Martedì, 20 Febbraio 2024

Editoriale

Reddito di Cittadinanza, con il taglio aumenterà l’insicurezza sociale

Il conto alla rovescia è iniziato. A luglio oltre la metà dei percettori del Reddito di Cittadinanza dichiarati occupabili non percepirà più l’assegno. Per gli altri la scadenza è rimandata solo di qualche mese a gennaio 2024. Faccio fatica a immaginare gli effetti della scriteriata decisione del governo Meloni in un territorio come il nostro, dove si concentra il 20% dei beneficiari a livello nazionale. Di una cosa però sono certo: ci sarà un incremento dell’insicurezza sociale. Il taglio di questa misura coinvolgerà perciò tutti, anche quelli che non lo hanno mai percepito, perché ci costringerà a vivere in una città ancora più incattivita.

Autonomia differenziata, un disastro per il Sud

La Campania fa parte delle 50 regioni europee più povere. Naturalmente, in buona compagnia di altre regioni meridionali come Puglia, Calabria e Sicilia, come è tipico di questo tipo di classifiche. Oltre venti anni di fondi europei per la coesione non solo non ci hanno permesso di recuperare posizioni, ma ne abbiamo perse 36 perché allora eravamo al 165esimo posto.

Napoli al primo posto per vivibilità climatica? Oltre le classifiche, c’è la realtà

Fa ovviamente piacere, ma una certa impressione, trovare Napoli al primo posto delle grandi città italiane nella classifica dell’Indice di vivibilità climatica. Prima fra le grandi città e 17esima fra i capoluoghi italiani. Almeno nel 2022 c’era chi stava peggio, in un paese che comunque non brilla per cura del territorio e nel quale si moltiplicano ovunque i fenomeni climatici estremi, fino alle conseguenze tragiche dell’alluvione di Casamicciola a Ischia o di quella recente in Romagna.

Il paradosso napoletano: la città che cresce rimanendo povera

In un Sud che Confcommercio fotografa fermo e con meno occupati di 30 anni fa, con un divario rispetto al nord che cresce, nella metropoli che il rapporto sulle dichiarazioni dei redditi pubblicato dal ministero dell’Economia e Finanza attesta come la più povera d’Italia, qualsiasi discorso che si distacchi dall’apologia trionfalistica del boom turistico a Napoli è bollato come impopolare e velleitario.

Elezioni, la fuga dalla politica

Nella città metropolitana di Napoli si è votato in tre importanti comuni: Cercola, Marano e Torre del Greco. Si può ragionevolmente dire che in tutti e tre vince l’astensionismo, senza nulla togliere ai sindaci eletti ai quali va il mio augurio.

Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER