mercoledì 23 OTTOBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Il Natale nei borghi campani, qualche proposta per il 2018

Il Natale nei borghi campani qualche proposta per il 2018Eeeh, la magia del Natale. 

Dai, diciamoci la verità: chi può resistere a quel calore e a quei colori, alla spontanea voglia di stare insieme, alla serenità delle serate in famiglia e, anche, al rumore dei fogli di carta di un regalo appena scartato?

A meno che non siate il Grinch, la risposta è semplice: nessuno. E così, ogni anno, mentre fuori dalla finestra si sprigiona l’inferno di traffico e caos, quei pochi giorni sono il rifugio intimo per staccare e rifugiarsi nel proprio piccolo mondo.

Ed è in quei giorni che, dai, siamo davvero tutti più buoni, oltre qualsiasi influenza suoceresca. Anche verso quel cognato che sono tre anni che non si fa vedere e si è fatto pure crescere la barba perché ci deve sempre dare quei cento euro: non fa nulla, è Natale e si perdona tutto.

E vi perdoneranno anche i parenti, quando rimarranno attaccati al campanello perché, intanto, voi sarete andati a una delle tante iniziative che in questi giorni decorano i borghi campani.  Tranne vostro cognato: quello ormai non solo ha cambiato numero di telefono, si è fatto pure cambiare nome all’anagrafe.

San Martino Valle Caudina

Nel borgo avellinese da poco meno di 5mila abitanti (a 50km e circa un’ora e mezza di automobile di Napoli) va in scena l’undicesima edizione di “Illumina la Notte”, dall’8 dicembre al 6 gennaio, con una serie di eventi ad ingresso libero che proseguiranno fino alla Befana. Il programma completo è disponibile anche sulla pagina Facebook dell’evento, ma ne segnaliamo qualcuno qui: “Cantine del gusto” (domenica 9, alle 16.30); “Figli di una storia minore?”, sabato 15 alle 9.30, passeggiata per il centro storico; “InCanto di Natale”, concerto lirico strumentale venerdì 21 alle 18.30; “Arte e Vino”, domenica 23 alle 20, con degustazione di prodotti tipici; il “Palio dei Catuozzi”, lunedì 24 a partire dalle 23; lunedì 31 dalle 23.30 il concerto di Fine anno dalle 23.30 in piazza e, il giorno dopo, il Concerto di Capodanno, martedì 1 gennaio al castello Pignatelli della Leonessa. Domenica 6, infine, la chiusura con la grande calza della Befana. Non mancheranno i mercatini di Natale e l’intrattenimento con gli zampognari. 

Apice Vecchia

Se amate i borghi che sembrano sospesi nel tempo non potete non visitare Apice Vecchia, in provincia di Benevento (circa 90 km e 1h e mezza da Napoli). Numero di abitanti: zero. Il centro storico, che presenta le tipiche caratteristiche dell’insediamento “a conchiglia”, con direttrici chiesa – castello e con strade parallele dirette a piazze, è disabitato dopo la costruzione di un nuovo centro, in conseguenza dei terremoti del 1962 e del 1980. Per pochi giorni all’anno, però, si potrà visitare questo Borgo Fantasma, che per l’occasione si riempie di stand artigianali per il Mercatino di Natale, con spettacoli e visite guidate, tutti i venerdì, sabato e domenica, dal 23 novembre al 16 dicembre. Oltre ai mercatini, diverse le iniziative allestite per il Natale: Giardino Incantato, il Castello di Babbo Natale, la Camera dei Sogni del Natale, la Torre delle Luci Immaginarie e cori Gospel e musical. Gli eventi sono in programma dalle 10 alle 23, l’ingresso costa 5 euro ed è libero per bambini fino a 10 anni. Anche in questo caso, il programma completo è disponibile sulla pagina Facebook dedicata “Mercatino di Natale Castello dell’Ettore”.

San Lorenzello

Anche quest’anno il borgo beneventano medioevale alle falde del Massiccio del Matese (70km e 1h e mezza di automobile da Napoli) diventa un presepe a grandezza naturale, illuminato con “Luci d’Artista”, che arriva alla sua quinta edizione. Dal 25 novembre 2018 al 6 gennaio 2019 ci saranno due mesi di festa, con prodotti tipici, melodie natalizie e spettacoli. Il programma completo è sulla pagina Facebook dell’evento. E, se non vorrete fare a meno di assaggiare e riassaggiare il vino locale, potrete contare anche su ben 8 strutture ricettive, tra agriturismi e b&b, situati proprio nel centro storico.

Summonte Sempre a un’ora circa di automobile da Napoli (e poco meno di 60km) troviamo Summonte, borgo storico in provincia di Avellino, dove dal 6 dicembre al 5 gennaio c’è “Natale nel borgo incantato” con un ricco programma di eventi. A partire dall’8 dicembre il paese è invaso da luci artistiche, stand artigianali, esposizioni presepiali, artigianato tipico e prodotti gastronomici della tradizione. Se ci passate il 15 dicembre non dimenticate la macchina fotografica per immortalare le danze in abiti storici del ‘700 e dell’800, e se vi piace il genere non perdete la Tombolata storica napoletana del 1734, in abiti d’epoca, domenica 23 dicembre alle 18. Lunedì 31, dalle 22.30, sarà la volta del Capodanno in piazza e il 5 gennaio si chiude con l’evento dedicato all’Epifania: “Aspettando la Befana… mercatino di regali improbabili”, dove potrete trovare un po’ di tutto, tranne quei cento euro che avete prestato a vostro cognato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
I fazzoletti di tutti gli addiiL’Amore nel nuovo spettacolo di...Debutta a Napoli lo spettacolo I fazzoletti di tutti gli...
B izzoBiagio Izzo apre la stagione del LendiSarà il comico napoletano Biagio Izzo e il suo...
Gli ultimi giorni del comandante PlinioGli ultimi giorni del comandante...Sarà presentato a Napoli il romanzo storico “Gli ultimi...
still lifeApre a Gesco uno sportello gratuito...Uno sportello gratuito di ascolto e sostegno genitoriale...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500