lunedì 19 APRILE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

#PalermoChiamaItalia: il ricordo di Falcone e Borsellino

palermochiamaitaliaIl 23 maggio e il 19 luglio del 1992 sono date scolpite nella storia recente del nostro Paese, ricorrenze che, da allora, coniugano memoria e impegno civile, nel ricordo delle stragi di Capaci e di via D’Amelio.

Quei giorni, nei quali persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani, e appena cinquantasette giorni più tardi, il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, rappresentano da allora una nuova tappa del percorso di emancipazione e crescita civica, ricorrenze nelle quali il bilancio di un anno vissuto coincide con il rinnovamento di una “tensione morale”.

Quest’anno le celebrazioni dell’anniversario assumeranno una forma diversa dal passato a causa delle restrizioni necessarie per contenere la diffusione del virus Covid-19.

Tuttavia, anche in questa circostanza drammatica, è emersa la bellezza della solidarietà e dell’impegno di scuole, associazioni e cittadini. Nella speranza, perciò, che questo 23 maggio, come fu nel ‘92, segni l’inizio della rinascita di un Paese che si stringe attorno ai suoi “eroi quotidiani”, #PalermoChiamaItalia vuole celebrare anche il coraggio degli italiani che si sono messi al servizio del Paese in uno dei momenti più drammatici della nostra storia recente.

Medici, infermieri, esponenti delle forze dell’ordine, insegnanti, militari, volontari della Protezione Civile, farmacisti, commercianti, riders, impiegati dei supermercati.

Donne e uomini che hanno reso straordinario il loro impegno ordinario.

La Rai, da sempre al fianco della Fondazione Falcone e del Ministero dell’Istruzione nelle commemorazioni della strage di Capaci e nel ricordo dell’eccidio di via D’Amelio, dedicherà anche stavolta, come ogni anno, parte della sua programmazione alla ricorrenza, con iniziative editoriali in tv, alla radio, sul web e sui social.

Il Palinsesto Rai

Rai Uno

La Rete ammiraglia offrirà, nel corso della settimana, ampia copertura informativa all’anniversario, con spazi di approfondimento sul tema della legalità all’interno delle trasmissioni di day time Uno Mattina, Storie Italiane e La Vita in diretta. Martedì 19 maggio, in prima serata, andrà invece in onda il film Felicia Impastato, con Lunetta Savino, Carmelo Galati, Barbara Tabita, Antonio Catania e Giorgio Colangeli, per la regia di Gianfranco Albano (Il 9 maggio 1978 Peppino Impastato viene ucciso dalla mafia. Sua madre Felicia non si rassegna e decide di gridare al mondo i nomi dei colpevoli. Negli anni troverà un magistrato disposto ad aiutarla: Rocco Chinnici).

Sabato 23 maggio, nel giorno in cui si ricorda la strage di Capaci, Uno Mattina in Famiglia, in onda alle 7.45 e ItaliaSì!, a partire dalle 16:45, dedicheranno ampie finestre informative all’iniziativa #PalermoChiamaItalia, promossa dal Ministero dell’Istruzione e dalla Fondazione Falcone.

Rai Due

Due gli appuntamenti previsti: uno, venerdì 22 maggio, all’interno de I Fatti Vostri, in onda dalle 11, l’altro, sabato 23, con Petrolio, in onda alle 21:05. Il programma condotto da Duilio Gianmaria dedicherà una parte della trasmissione alla ricorrenza.

