mercoledì 16 OTTOBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Weekend in Puglia: bambini, animali e nonni compresi

ALKBEROBELLOFasano- Alberobello- Polignano: tris di bellezze pugliesi per due giorni tra natura, buon cibo e tanto divertimento specialmente per i più piccoli.

Quello che vi proponiamo è uno short weekend in Puglia adattissimo per le famiglie con bambini (e nonni compresi). Due giorni e una notte per scoprire tre gioielli della bellissima Puglia.

Giorno 1: Napoli > Fasano, Zoosafari

Sono circa 300 i kilometri da percorrere da Napoli per arrivare allo Zoosafari di Fasano (poco più di tre ore di macchina, la strada è abbastanza comoda).

Lo Zoosafari è un’esperienza perfetta per i bambini di tutte le età e anche poco stancante per i nonni: si sta comodamente in auto mentre giraffe, cammelli e cervi simpaticamente si avvicinano al finestrino.

Finito il giro in auto si passa a Fasanolandia, il parco giochi dove ,compresi nel prezzo del biglietto dello Zoosafari, si possono visitare , tra le tante cose, la Sala Tropicale (acquario, rettilario e vivario) o arrivare con il simpatico Metrozoo al  Lago dei Grandi Mammiferi alla scoperta di orsi polari, ippopotami e rinoceronti.

All’interno del parco ci sono poi le classiche attrazioni da Luna Park (montagne russe, ruota panoramica, autoscontri e via dicendo) che però non sono comprese nel biglietto.

Unico piccolissimo dettaglio: il costo d’ingresso (28 euro adulti , 22 euro i bambini dai 4 ai 10 anni, meno di quattro anni gratis).

Ma ne vale la pena, i bambini saranno super felici.

Sistemazione: dormire in un trullo 

A pochissimi passi dal centro storico di Alberobello tra ulivi e natura, si trova il Bed & Breakfast La Rosa dei Trulli.

Si tratta di un complesso di trulli di varie dimensioni, molto belle e dotate di tutti i confort.

È un posto davvero suggestivo: la bianca pietra dei trulli fa da contrasto al verde intenso del giardino e offre agli ospiti un’area per i più piccoli con giochi, biciclette e bellissimi gattini (nel caso salutateci Nuvola, il bellissimo micio bianco).

I proprietari, cordiali e simpatici, sono molto attenti ai bisogni degli ospiti e amano molto i bambini (in camera troverete tanti libri e favole per i più piccoli).

Suggerimento: prima di cena, mentre i bambini corrono nel prato e tra gli ulivi, vi consigliamo un bell’aperitivo a base di birra ghiacciata e fave fritte, molto tipiche da queste parti.

Per cena sono tanti i ristorantiin zona che offrono i piatti tipici della tradizione.

Chiaramente non potete non assaggiare le orecchiette alle cime di rape e le fave con le cicorie.

Giorno 2: Alberobello e Polignano

 A un minuto dal B&B c’è il centro storico di Alberobello che con i suoi Trulli è uno dei 54 siti italiani inseriti dall'Unesco nella World Heritage List.

 Perdersi nelle stradine piene di trulli è molto rilassante e i bambini possono scorrazzare felici (il centro è isola pedonale, alcuni tratti però non sono comodi per i passeggini)

A mezz’ora di strada da Alberobello, e prima di tornare a Napoli, vi suggeriamo una bella sosta a Polignano a mare, un gioiellino incastrato tra rocce, mare e viuzze bianche

La zona più bella di Polignano è indubbiamente il suo piccolo centro storico, a cui si accede passando sotto un arco marchesale detto Arco della Porta.

Pausa Pranzo

Immaginatevi un panino e poi metteteci il mare dentro: è questo più o meno quello che potrete gustare da Pescaria, il fast food a base di pesce.

Prelibatezze di mare da gustare con calma in strada con i bambini che possono correre in libertà.

Il locale infatti si trova in Piazza Aldo Moro, appena fuori dal centro storico di Polignano, dove è possibile sedersi su spaziose panchine all’ombra dei tipici ulivi pugliesi.

In pratica potrete mangiare del buon pesce senza però tenete i bambini “sacrificati” e fermi a tavola.

Suggerimento: Il fritto di pesce e il panino burrata e tartare di gamberi sono superlativi.

Verso Casa: Trani

Se avete ancora energia e i bambini ancora reggono sulla strada verso Napoli vi consiglio una visita veloce  a Trani (anche se è talmente bella che meriterebbe più tempo).

Incantevoli sono la cattedrale romanica e il castello Svevo, direttamente sul mare.

Tipico da queste parti è il vino Moscato che con la focaccia pugliese pomodoro , olive , origano è  la morte sua.

Una toccata e fuga molto piacevole che piacerà a tutta la famiglia, bambini compresi.

Ecco la fotogallery

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
cento volteAl Palapartenope: il monologo di...Magnifico Visbaal Teatro presenta uno spettacolo di e...
Simonne JonesLa musica di Simonne Jones...Simonne Jones per la prima volta a Napoli: un "secret...
nujin"Nujin": storia di tre donne che...Il Festival Del Cinema dei Diritti Umani di Napoli con...
COCCINELLA VALORE DELLE DONNE COVERDonne che cambiano il mondoHevrin Khalaf, attivista curda, trucidata a sangue...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500