mercoledì 18 SETTEMBRE 2019
blank
 
chi siamo 
contatti

Buoni propositi di settembre: a tutto trekking

trekking CampaniaSe volete iniziare l’anno lavorativo con il buon proposito di fare trekking nei week-end ecco alcune mete a cui potete pensare mentre siete sotto l’ombrellone.

Il sentiero degli Dei (mai nome fu più adatto): percorre i Monti Lattari per circa 10 km collegando il Comune di Agerola a Nocelle, frazione di Positano alle pendici del Monte Pertuso. Il percorso che si snoda a metà altezza tra il mare e le nuvole gode di un favoloso panorama della Costiera Amalfitana e di Capri e si divide nel più faticoso sentiero "alto" che va da Santa Maria di Castello a Bomerano dai 659 m di Santa Maria di Castello ai 1079 m s.l.m. di capo Muro, per arrivare di nuovo poi ai 633 m s.l.m. di Bomerano, punto di arrivo di questo percorso alto e di partenza per quello basso. Il sentiero "basso" va da Bomerano a Nocelle ed è meno faticoso e più suggestivo, quasi esclusivamente in discesa, anche se imboccato da Vettica Maggiore o da Praiano, obbliga ad affrontare scalinate e salite per raggiungere il corso vero e proprio. Salendo da Praiano è invece possibile visitare il convento di San Domenico (situato in una posizione incantevole a circa 400 mt. s.l.m.) con la sua chiesa di “S. Maria a Castro” (12° sec.) ed il convento domenicano annesso che risale al 16° sec. Giunti al Monte Pertuso nella parte alta di Positano vi sarete meritati una lauta cena con braciata, ma anche ottimi primi, vista Capri nell'ottima Trattoria la Tagliata (tel: 089 875872). Per dormire a meno di non volervi portare dietro la tenda, ecco un paio di agriturismi con ottimo rapporto qualità-prezzo: l'agriturismo Sant'Alfonso a Furore a circa 3 km dal sentiero: www.agriturismosantalfonso.it oppure l'agriturismo Valle degli Dei ad Agerola (via Paipo, 6, Bomerano, tel: 334 132 0976).

Maggiori informazioni sul trekking le troverete sul sito dell'associazione "Sentieri degli Dei": www.sentieridei.it/sentiero_degli_dei.html .

Sentiero di Punta Campanella: la riserva marina protetta Punta della Campanella, istituita nel 1997, è situata nelle province di Napoli e Salerno e si estende su una superficie in mare di oltre 1500 ettari, tra il comune di Massa Lubrense e il comune di Positano. Punta Campanella è separata dalla Bocca Piccola dall'isola di Capri ed è sovrastata dal Monte San Costanzo (497 metri) che fa parte della catena dei Monti Lattari e ad est è delimitata dalla Baia di Ieranto. Il sentiero per raggiungere Punta Campanella parte da Termini, nome non casuale per indicare l'ultimo borgo abitato della Penisola Sorrentina. Gli autobus che arrivano a Termini partono dalla stazione di Sorrento. Dalla piccola piazza del paese, affacciata su Capri, troverete le indicazioni sulla strada da percorrere per imboccare il sentiero. Il sentiero è facile e pianeggiante e costeggia da un lato il mare e dall'alto piccoli orti e uliveti. A un certo punto vi ritroverete a un bivio: la strada in salita vi condurrà lungo il crinale di Monte San Costanzo, l'altra al pianoro di Punta Campanella dove si trovano una torre saracena e i resti del Santuario di Minerva.

Un’altra possibilità per gli amanti della natura per camminare nel verde sono le Oasi del WWF ( Guarda la MAPPA). In particolare vicina alla Costiera è l’Oasi di Persano e nei pressi di Castellabate, le Grotte del Busento.

L'Oasi WWF di Persano più conosciuta come l’Oasi della lontra, splendido e raro mammifero terrestre a rischio in Italia, si trova all'interno di un Sito d'Importanza Comunitaria (SIC IT8050021) nei comuni di Campagna e Serre (Sa) con ingresso da Serre in via Falzia,13. È inoltre una Zona di protezione Speciale (ZPS IT8050021). L'area si estende per circa 110 ettari e attraversata dalle acque del Sele che, con i vicini affluenti, ospitano una delle popolazioni più importanti di lontre: questa specie è un simbolo, un indicatore ecologico, una garanzia. Infatti, l’Oasi e la confinante Tenuta Militare di Persano formano una grande isola verde le cui caratteristiche naturali si sono mantenute pressoché’ inalterate. Il percorso natura, tra i più attrezzati d'Italia, passa in rassegna i vari punti d'osservazione. L’Oasi è aperta il sabato, la domenica e il mercoledì dalle 10 alle 18.

L’oasi del Busento è un canyon ricoperto da lussureggiante vegetazione da visitare percorrendo un sentiero che si snoda dal centro storico lungo un ruscello con sorgenti, cascate, un antico mulino fino alla grotta dove si assiste alla risorgenza del fiume carsico Bussento. Si trova all’interno di un Sito d'Importanza Comunitaria (SIC IT8050016) nel Comune di Morigerati (Sa). L'area si estende per circa 607 ettari all'interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed è anche nella lista mondiale dei Geoparchi.

E infine ci sono le splendide Gole del Calore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
Angkor Wat Alessandra del Giudice Angkor What?Vado ad Angkor Wat! Non so in quanti abbiano scosso la...
RalphPRalph P, il rapper al Cinema...Il giovane rapper Ralph P sarà presente all’anteprima al...
un figlio è pocoUn figlio è poco, due sono troppiAngelica Massera, l’attrice e web creator romana,...
obsObsolete&Discontinued ai Magazzini...Un affascinante progetto che esalta a tutto tondo il...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
Agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
il poggio
napolicittasolidale
amicar 500