domenica 20 SETTEMBRE 2020
blank
 
chi siamo 
contatti

Dracula: Lo Cascio e Rubini di nuovo insieme al Bellini

Dracula copiaPortare in scena Dracula senza – o quasi – Dracula stesso, ridotto a un mostro-caricatura, ha un senso, oggi, solo se a cimentarsi con un testo così complesso sono due mostri sacri del nostro teatro: Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio. Che tornano insieme sulla scena per interpretare, ancora una volta – dopo “Delitto e Castigo”  di Dostoevskij – l’idea del Male che si insinua nell’animo umano.

Nella riscrittura fatta dallo stesso Rubini insieme con Carla Cavalluzzi (in scena al Teatro Bellini di Napoli fino a domenica 26 gennaio 2020) Dracula in sé non è un personaggio significativo, rappresentato da un gigante goffo (Geno Diana), dal linguaggio incomprensibile. Sono Rubini e Lo Cascio che tengono il pubblico inchiodato alla storia e lo fanno con quel misto di modernità e di classico che ha caratterizzato anche Delitto e Castigo  e che potrebbe leggersi come una discrasia narrativa, se non fosse la loro arma vincente, capaci come sono, entrambi, di travalichi continui tra un registro e l’altro e di trasformarsi totalmente nei personaggi che rappresentano.

Dracula 1 copia

Luigi Lo Cascio dà corpo e voce alla disperazione di Jonathan Harker, il giovane avvocato la cui vita viene sconvolta dalla visita al conte Dracula, un soggiorno che si trasforma in una prigionia e che continuerà a ossessionarlo anche dopo il ritorno a Londra, e a pregiudicare il corso della sua esistenza insinuandosi anche nel rapporto con la moglie Mina (Alice Bertini). A lui il compito di rappresentare il lato gotico e oscuro del romanzo epistolare di Bram Stoker,  con le lettere, il diario, i deliri, l’erotismo e la morte. Sergio Rubini, all’opposto, che impersona il professor Van Helsing incarna la fede nel progresso e nella scienza, con le sedute di ipnosi e la ricerca della verità al di là delle apparenze e della paura.

Dracula 2

Certo l’approccio è molto cinematografico, con giochi di luce e un sonoro efficace e ipermoderno (progetto dal vivo di G.U.P. Alcaro) e un uso spinto della mutilmedialità sul palco, ma se l’idea oggi del teatro è quella di intrattenere e di stupire, allora il Dracula di Rubini/Lo Cascio ci riesce, perché non stanca, tiene il ritmo veloce, ci mette in contatto con la parte irrazionale e ignota che è dentro di noi.

Da vedere.

Info Spettacolo

Teatro Bellini

Via Conte di Ruvo, 14

Napoli

www.teatrobellini.it

tel. 081 5491266

Dal 17 al 26 gennaio 2020

Orari: feriali ore 21:00,  domenica ore 18:00

Prezzi: a partire da 14€ - 15€ under29

L'Autore
Ida Palisi
Author: Ida Palisi
Giornalista professionista, esperta di comunicazione sociale, dirige l’Ufficio Comunicazione Gesco. Collabora con il quotidiano Il Mattino per le pagine della Cultura.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
europa galanteL'Europa Galante a Pietà de’ TurchiniUna serata dedicata alla musica a cavallo tra il XVIII...
Carolina CrescentiniMare fuori: la nuova fiction Rai...Va in onda a partire dal 23 settembre (in prima tv...
famiglia 2Quattrozampeinfiera: a Napoli la due...Al via a Napoli Quattrozampeinfiera, la “due giorni pet...
Anni Novanta e Gigi D’Alessio:...Settembre duemilaventi: sindrome da rientro, post...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500