giovedì 18 OTTOBRE 2018
blank
 
chi siamo 
contatti

Vacanze per tutti, senza barriere

turismo accessibile 1Le vacanze sono sinonimo di libertà, ma non tutti possono goderne a pieno a causa delle barriere architettoniche. C’è chi come Paolo e Valentina ha vinto coraggiosamente i propri limiti e chi necessita di opportunità di viaggio personalizzate. Qui troverete storie e proposte.

Uno dei più ricchi siti di turismo per persone che hanno dovuto sviluppare nuove abilità è  Diversamente agibile progettato da Maximiliano Ulivieri, noto combattente per il diritto alla felicità delle persone con disabilità. E la felicità, come tutti sappiamo è scandita da momenti emotivamente forti quali ad esempio vivere a pieno la propria sessualità e scoprire il mondo. Sul sito sono raccolte le esperienze di persone disabili, con reportage scritti, fotografici e filmati dei loro viaggi, in modo da fornire informazioni utili ad altri disabili che vogliono frequentare gli stessi posti. Vengono inoltre segnalate note negative quali barriere architettoniche o disservizi. Inoltre le strutture stesse possono scrivere informando sulla propria accessibilità e inviando foto dei bagni accessibili e della stanza accessibile, in più dettagli sull’accesso alla struttura, sia esterno che interno (ascensore, scivoli, quali zone della struttura sono accessibili).Contemporaneamente i membri dell’associazione contattano le varie strutture accessibili di tutta Italia offrendo loro la possibilità di ottenere una recensione completa.

Pepitosa in carrozza

Una sferzata di buonumore e coraggio la dà la lettura del blog di Valentina Tomirotti, 35 anni di Mantova, in arte Pepitosa che ha il sogno di girare il mondo “in carrozza” ovvero sulle quattro ruote. Alla faccia di normative e tempistiche che utilizzando lo strumento del sussidio impongono alle persone con una disabilità fisica di essere dipendenti dal proprio accompagnatore, Valentina ha lanciato un crowdfunding  per acquistare un’automobile tutta per se e adattarla alle sue esigenze per viaggiare da sola. In questo modo sarà libera di spostarsi in modo più facile, cosa che già fa con passione, narrando le sue esperienze sul Blog Pepitosa finalizzato a  divulgare percorsi turistici accessibili per tutti che lei abbia sperimentato personalmente diventando la prima “Travel Agent Disabile” che viaggia “Da sola” in auto tra le bellezze d’Italia. In 40 giorni oltre 300 persone hanno accolto il suo racconto e scelto di #salireabordo e #sostenere la campagna di #crowdfunding attiva al link www.eppela.com/pepitosaincarrozza. Il suo obbiettivo è cospicuo: raggiungere i 70 mila euro per comprare la sua auto  e modificare l’accesso alla guida con la carrozzina. Intanto Valentina, attivista convinta di un mondo disability friendly e testimonial nazionale del progetto di antidiscriminazione 'Boudoir Disability', ha già realizzato una prima guida Pepitosa in Carrozza è disponibile gratuitamente nella versione beta al link della campagna e mostra come la narrazione partecipata può sviluppare molto di più il valore turistico della località e dei suoi servizi.

turismo accessibile 2

Sott’acqua senza limiti 

E se l’estate significa mare, quella non ancora finita ha offerto la possibilità di un turismo accessibile da Nord a Sud del Paese. “Sentono” il mare i sub non vedenti che godono delle bellezze del parco marino delle isole Tremiti dove lo scorso anno è stato inaugurato il corso per istruttori sub non vedenti dell’associazione ASBI-Albatros-Progetto Paolo Pinto-Scuba Blind International che dal 2005 in diverse parti d’Italia forma istruttori  delle attività subacquee per persone non vedenti e con disabilità motorie. Il metodo è quello di dotare il sub non vedente e il suo istruttore di un riconoscitore in Braille e immagini di tutte le specie del Mediterraneo per capire, senza la necessità di comunicare verbalmente, con cosa si è in contatto sott’acqua attimo per attimo, in modo da condividere le stesse informazioni in tempo reale e senza la dipendenza da alcun comunicatore vocale. È una vacanza “intelligente” per i non vedenti che, scendendo in profondità, tra branchi di pesci e flora marina, acquistano maggiore autonomia  e senso dell’orientamento. Appuntamento annuale per i sub non vedenti anche sulla spiaggia di Paola, per un progetto di turismo accessibile del Gruppo Subacqueo Paolano che ogni anno attira persone non vedenti e con la passione per il mare da ogni parte d’Italia. Dalla Toscana al Cilento e al Salento diverse poi sono le spiagge per non vedenti, con tavola in Braille e mappa tattile dei bagni e simboli tattili nei servizi igienici.

