giovedì 15 APRILE 2021
blank
 
chi siamo 
contatti

Capri è

CapriCapri mette in soggezione o fastidio, ma oltre la piazzetta, i negozi per milionari e le orde di turisti mordi e fuggi, nasconde una bellezza leggera e selvaggia. Basta indossare un paio di scarpe comode.

“Capri, reina de roca, en tu vestido de color amaranto y azucena viví desarrollando la dicha y el dolor, la viña llena de radiantes racimos que conquisté en la tierra”, anche Pablo Neruda amava Capri e la sua natura selvaggia e irriverente, le sue sfumature, i suoi angoli magici, l'uno diverso dall'altro.  Capri è ancora un gioiello per pochi, spesso ritenuto inaccessibile, ma la diffusione dei b&b e di percorsi naturalistici ci da la possibilità di scoprire in modo diverso e più sereno la Regina del golfo di Napoli, il cui mare ha appena ottenuto 2 delle 14 bandiere blu della Campania. Chiaramente per visitare l'isola sono assolutamente sconsigliati luglio e agosto, mentre maggio, giugno e settembre sono mesi ideali, soprattutto se si evitano i week end.

Capri in un giorno: I tour de force sono sconsigliatissimi, ma se proprio avete ospiti a Napoli che possono dedicare all'isola un solo giorno e volete svegliarvi all'alba, saltare sul primo traghetto o aliscafo e prepararvi a consumare le suole delle scarpe, fate pure.
Basta allontanarsi dalla famosa piazzetta per scoprire le tipiche viuzze bianche che conducono fuori dal centro abitato verso alcuni belvedere mozzafiato: via Vittorio Emanuele e poi via Camerelle e infine in via Tragara per dirigersi verso i famosissimi Faraglioni oppure via Matteotti verso i giardini di Augusto, o ancora via Certosa per dirigersi verso la Certosa. Dopo esservi affacciati da più angolature e aver scattato fotografie a sufficienza, potreste tornare in piazzetta e prendere via Botteghelle dirigendovi verso l'Arco Naturale in un'ora abbondante. Una volta ammirata la splendida formazione rocciosa è consigliabile piuttosto che tornare indietro per la stessa strada (perché rivedere le medesime cose?), farvi indicare la strada, o meglio la lunghissima gradinata che dall'Arco Naturale conduce alla Grotta Matermania, che in questo senso è, fortunatamente per voi, in discesa. In pochi km di costa il paesaggio cambia senza quasi mai perdere la vista sul mare e sulla costa rocciosa. E' in questo tratto che è stata costruita la rossa e modernissima villa dello scrittore Curzio Malaparte, a sua immagine e somiglianza. Alla fine del sentiero vi ricongiungerete alla via Tragara, dunque al panorama (che a questo punto conviene non andare a vedere prima), prima sullo scoglio del Monacone e poi dei Faraglioni.
Se camminate velocemente e non siete stanchi, potrete prendere un bus per Anacapri, l'altro Comune dell'isola che si trova in posizione più elevata e presenta un'identità, molto più semplice e tradizionale rispetto a quello di Capri. Dopo esservi ripresi dal viaggio mozzafiato in bus pubblico che a stento passa per la strada che affaccia sullo strapiombo, visitate la bellissima villa di Axel Munthe , San Michele e poi il centro storico di Anacapri con le classiche "boffe" e la bella chiesa di San Michele con pavimento in  maiolica, oltre che le botteghe artigiane di scarpe e vestiti. In alternativa a Villa San Michele potreste prendere la seggiovia per raggiungere il Monte Solaro,  la cima più alta dell'isola di Capri con i suoi 589 metri, da cui si gode una strepitosa vista su Napoli e fino al Lazio, atmosfera permettendo. Info: www.capriseggiovia.it

Capri in due giorni: Capri in due giorni significa rilassarsi un po' e dedicare un giorno a Capri unendo un bagno alla spiaggia di Marina Piccola e un giorno ad Anacapri con pomeriggio al Faro. Marina Piccola è raggiungibile dalla piazzetta con gli autobus e a piedi attraverso la panoramica Via Krupp che potete prendere dopo aver visitato i giardini di Augusto. In alternativa al bagno a Marina Piccola potrete andare a Marina Grande (il porto dove siete arrivati) dove si trova una grande spiaggia di ciottoli o raggiungere in gozzo la spiaggia dei Bagni di Tiberio (chiedete e vi sarà detto dove prendere la barca che per pochi euro vi farà compiere il tragitto), il luogo prescelto dall'Imperatore Tiberio per costruire la sua villa sul mare. Mentre il secondo giorno potrete dedicarlo interamente ad Anacapri salendo sul Monte Solaro in seggiovia e scendendo a piedi attraverso un piacevolissimo sentiero in campagna e se avete tempo visitando villa San Michele e dopo le escursioni, anche nel pomeriggio inoltrato raggiungere in autobus da piazza Vittoria, il Faro di Punta Carena, che grazie alla sua posizione gode della luce solare fino al tramonto.

