sabato 23 MARZO 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

“Luci d’Artista”, per una serata last minute a un’ora da casa

salerno luminarieLe “Luci d’Artista”, che col 2018 arrivano alla dodicesima edizione, non hanno certo bisogno di presentazioni.

C’è chi le ama, e chi invece le ritiene una cafonata.

In ogni caso, non si può negare una cosa: sono belle e l’effetto scenico è assicurato.

Specie se avete sempre avuto una irresistibile attrazione per qualsiasi cosa faccia luce colorata (da qualche parte ho ancora decine di accendini con la lucina, comprati a prezzo carissimo dal venditore ambulante di turno che grazie al mio finanziamento ha potuto mandare a Cambridge i suoi classici trenta figli).

Ma, tornando a noi, anche quest’anno a Salerno sono arrivate le luci d’artista, da Piazza Portanova a tutti i punti principali del Centro Storico, passando per il centrale Corso Vittorio Emanuele.

salerno luminarie 1

La descrizione la lasciamo al sito ufficiale, che presenta l’evento così (e maggiori informazioni le potete trovare qui): “Il Centro Storico, piazza Sant'Agostino e la Villa Comunale immergono il visitatore nelle bellezze del Mediterraneo, in piazza Flavio Gioia un gigantesco Tempio di Poseidone lascia con il fiato sospeso. Lungo il corso Vittorio Emanuele il profumo dei limoni della Costa d'Amalfi ed i cuori ad arco già diventati "virali". Sulle scogliere e sulla spiaggia di Santa Teresa, addio ai pinguini; sono arrivati dei simpaticissimi delfini che guizzano tra le Waves di piazza Cavour. Una cascata di perle impreziosisce il Sedile del Campo, attorno alla Cattedrale di San Matteo dell'anno Mille angeli e presepi luminosi”.  

salerno luminarie 2

Dopo la parte istituzionale, però, facciamo quattro chiacchiere vis a vis.

Vale davvero la pena visitarle? Si e no.

Si, perché sono veramente belle (a prescindere dal discorso accendini, lucine e qualsiasi altra cosa che possa denotare una sindrome di Peter Pan o qualche altro trauma).

No, perché in questi giorni Salerno è veramente un tapis roulant di persone e potreste quindi rovinarvi la serata.

salerno luminarie 4

Qualche dritta

Lasciamo perdere, allora?

Ma assolutamente no.  

Le luminarie per il 2018/2019 sono attive fino al 20 gennaio. Evitando i weekend, ovvero i giorni di maggiore affluenza, è consigliabile fare questa capatina a Salerno negli infrasettimanali, quando troverete ugualmente molte persone ma potrete concedervi una visita più rilassata.

Per arrivarci si può usare la sempre amata/odiata automobile (autostrada, circa un’ora di viaggio da Napoli) o, in alternativa, il treno resta una buona scelta (ma studiatevi gli orari e, magari, restate a dormire in zona). Per il parcheggio, preferite le strade laterali e parallele (come via Gian Vincenzo Quaranta, dove si paga fino alle 21 e costa un euro all’ora). Da evitare, se possibile, le strade più centrali, dove prolifera la specie nota come “parcheggiatore abusivo del due euro a piacere” (tanto non hanno sul serio trenta figli e, se anche fosse vero, ormai è tardi per regalargli un televisore).

Le installazioni si trovano in un paio di chilometri di strada, quindi è possibile spostarsi agevolmente a piedi.

Imperdibile, sicuramente, la villa comunale, che con le installazioni assume quasi un’aria fiabesca. Ed è obbligatorio anche un giro tra le stradine del centro storico, dove fermarsi per bere qualcosa o mangiare un “cuoppo” di frittura.

Cosa: Le “Luci d’Artista” di Salerno, edizione 2018/2019

Dove: Salerno

Quando: 9 novembre – 20 gennaio 2019

Maggiori informazioni: sito internet

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Nico Falco
Author: Nico Falco
Giornalista e videoreporter, scrive di cronaca nera per il quotidiano Il Mattino e su Napoliclick cura le rubriche di teatro, viaggi e consumo critico

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
isidoroAlla Sala Assoli di Napoli “Isidoro”...Fra lacrime e risate giunge sul palco della Sala Assoli...
Milik 1Le tante curiosità sul NapoliCon la sosta del campionato a causa degli impegni delle...
funghiI funghi come risorsa per la memoria...La memoria è un bene prezioso si sa, ci permette di...
FSCLegno sostenibile per garantire le...Edilizia ed ecosostenibilità: in tempi in cui si parla...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
agendo 2019 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500