Sempre all’insegna della scoperta delle sensazioni tattili del mondo sottomarino per non vedenti e per vedenti con difficoltà motorie l’associazione di Paolo de Vizzi ADS Mare senza limiti che opera a santa Caterina di Nardò in Provincia di Lecce. Paolo, 43 enne di Manduria, è la dimostrazione vivente che “Nella vita nulla è impossibile” poiché dopo una lesione midollare riportata in un incidente a 22 anni non ha rinunciato alla sua immensa passione per il mare spostando l’attenzione dalla pesca subacquea al diving  e nel 2011 ha segnato il primo record per diversamente abili di 62 metri e 30 cm. Mentre l’8 settembre 2016 ha sfidato l’ultimo record raggiunto nel mondo da un egiziano di 51 ore e 23 minuti restando in acqua fino all’11 settembre per un totale di 51 ore e 56 minuti. Con la sua associazione ASD “Il mare senza limiti”, Paolo va nelle scuole a trasmettere l’amore per il mare e per la vita, spiegando ciò che fa, come si prepara, ma anche a fare informazione sui rischi della strada, sul fare attenzione alla guida, inoltre inizia alla scoperta del mare persone diversamente abili come i due non vedenti che si sono appassionati alla subacquea grazie a lui.

Per restare in tema di acqua , l’acquario di Cala Gonone in Sardegna offre visite speciali multisensoriali alle persone non vedenti grazie al progetto “Il mare in ogni senso”, nato dalla collaborazione tra l’Unione italiana ciechi e ipovedenti e l’Università di Sassari. Una speciale visita guidata, rigorosamente dopo l’orario di chiusura perché da effettuare in assoluto silenzio, in modo da dare la possibilità ai visitatori non vedenti e ipovedenti di utilizzare olfatto, udito, tatto per cogliere i profumi, i suoni e le forme del mondo marino.

turismo accessibile 3

Le montagne del Trentino senza barriere 

Nessuna barriera neanche in montagna questa estate grazie al progetto di turismo accessibile “Trentino a occhi chiusi” (organizzato con l’Unione Ciechi) che prosegue a settembre con diverse proposte per i weekend, in tutte le principali valli del Trentino. Al link https://www.visittrentino.info/it/guida/eventi/trentino-ad-occhi-chiusi_e_1428931 il calendario completo delle iniziative, fino a novembre).  

In Toscana con Paola De Donato

Paola De Donato è una consulente turistica specializzata (tedesco-francese-spagnolo-inglese) in turismo accessibile in Toscana dove ha realizzato e sviluppato nel corso degli ultimi anni proposte di vacanze adatte a persone con disabilità motoria e visiva. Membro Enat (European Network for Accessible Tourism) www.accessibletourism.org, collabora con diverse agenzie italiane e straniere specializzate o interessate al turismo per persone con bisogni speciali e con l'Unione Italiana Ciechi di Firenze e Siena ed è membro dal 2014 di una rete europea che promuove il turismo per tutti. Info: www.paoladedonato.it A Bolognal’associazione Girobussola organizza tour di qualche giorno per persone non vedenti, con mappe tattili e ausili  tiflodidattici e senza trascurare, oltre all’interessante patrimonio architettonico della città, l’altrettanto attraente buona tavola e gli eventi proposti dal ricco panorama artistico-musicale bolognese, con un calendario di attività per tutto l’anno (www.girobussola.org).

Alla scoperta di Matera e dintorni accompagna abili e  diversamente abili Luca Petruzzellis. Le sue proposte le trovate sul sito dell’associazione SassieMurgia che grazie al progetto Turismo per Tutti a Matera e dintorni, è pioniera del turismo accessibile in Basilicata.

Infine, nella nostra Regione Campania è attivo  il blog denominato COMMA 2, ovvero Turismo accessibile in Campania e dintorni, avviato da Adele Fiorenza e Angelo Fusillo, una coppia disabile-accompagnatore.  Sempre in Campania tante le proposte messe in campo, per il tempo libero estivo di non vedenti e ipovedenti, dall’UnioneItaliana dei Ciechi e degli Ipovedenti ed U.N.I.Vo.C. (Unione Nazionale Italiana Volontari Pro-Ciechi), come il progetto Cinemart - la rassegna di cinema, musica e teatro che ha luogo all'Istituto Domenico Martuscelli fino al 15 settembre. Info e contatti: 081/5498834 (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione Territoriale di Napoli) - www.uicinapoli.it - uicna@uiciechi.it -

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
HamsikIl viaggio dei tre punti a UdineRitorna la Serie A dopo la sosta per l’impegno delle...
intrecci“Intrecci d’autore” nati dall’unione...L’idea nasce in un pomeriggio d’estate: favorire la...
tempoVivere il nostro tempo tra...Il tempo scandisce le vite di tutti noi e la nostra vita...
PYLeDuc setting upAndare avanti sino al «via!»Per la prima volta in assoluto Andare avanti sino al...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500