giovedì 16 SETTEMBRE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Danza, piccole chicche e debutti. Al via l’ultimo atto del Campania Teatro Festival

CTFAl via l’ultimo “round” del Campania Teatro Festival: dodici spettacoli provenienti da ogni angolo del mondo che, a partire dal giovedì 9 settembre e fino al 12 dicembre, si terranno in diversi teatri napoletani e che porranno fine a un’edizione del Festival, diversamente dalle edizioni precedenti, spalmato su tutto il 2021 e non limitato ai soli mesi estivi.

Tanta danza internazionale, alcune chicche “Made in Naples” e debutti nazionali: c’è solo l’imbarazzo della scelta per il pubblico che sceglierà fra gli spettacoli proposti nel prossimo autunno-inverno.

Ha rotto il già il ghiaccio “Fuck me”, lo spettacolo della argentina Marina Otero, giunto al teatro Politeama in prima nazionale mercoledì 8 settembre e in replica giovedì 9 alle ore 21. Al Teatro Nuovo il 10 e 11 settembre va in scena “Baciami”, ispirato alla scrittrice di origine ucraina Clarice Lispector, portato in scena da Patricia Zanco. Si torna al teatro Politema il 16 e 17 settembre per il ritorno a Napoli del regista e coreografo greco  Dimitris Papaioannou che presenta in questa occasione in prima nazionale il suo nuovo progetto performativo dal titolo Transverse Orientation”.

foto 1 Papaioannou

Dal mondo immaginifico di Philip Roth al palco della Galleria Toledo: il 18 e 19 settembre  si terrà “Lucy e le Altre”, con cui la drammaturga e regista di Laura Angiulli esplora il mondo femminile dell’autore americano. Dal teatro alla fotografia: a Made in Cloister, a Porta Capuana, si apre al pubblico “Pino Daniele Alive. La mostra”, esposizione a cura di Guido Harari e Alessandro Daniele, con il progetto istallativo di Marcello Panza, dedicata alla figura del cantautore napoletano scomparso,  visitabile dal 18 settembre al 31 dicembre 2021.

“Alcune idee”approda al Teatro Bellini il 23 e 24 settembre: un grande ritorno per il regista svizzero Christoph Marthaler con un lavoro che si preannuncia, come gli altri lavori del Maestro, grottesco e surreale. Non si finisce mai di apprezzare l’opera di Dante Alighieri: un’ulteriore occasione è “Paradiso”, lo spettacolo tratto dalla Divina Commedia del Sommo Vate con la regia di Virgilio Sieni, al suo debutto il 25 e 26 settembre al Teatro Politeama. Sempre nel teatro di Monte di Dio Il coreografo e regista Roberto Zappalà presenta una originale riscrittura visiva dell’opera di Bach con il suo spettacolo “Rifare Bach”, in scena il 29 settembre. Rimaniamo nella dimensione della danza con lo spettacolo “Delayer” di Valeria Apicella, un viaggio nella socialità sfalsata del mezzo digitale in pieno lockdown, al Nuovo il 3 e 4 dicembre;  e ancora con “Bisbigliata creatura” di Mariella Celia, delicata performance ospitata al Teatro Sannazaro nell’unica data del 5 dicembre.  Ancora performance -  spietata, sarcastica e oltre gli schemi - con “Idiot-sycrasy” del duo artistico Igor & Moreno che producono, dirigono e salgono sul palco del Nuovo per la loro attesissima performance l’8 e 9 dicembre.

foto 2 igor e moreno

“L’odore della pelle” invita lo spettatore ad un’indagine emozionale-olfattiva. Lo spettacolo è diretto da Annamaria Di Maio, con le coreografie di Nyko Piscopo, regia di Francesca Gamella e drammaturgia di Michele Casella, ospitato al Teatro Sannazaro l’8 dicembre. Chiudono l’edizione 2021 del Campania Teatro Festival quattro spettacoli del Progetto Med Focus Danza, tutti ospitati al teatro Sannazaro.  “Querida Gala” si propone di riportare in scena alcuni aspetti della vita di Elena Diákonova, passata alla storia con il semplice nome di Gala. Lei, donna dal misterioso passato che veste una maschera da personaggio ben inventato, è al centro dello spettacolo che si terrà il 9 dicembre. “Collective Trip 7.0” è un “atto di pensiero” che coinvolge i due coreografi Nicoletta Cabassi e Claudio Malangone sul tema portante della Settima Sinfonia di Beethoven, in scena il 10 dicembre. L’11 dicembre è la volta di “Your Body is Battleground” sull’utilizzo simbolico e politico del corpo femminile, mentre “Le Danze Pandemiche”, riflessione storica sulla danza, sarà presentata il 12 dicembre 2021.

L'Autore
Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura. Cura mostre di arte contemporanea ed eventi culturali.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Veronica Simioli’Ncroce, il singolo di Veronica SimioliÈ disponibile ufficialmente su YouTube il videoclip di...
Farine con germe di granoLe farine “sensoriali” per pizze...Pizze alte, soffici, leggere o croccanti e altamente...
denim HM‘90Denim. Da H&M si ricicla il...Tornare indietro è l’unico modo per andare avanti:...
Young Symphony, a Pomigliano d'Arco...Inizia venerdì 17 settembre, alle ore 20, presso il...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500