sabato 23 MARZO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

È Benevento o il medioevo?

benevento medioevoCittà sannitica, romana, longobarda, pontificia: siamo nell’entroterra appenninico della Campania, a metà strada dai mari Tirreno e Adriatico, per un evento da mettere in calendario e sostenere!

Benevento vanta un cospicuo patrimonio storico-artistico e un interessante patrimonio archeologico e c’è un associazione, la “Benevento Longobarda” che  con il suo ciclo di rievocazioni storiche incentrate sulla figura di Arechi II, ultimo duca e primo principe di Benevento, ha già cominciato il conto alla rovescia per la sua quarta edizione. L’appuntamento del 2015 è la Contesa di Sant’Eliano che si svolgerà durante le giornate del 25-26-27 e 28 giugno. L’evento sarà la conclusione di un lungo percorso che l’Associazione ha già avviato all’inizio di febbraio, con le sue intense attività laboratoriali ed organizzative che vogliono offrire maggiori attrazioni e maggiori servizi agli spettatori. Arcieri, balestrieri, guerrieri,  scriptores, attori, figuranti e artisti di strada animeranno Piazza Castello e all’ombra del bastione della Rocca dei Rettori, la fortezza della città, daranno vita  all’unica rievocazione storica dell’antica e splendida Benevento.

Quest’anno la manifestazione sarà ricca di spettacoli teatrali, visite guidate e convegni che, insieme ai palii e ai cortei storici in costume, faranno riscoprire la civiltà longobarda ed altomedievale . In più, i cittadini e i turisti, potranno usufruire della Scramacard, una carta che offre delle agevolazioni per conoscere più a fondo e in modi diversi la città.  L'idea della rievocazione storica nasce in seguito all’iscrizione del complesso monumentale di Santa Sofia nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco all’interno del sito seriale “I Longobardi  Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.). Un riconoscimento utile a dare una spinta alla crescita turistica e culturale della città  valorizzando, attraverso percorsi storici, un patrimonio immenso come quello della Benevento Longobarda. La Contesa di Sant’Eliano è uno di quei percorsi e rievoca l’Anno Domini 763 quando, per obbedire al volere di Arechi II,  il suo gastaldo Gualtari si recò a Bisanzio e ricevette dalle mani dell’imperatore dei romani d’oriente le sacre reliquie del martire Eliano, prode soldato morto a Sebaste. Con questo dono alla città l’imperatore auspicò decenni di pace tra Bizantini e Longobardi. Ormai è tradizione che le Fare di Benevento si contendano le benefiche proprietà delle  reliquie, riuscendo a custodirle per un anno.  

La contesa del 2014 è stata vinta dai combattenti della Fara del Conte; quest’anno saranno la Fara del Diacono, la Fara del Duca e la Fara della Principessa a duellare con archi, balestre, spada e scudo e giostre a cavallo per conquistare i resti del santo.  Dunque, l’appuntamento è per la fine del mese di giugno in Piazza Castello e nelle strade di Benevento, dove sarà possibile fare un viaggio nel passato e rivivere i fasti e lo splendore del suo ducato. La manifestazione, come ogni anno, non gode di contributi pubblici ed è completamente autofinanziata. Per poterla realizzare al meglio, l’Associazione Benevento Longobarda ha avviato una campagna di crowdfunding e invita chiunque apprezzi l’impegno e lo sforzo organizzativo e di crescita  a sostenerla economicamente, anche con una piccola somma.

Sostieni il progetto collegandoti al link: https://www.produzionidalbasso.com/project/benevento-longobarda-2015/ e  per il tuo contributo avrai a disposizione sei tipi di ricompense. Per informazioni e per conoscere tutte le attività dell’Associazione segui la pagina fb Benevento Longobarda o visita il sito: Giugno non è lontano, preparati a vivere un sogno chiamato “Benevento Longobarda”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Raffaella R. Ferrè
Author: Raffaella R. Ferrè
Giornalista, scrittrice, le piacciono un botto di cose tra cui la Storia del '900, gli Smiths e Napoli. Ha pubblicato romanzi e racconti, fa parte della redazione di Napoli Città Sociale e collabora con Il Mattino. Pensa che il codice Html sia poesia pura. Le dicono spesso che assomiglia a Scarlett Johansson e la cosa le fa piacere anche perché, per la maggior parte del tempo, è convinta di assomigliare ad una piccola nerd.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
isidoroAlla Sala Assoli di Napoli “Isidoro”...Fra lacrime e risate giunge sul palco della Sala Assoli...
Milik 1Le tante curiosità sul NapoliCon la sosta del campionato a causa degli impegni delle...
funghiI funghi come risorsa per la memoria...La memoria è un bene prezioso si sa, ci permette di...
FSCLegno sostenibile per garantire le...Edilizia ed ecosostenibilità: in tempi in cui si parla...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500