lunedì 16 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Che Calore! Ovvero ti prendo per la gola

Gole del caloreA dispetto del nome, le gole del Calore sono gelide. Ma dopo un bel trekking un bagno nell’acqua cristallina è d’obbligo così come un bel piatto di fusilli di Felitto e perché no, una serata con i sound system.

Le gole del Calore sono tra i luoghi incantati della Campania dove si può trascorrere un giorno o una vita. Il percorso creato dal fiume nelle rocce calcaree crea un paesaggio unico che lascia affascinati napoletani e non, infatti molti stranieri hanno comparato casa a Felitto, un borgo di 1200 anime a poca distanza dal fiume. Artisti di strada, personaggi più o meno noti dello spettacolo, turisti stranieri facoltosi si sono innamorati del luogo e tornano ogni anno.

Il bello delle gole è che sono accessibili ad ogni età e per ogni tasca. Il mare di Agropoli è meno di due ore, ma non importa, nella gola del Calore il tempo si ferma e si distende tra passeggiate nella foresta e bagni nelle gole del Calore dove l’acqua assume mille sfumature tra il turchese e il verde bottiglia ed è una sferzata di energia anche in pieno agosto. L’area facilmente balneabile è a qualche centinaio di metri dal parcheggio comunale e da un campeggio che si trova sull’altra sponda del fiume. Tra le attività che si possono compiere, oltre a numerosi trekking, ci sono canoa, pedalò, kayak e rafting. L’alta Valle del Calore inoltre vanta un numero cospicuo di ponti medievali, importanti vie di comunicazione e di commercio risalenti agli inizi del XI secolo.

1 gole

Il trekking delle gole del Calore

Le Gole del Calore in partenza da Felitto rientrano fra gli itinerari di trekking più interessanti del Cilento (altri trekking partono da Remolino). Le pareti calcaree di queste gole creatasi grazie ai resti fossili di milioni di anni, che in alcuni punti raggiungono anche l'altezza di qualche decina di metri, si presentano generalmente umide e poco soleggiate. Nell'ambiente circostante è stata riscontrata la presenza della lontra, della trota fario, del merlo acquaiolo, del martin pescatore, e della salamandra dagli occhiali nonché della rara rana ululone dal ventre giallo. Assai ricca e variegata si presenta anche la flora del sottobosco in cui sono presenti la valeriana, le felci, il pungitopo, l'aconito, le bacche di mirto e molte altre specie.

Il sentiero ad anello costeggia il fiume Calore sulla sinistra fino al ponte di Pretatetta: un arco naturale che si è formato in seguito alla frana di un enorme masso caduto dal monte che ha forma di una tetta, da qui probabilmente il nome. Superato il masso il sentiero continua sulla sponda sinistra ritornando verso il paese.

È possibile però fare una deviazione alla grotta di Bennardo che si trova proprio nella zona più esposta al sole dove si apre uno scorcio panoramico delle gole viste dall’alto. La grotta è una parte scavata della montagna dove c’è una costruzione in pietra che risale agli inizi dell’ottocento. Inizialmente rifugio dei briganti, fu poi abitata agli inizi del novecento, da un eremita di nome Bennardo che qui fu trovato impiccato. La grotta conserva ancora i resti del forno, di una piccola cavità nella roccia usata per conservare i cibi sotto sale, due piccole stanze e l’arco del portale di ingresso.

Per chi voglia realizzare il trekking in autonomia c’è il sito: http://www.goledelcalore.it/ dove potrete trovare tutte le informazioni sulle passeggiate a Felitto e alle gole.

Info campeggio: Rossella, cell. 3808973861.

Un trekking organizzato particolarmente suggestivo che prevede il pernottamento di una notte in tenda è quello proposto da Metadventures, una giovane associazione creata da guide associate all'AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, https://www.facebook.com/italiaguide/) tra geologi, esperti di foreste, tradizioni popolari e di storia che propongono trekking che sono anche esperienze di socializzazione e divertimento con stimoli che vanno da cene con prodotti tipici, a musica dal vivo, a performance artistiche.

