martedì 25 SETTEMBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Bonus anche per balconi e verande!

166Udite, udite… notizia importante per tutti: un balcone può diventare una veranda e sfruttare la detrazione al 50% prevista dal Bonus ristrutturazione!

Spesso si sceglie di realizzare una veranda nella propria casa, sfruttando la superficie di un balcone o un terrazzino, per ottenere uno spazio vivibile e “ampliare” i metri quadri calpestabili.

All’interno del Bonus governativo per la ristrutturazioni, che consente di ottenere detrazioni al 50% per ogni tipo di intervento effettuato quest’anno, possono rientrare anche le trasformazioni di balconi in verande.

Gli interventi ammessi alla detrazione Irpef del 50% sono i seguenti:

- intervento di innovazione rispetto alla situazione precedente;

- intervento di nuova costruzione con demolizione del muro che dà sul balcone ed aumento di superficie lorda di pavimento;

- intervento di trasformazione di balcone in veranda;

- intervento di rifacimento completo di un terrazzo;

- intervento di realizzazione di un balcone;

intervento di rifacimento (materiali, finiture e colori) o nuova costruzione del balcone.

Ovviamente è necessario che tale trasformazione sia rispondente alle norme edilizie locali e in nessun caso abusiva! La trasformazione di un balcone in una veranda comporta la creazione di un nuovo volume e di conseguenza è necessario chiedere un titolo abilitativo; in molti casi, un Permesso di costruire. Inoltre è da verificare che l’immobile abbia volumetria residua, che rispetti i rapporti di superficie aereo-illuminante, le verifiche statiche e antisismiche, il regolamento comunale e quello condominiale.

Per tutti questi requisiti rivolgetevi ad un professionista abilitato (per il progetto) ed a una ditta referenziata (per i lavori)! Non improvvisate in edilizia: ne va della vostra sicurezza.

Hai quesiti da porre? Vuoi un consiglio su come ristrutturare il tuo appartamento?

www.formatoa3.it, info@formatoa3.it 

L'Autore
formatoa3
Author: formatoa3
Formatoa3 nasce a Londra la notte di San Patrizio del 2011 da un’idea di 3 amici architetti. l’intento del gruppo, con base a Napoli, è di costituire un laboratorio di progettualità attiva che si confronti con il contesto attraverso un’attenzione triplice alla scala ambientale | architettonica | d’arredamento.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Ryanair 9 nuove tratte da Napoli settembre 2018Ryanair: 9 nuove rotte da Napoli tra...Ryanair, la compagnia aerea No.1 in Italia, ha lanciato...
mertens 12Il Napoli sfida il Parma e pensa...Lo avevamo pronosticato e abbiamo visto giusto: Insigne...
Linguine all arancia con salmoneLinguine all’arancia con salmoneCari amici, la settimana scorsa vi promisi una ricetta...
Riccardo Polizzy CarbonelliRiccardo Polizzy Carbonelli: da Un...Riccardo Polizzy Carbonelli, che da 17 anni interpreta...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...

Tete a tete con l'architet(to)

La rubrica è dedicata a chi è in cerca di consigli e suggerimenti su come arredare casa, ristrutturarla, ma anche a coloro che hanno bisogno di indicazioni su come risolvere piccoli grandi problemi domestici, come la manutenzione degli impianti, le autorizzazioni da chiedere, i tecnici specializzati a cui rivolgersi, i negozi e i mercati dove trovare prodotti unici.
fa3 2015 banner
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500