Capri in tre giorni o più:  Se avete scelto di trascorrere più giorni sull'isola, magari fittando una casa con amici o trovando un b&b non centralissimo, o scegliendo di alloggiare a villa Eva, complesso dall'animo hippy nella zona di Anacapri (queste le soluzioni più accessibili economicamente), dovete pensare di cucinare a casa o mangiare pizza o panini, visto che quasi tutti i ristoranti sono abbastanza cari. Se volete farvi passare uno sfizio non troppo doloroso per il vostro portafogli, sulle scale della piazzetta di Capri potete visitare il ristorante Da Gemma in via Serafina Madre, 6 che offre un ricco buffet da cui attingere con un occhio ai prezzi, o visitare Antonio al Faro di Punta Carena, un baretto vecchio stile, proprio sotto il Faro. O per una cena sui 20-30 euro andare dal Verginiello, in via Lo Palazzo, 25/A nei pressi di via Roma. Da non mancare assolutamente una puntata alla gelateria, pasticceria, rosticceria Bonocore, in via Vittorio Emanuele, 35: il profumo sprigionato dalle cialde del gelato fatte al momento vi resterà nell'anima. Assaggiate i dolci alle mandorle e limone.
Avendo più tempo, dopo aver seguito le indicazioni date fin  ora per la "Capri in un giorno e in due giorni", potrete scegliere alcuni luoghi imperdibili:
-La Grotta Azzurra, che potrete visitare o con un tour dell'isola in barca da effettuare partendo da Marina Grande, o accessibile da Anacapri, attraverso via Grotta Azzurra a piedi o in bus e poi prendendo sul posto una barchetta che in pochi minuti vi condurrà nella grotta.
-Villa Jovis, splendida villa imperiale a picco sul mare, raggiungibile con un sentiero che parte dalla piazzetta (via delle Botteghe o via Longano) e via che si fa via, via più ripido (via Tiberio). Il Tecla di Napoli propone per sabato 16 maggio una bella passeggiata guidata alla Capri Imperiale che oltre a raggiungere villa Jovis porta anche nell'altra bella Villa Damecuta ).
-La passeggiata della Migliara, passeggiata soft ideale per vedere il tramonto da Anacapri. 
-La Passeggiata dei Fortini:  un sentiero che i tre fortini che un tempo servivano alla difesa di Capri: Orrico, Pino e Mesola e che si può iniziare sia dal Faro di Punta Carena che dalla Grotta Azzurra. Nel primo caso bisogna seguire Via Nuova del Faro, scendere lungo il sentiero che conduce al Fortino di Pino e proseguire verso destra. Chi si trova in località Grotta Azzurra può raggiungere la piazzetta di Orrico, scendere la scalinata che parte dalla strada carrozzabile, visitare l'omonimo fortino e poi proseguire verso sinistra per raggiungere le costruzioni di Mesola e Pino. Si tratta di un percorso spettacolare, sospeso tra il mare, le rocce e la macchia mediterranea, ma durante i mesi estivi può essere particolarmente impegnativo: occorrono dalle 3 alle 5 ore per percorrerlo tutto. Uffici di informazione turistica
CAPRI: Piazza Umberto I - Tel. +39 081 8370686
MARINA GRANDE: Banchina del Porto - Tel. +39 081 8370634
ANACAPRI: Via G. Orlandi, 59 - Tel. +39 081 8371524

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
libro per amicoUn libro per amico, consegna...Verranno donati agli ammalati, ancora più soli in questi...
Come cambia la culturaDialoghi sul futuro. Come cambia la...“Dialoghi sul futuro -Come cambia la cultura: i musei e...
The Real Housewives di Napoli, in...Dopo una sorprendente prima stagione arrivano le nuove...
Di PietrantonioAdotta uno scrittore arriva in CampaniaSaranno Diego De Silva e Tiziana Triana ad aprire in...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
Quale cuore metto Quale cuore metto?Noi essere umani abbiamo la capacità di complicarci la...
io speriamo che me la cavoIo speriamo che me la cavo: ecco i...È stato uno dei film simbolo degli anni Novanta. Tanti...
Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
logo 30 anni
WCT banner
il poggio
napolicittasolidale
Amicar banner 500