venerdì 6 DICEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Figli d’‘a Madonna: la ruota degli Esposti tra arte e spettacolo

Daniela Ioia“Figli d’ ‘a Madonna”, una visita guidata teatralizzata negli ambienti del Complesso dell’Annunziata, nei luoghi in cui si accoglieva l'infanzia abbandonata e dove fu consegnato, attraverso la famosa ruota degli Esposti, anche il grande scultore Vincenzo Gemito. La propongono NarteA e Teatro Insania per domenica 20 ottobre alle 18. La visita guidata, a cura di Matteo Borriello, si incrocia con la pièce teatrale, ricostruendo l’atmosfera dell’antica istituzione assistenziale napoletana. Testi scritti e diretti da Antimo Casertano, anche in scena con Daniela Ioia e Antonio Agerola.

La visita guidata e la storia della ruota degli Esposti

Il pubblico sarà condotto negli ambienti della Basilica SS. Annunziata Maggiore, negli spazi della chiesa, della sacrestia e nella cappella del tesoro. Nata nel XIV secolo, insieme all'annessa istituzione assistenziale per la cura dell'infanzia abbandonata, la basilica fa parte di un vasto complesso monumentale costituito in origine, oltre che dalla chiesa, da un ospedale, un convento, un ospizio per i trovatelli ed un "conservatorio" per le esposte. I bambini abbandonati venivano introdotti nella famosa ruota, attraverso una specie di tamburo di legno di forma cilindrica e raccolti all'interno da balie pronte ad intervenire ad ogni chiamata. All'esterno, al di sopra della ruota, vi era un puttino di marmo con la scritta: "O padre e madre che qui ne gettate / Alle vostre limosine siamo raccomandati". Gli ospiti dell'istituzione erano chiamati "figli della Madonna", "figli d'a Nunziata" o "esposti".

Il vagito dei figli della Madonna

Secondo il rituale d'immissione la persona che portava il bambino alla ruota suonava un campanello esterno per poi fuggire via. Alcune madri segnavano in modo indelebile il corpicino del bimbo per poterlo riconoscere anche dopo anni, come avvenne per il famoso scultore ospite del brefotrofio di Forcella: «Un vagito insistente — racconta Antimo Casertano —, il gemito di un nuovo neonato, echeggia tra le mura del cortile della Real casa dell’Annunziata, stretto tra le braccia di una nutrice, intenta a consolarlo cantandogli una nenia, un rituale che da sempre si ripete all’arrivo di ogni nuovo “Esposto”. Da dove arriva quella creaturina che si agita e si lamenta? Quale storia porta con sé? E quale fatale destino lo attende dopo l’abbandono? Da qui inizia anche la storia delle crudeli e misere origini e poi del riscatto di uno dei migliori scultori ottocenteschi che il nostro paese possa vantare: Vincenzo Gemito,‘o scultore pazzo, anch’egli mortificato e abbandonato nella casa del quartiere Forcella».

Daniela Ioia 2

Cosa: Visita teatralizzata “Figli d’‘a Madonna”

Dove: Complesso dell’Annunziata

Quando: Domenica 20 ottobre ore 18

Costi: Il biglietto costa 12 euro; necessaria la prenotazione ai numeri 339 7020849 o 333 3152415.

L'Autore
Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
monopoli napoliMonopoly si tinge d’azzurro, in...Intere generazioni di appassionati e tifosi potranno...
Joe Ronca alla Domus ArsTrent’anni di musica e poesia: Joe...Il centro di cultura Domus Ars ospiterà, in una serata...
I Goonies tornano al cinemaI Goonies tornano al cinemaTorna al cinema, in versione 4K restaurata, uno dei film...
gioielli napoletaniBagliori sotto l’albero: i monili...“The diamonds are a girl’s best friend” cantava...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500