Rai Tre

Nel fine settimana che coincide con la ricorrenza Rai3 offrirà tre approfondimenti, di generi diversi, per tornare a quel drammatico giorno di ventotto anni fa. Il primo, venerdì 22 maggio, alle 13.15 (e in replica su Rai Storia alle 20.30) con Passato e presente, in una puntata speciale dedicata al ricordo dei giudici Falcone e Borsellino con il professor Giovanni De Luna. Il secondo, per i telespettatori più giovani, alle 15.20, con #Maestri: tutta la puntata del nuovo programma di Rai3 sarà interamente dedicata alla giornata della legalità. Sabato 23, infine, alle 18, andrà in onda lo speciale di Rai Storia C’era una volta a Palermo… Falcone e Borsellino (È il pomeriggio del 23 maggio 1992, sono le 17.58: il giudice Giovanni Falcone muore in un attentato a Capaci insieme alla moglie Francesca Morvillo e agli uomini della sua scorta. Dalla morte di Falcone cominciano i 57 giorni più difficili per il magistrato che più di altri ha condiviso con lui i successi e le difficoltà della stagione di lotta contro la mafia, e troverà la morte in un secondo tragico attentato, il 19 luglio dello stesso anno, in via d’Amelio: l’amico Paolo Borsellino)

Rai Gulp

L’importanza della memoria, del concetto di legalità, e la necessità che il sacrificio estremo di chi, come Falcone e Borsellino per quella legalità si è battuto fino alla morte non venga dimenticato dalle giovani generazioni, sono gli obiettivi della programmazione di Rai Ragazzi per l’anniversario della strage di Capaci.

Su Rai Gulp sono previsti tre appuntamenti, il primo dei quali venerdì 22 maggio, alle 9.15, ne La banda dei fuoriclasse, che affronterà proprio i temi della legalità e del coraggio. Sabato 23 maggio, invece, una puntata speciale del magazine #Explorers, in onda alle 14.15, vedrà protagonisti ragazze e ragazzi di tutta Italia, che rifletteranno sul significato della giornata e ricorderanno Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Alle 18, infine, verrà trasmesso lo speciale animato “Giovanni e Paolo e il Mistero dei Pupi”, un cartone animato, con le voci di Leo Gullotta, Donatella Finocchiaro e Claudio Gioè, che ha come protagonisti due ragazzini di nome Giovanni e Paolo, che lottano per liberare il loro quartiere dalla presenza di un Mago malvagio che toglie l’anima alle persone e le trasforma in “pupi”. Una storia di fantasia, ma ben radicata nei valori di dignità e di coraggio che i due magistrati hanno testimoniato nella loro vita.

Rai Storia

Rai Storia dedicherà l’intera giornata di sabato 23 maggio al XXVIII anniversario della strage di Capaci. Durante la settimana immediatamente precedente, a partire da lunedì 18 maggio, nell’ambito della programmazione straordinaria per gli studenti, #LaScuolaNonSiFerma, Rai Storia riproporrà ogni giorno alle 15, l’intera docufiction “Maxi. Il grande processo alla mafia”, che culminerà con l’ultimo episodio proprio il giorno dell’anniversario

Rai Cinque

Anche la serata di sabato 23 maggio di Rai5 sarà dedicata al ricordo dei giudici Falcone e Borsellino e alla ricorrenza dell’anniversario. Alle 21.15 andrà in onda lo spettacolo teatrale Novantadue, di Claudio Fava, con Filippo Dini. Solo un numero nel titolo: ‘92. L’anno delle stragi di Cosa Nostra in Sicilia e delle morti dei giudici Falcone e Borsellino. Nel 2012, vent’anni dopo quella sanguinosa stagione, nella drammaturgia di Claudio Fava, figlio di Pippo Fava, giornalista d’inchiesta vittima della mafia, viene ricordata con uno spettacolo asciutto, di rigorosa onestà intellettuale e di straordinaria efficacia sul piano della denuncia delle diverse responsabilità che sottesero a quei fatti tremendi. Un’opera potente nel comunicare l’urgenza di non dimenticare, di non abbassare la guardia. A seguire, in prima tv, Paragoghè (παραγωγή) – Depistaggio (2019), un testo e regia di Marco Baliani, ambientato nello spazio interno al tribunale di Ancona, una grande agorà, dove diciassette tra attori e attrici guidati da Marco Baliani raccontano quanta determinazione, fatica, dolori e perdite, ma anche soddisfazioni e vittorie sia costata nel tempo l’incessante ricerca, ancor oggi non terminata, della verità sulle tante stragi compiute nel nostro paese.