2 trekking

Felitto

Il paese è un borgo medievale che conserva ancora numerose torri di guardia e mura di cinta, tipiche dell'anno 1000. L'origine di Felitto è da ricondurre a qualche secolo prima dell'anno 1000. Strategicamente la posizione era straordinaria: sopraelevata, inaccessibile o accessibile con molta difficoltà dai quattro lati con la possibilità di controllare con facilità tutta la valle del Calore. Felitto era dotato di un notevole complesso murario fortificato, precisamente da 13 torrioni di cui tre di forma quadrata. Nel centro storico è ancora oggi conservato un antichissimo castello. La cinta muraria risulta solo parzialmente intatta, poiché demolita in alcune parti. A Fellitto c’è anche una piscina comunale aperta tutti i giorni dalle 09.30 alle 18.30. Immersa nel verde, la piscina, offre una vista incredibile sulle colline circostanti e anche questa, dista poco meno di un chilometro dalla sagra del fusillo felittese.

Il fusillo di Felitto

A proposito di gole, un'altra ragione per visitare Fellitto è la gola. Il piccolo borgo è infatti conosciuto per il fusillo: una pasta fresca unica, la cui ricetta si tramanda attraverso le generazioni rispettando la tradizione. È proprio al fusillo è dedicata la 44ª Sagra del Fusillo Felittese, la più longeva della Campania, che si terrà dal 13 al 23 Agosto 2019 al centro del paese. Tutte le sere della sagra saranno accompagnate da spettacoli, musica, divertimento, mostre di pittura, fotografia e tanto altro. Alla sagra, aperta dalle 12.30 a pranzo e dalle 19.30 la sera, oltre alla possibilità di gustare il fusillo felittese, offre la possibilità di godersi altri piatti della tradizione cilentana, come il ragù di castrato o vitello. Per chi visita le gole anche in altri momenti dell’anno non lontano dall’area balneabile c’è Remolino, una trattoria pizzeria che propone il fusillo e altre paste fatte a mano nonché salsicce, formaggi locali e altre specialità a costi contenutissimi.

3 Fellitto castello

Musica in Calore

L’area delle gole del Calore in estate offre un’altra importante attrattiva: la musica.

Nel week-end del 26/29 luglio si tiene il 5° ROCKERS CALORE FESTIVAL con il patrocinio del comune di Castelcivita e la collaborazione della comunità locale si fa interagire la cultura dei Sound System con il territorio. Oltre alle diverse attività che si svolgeranno ci saranno tre aree musicali attive con un totale di 9 sound system installati.

Mentre nel week-end del 14/18 agosto si tiene il 6° Festival Dubstone on the river che nasce dalla voglia di vivere l’arte e la musica in contesti naturali in modo da riscoprire il contatto con madre terra e imparare a conviverci in maniera sostenibile. La musica come canale principale di espressione che coinvolge e da la possibilità di comunicare e far crescere realtà sconosciute e artisti emergenti, creare dei meeting culturali e laboratori artistici, favorire l’incontro di musicisti, artisti, artigiani, cercando di spianare la strada a connessioni di ogni tipo con scopi di aggregazione e collaborazione.

4 dubstone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Sociologa, giornalista pubblicista e appassionata di fotografia, è specializzata nel giornalismo sociale e di viaggio.

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
bagaria orkestraBAGARIJA ORKESTAR all’AperiSepeQuale giorno migliore del calendario napoletano se non...
lunchboxA ognuno il suo Lunchbox. Il cestino...L’attenzione per l’ambiente e quella per la sana...
BOA SORTEBREATHLESSVenerdì 27 settembre alle 19.00 Spazio NEA inaugura la...
cover MannAl Museo Archeologico Nazionale:...Un museo sempre più aperto al territorio e alle...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500