Teatro FestivalFondazione Alario per Elea Velia e SFI – Società Filosofica Nazionale.

Leggi tutto...

Dioniso, la polis, la scena. Conversazioni sul teatro antico da Sabato, 27 Marzo 2021 - fino a Venerdì, 31 Dicembre 2021

il mito di dionisoIn occasione della “Giornata Mondiale del Teatro” parte il 27 marzo un ciclo di webinar gratuiti sul teatro antico a cura di Velia Teatro FestivalFondazione Alario per Elea Velia e SFI – Società Filosofica Nazionale.

Leggi tutto...

Dioniso, la polis, la scena. Conversazioni sul teatro antico da Sabato, 27 Marzo 2021 - fino a Venerdì, 31 Dicembre 2021

il mito di dionisoIn occasione della “Giornata Mondiale del Teatro” parte il 27 marzo un ciclo di webinar gratuiti sul teatro antico a cura di Velia Teatro FestivalFondazione Alario per Elea Velia e SFI – Società Filosofica Nazionale.

Leggi tutto...

napoliCittàSolidale
Primo pianoDSC 3166Tra impegno civile e solidarietà: Premio Amato Lamberti 2021Esempi di resistenza, di impegno civile e di solidarietà all’ottava edizione del Premio Responsabilità Sociale “Amato Lamberti”, ospitato al Centro Europeo di Studi...

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Veronica Simioli’Ncroce, il singolo di Veronica SimioliÈ disponibile ufficialmente su YouTube il videoclip di...
Farine con germe di granoLe farine “sensoriali” per pizze...Pizze alte, soffici, leggere o croccanti e altamente...
denim HM‘90Denim. Da H&M si ricicla il...Tornare indietro è l’unico modo per andare avanti:...
Young Symphony, a Pomigliano d'Arco...Inizia venerdì 17 settembre, alle ore 20, presso il...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
Consumo criticoFarine con germe di granoLe farine “sensoriali” per pizze altamente digeribiliPizze alte, soffici, leggere o croccanti e altamente digeribili. Perrella e Molino Casillo sanciscono una partnership all’insegna della qualità presentando una linea...
Benesseredenim HM‘90Denim. Da H&M si ricicla il cotone e a anche lo stileTornare indietro è l’unico modo per andare avanti: sbarca nei punti vendita di tutta Italia (e di Napoli) la nuova collezione di denim riciclato del brand low cost...
SocietàManchi tu nell’aria: il Pop Porno delle canzoni La musica italiana, diciamolo subito, non è appannaggio esclusivo di Sole Cuore Amore o di testi ultra romantici che farebbero aumentare la glicemia nel sangue anche...
Viaggiviaggi yogaIn giro per il mondo con lo YogaLa pratica dello yoga aiuta ad ascoltare sé stessi e i propri bisogni. E allora perché non potenziare i suoi effetti benefici associandolo a un viaggio? Si è diffusa...
RicettePistacchioLasagna mortadella e pistacchio, un bomba di saporiLa lasagna è un piatto perfetto per una cena con amici: si può preparare prima stando così a tavola e godesi la serata. Quella che proponiamo è una gustosa variante...
La coccinella del cuoreAgosto, Amore mio non ti conoscoAgosto, moglie mia non ti conosco.... Cantava così una canzone di molti anni fa e infatti agosto o meglio il tempo delle vacanze è un periodo particolare per gli...
#barsportCHN6412Per fare pace col palloneIo sono una fanatica delle olimpiadi. Ogni quattro anni trascorro un mese di beatitudine sportiva appassionandomi alle gesta di ginnaste statunitensi, sollevatori di...
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500