Rai Scuola

In occasione dell’anniversario della strage di Capaci, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, il 23 maggio su Rai Scuola andrà in onda uno Speciale de “La scuola in tivù – Caro Giovanni, caro Paolo”, dedicato alle attività didattiche a distanza delle scuole italiane che hanno realizzato percorsi sui temi della legalità. Lo Speciale sarà una maratona di testimonianze con il racconto dei lavori realizzati dagli studenti con gli insegnanti in occasione di questo anniversario. Gli studenti stessi “saliranno in cattedra” per raccontare le loro esperienze e per condividere questa giornata con le ragazze e i ragazzi di tutte le scuole italiane. Come negli anni precedenti, questi percorsi didattici degli studenti saranno affiancati da testimonianze raccolte in occasione dell’anniversario.

Rai Cultura

Il portale Rai Cultura ha realizzato un WebDoc, con video, fotogallery, testi e infografiche sull’argomento, per ricordare e approfondire un tema di cruciale attualità e importanza civile. Tra i contenuti selezionati dall’archivio Rai alcune puntate da programmi quali ‘Diario Civile’, ‘Il tempo e la storia’, ‘L’Italia della Repubblica’ e ‘Lezioni di mafia’, con testimonianze di magistrati, boss, familiari delle vittime, commenti di storici. Il WebDoc è raggiungibile all’indirizzo https://www.raicultura.it/webdoc/legalita/. Il sito Rai Scuola e la sezione Scuola2020 del portale web Rai Cultura realizzeranno un Web Doc dedicato a questo anniversario, pubblicando tutti i racconti degli studenti e le testimonianze raccolte.

Rai Play

Anche RaiPlay contribuirà al ricordo dei tragici eventi del maggio 1992 con una selezione di film, fiction, documentari e contenuti delle Teche Rai che saranno raccolti in una collezione pubblicata sulla homepage della piattaforma già a partire dal 18 Maggio. Tra i titoli inclusi nella collezione troveranno posto Era d’estate, il film di Fiorella Infascelli con Giuseppe Fiorello e Massimo Popolizio che racconta la strana estate trascorsa da Falcone e Borsellino all’Asinara prima del Maxi Processo, la fiction Giovanni Falcone: l’uomo che sfidò Cosa Nostra con Massimo Dapporto ed Elena Sofia Ricci che ripercorre la vicenda umana e professionale del giudice e il documentario Giovanni Falcone - C’era una volta a Palermo di Alessandro Chiappetta che attraverso la testimonianza di familiari, amici e collaboratori tratteggia la figura e personalità del magistrato ucciso a Capaci. La selezione proposta da RaiPlay per la ricorrenza include anche molti contenuti che raccontano la vita e il sacrificio degli altri eroi della lotta contro tutte le mafie, come Rosario Livatino (“Il giudice ragazzino” - Film), Rocco Chinnici (“È così lieve il tuo bacio sulla fronte” - Fiction), Don Diana (“Per amore del mio popolo” - Fiction), Carlo Alberto Dalla Chiesa (“Generale” - Documentario) e prodotti che raccontano la storia della lotta alla mafia come il doc di cui si è già parlato, “Maxi - Il grande processo alla mafia”.

 

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
1CHN1669Calcio e magiaLo dico subito: a me la maglia nuova piace moltissimo. A...
coverLa vita scapricciata di Marisa...Non c’è una cosa che non abbia fatto nella sua lunga ed...
MelandriDialoghi sul Futuro. Come cambia la...“Come cambia la cultura: i musei e le sfide della...
stagione lirica san carloCarmen, Il Trovatore e un omaggio a...Riparte da Piazza del Plebiscito con un omaggio alla...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500