giovedì 27 GIUGNO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Il tema della follia a teatro: arriva Locas al San Carluccio

Locas 2La "follia" protagonista di Locas, un suggestivo spettacolo teatrale diretto da Niko Mucci con Marcella Vitiello e Laura Pagliara 

Dall'11 al 13 gennaio al Nuovo Teatro San Carluccio (Via San Pasquale a Chiaia 49 Napoli) la storia di due donne in attesa, nell’anticamera dello studio di uno psichiatra, diverse fra loro in modo diametralmente opposto : una ,donna in carriera e una madre di famiglia, in piena depressione, la quale dichiara subito la sua prossimità alla follia.

Pure la loro “diversità”, nell’apparenza e nel ruolo sociale di ciascuna , copre una problematica fatta di debolezze comuni e pone le basi di una conoscenza reciproca , di un assaggiarsi di mondi paralleli, pronti alla divagazione poetica , tanto quanto alla cruda definizione da lessico psichiatrico.
Frequenti le incursioni nella filosofia e nella pratica del disagio mentale, alleggerite nel proporsi, da parentesi comiche . La trama si dipana nell’attesa del medico ritardatario, sino ad un colpo di scena finale  che mette in discussione le certezze acquisite dai personaggi nel loro sviluppo di comunicazione verbale, e dal pubblico su di loro due , in scena.

Note di regia Locas

Trattare il tema della follia in teatro è tanto difficile, quanto non originale, ma quando lessi la traduzione  di questa storia minimale e pure cosi universale , mi colpì la volontà espressa dall’autore, lo spagnolo  Juan P.Abellian , di mantenere una sorta di leggerezza pur nella trattazione di temi gravi e impegnativi.
L’uso del comico alternato al drammatico, è al servizio della necessità di porre riflessioni sulla vita e sulle sue declinazioni e deviazioni pratiche sino alla follia, mantenendo la vena di poesia che intride la scrittura, anzi nel tentativo di farla lievitare la poesia stessa nel passaggio fra parola scritta e scena.
Nel corso del lavoro un nuovo elemento di riflessione ha guidato il nostro progetto: il confronto fra  la maschera e l’interpretazione, rapporto che ci ha guidato nell’approfondimento fra la forma ( il mostrare) e l’interpretazione ( il sentire).

Con questo spettacolo proseguo il mio percorso di studio analisi dei sentimenti e delle relazioni interpersonali attraverso il punto di vista eccentrico ,della messa in scena teatrale.

locas

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
giovedi caravaggioUltimo Appuntamento con I Giovedì di...Si terrà giovedì 27 giugno nell'Auditorium del Museo di...
LisbonaLisbona – la città sull’Oceano dove...Una città sull’Oceano non la si può confondere con...
autunno Memorie d’autunno, presentazione al...Il Gran Caffè Gambrinus ospita la presentazione del...
alberto angelaComunicare il Passato. A Napoli...Il passato non è un deposito, né un baule impolverato...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500