Giovedì, 18 Aprile 2024

Parco archeologico di Pompei senza il caldo, il nuovo itinerario per stare al fresco

Visitare i siti del Parco archeologico di Pompei con il grande caldo che sta investendo quest’estate tutto il Paese diventa una vera e propria sfida. È così che gli addetti ai lavori hanno elaborato per l’estate 2023 un percorso anti-afa che consente ai visitatori di ammirare le bellezze del parco archeologico più famoso del mondo senza soffrire.

Il nuovo itinerario con l’apertura straordinaria dei giardini della Palestra Grande

Non solo grandi spazi esposti al sole: è possibile godere dell’antica città di Pompei anche stando al fresco. Accedendo dall’ingresso di piazza Anfiteatro è possibile visitare a pochi passi l’anfiteatro, per uno sguardo all’arena, trattenendosi anche negli ambulacri dove è allestita la mostra dedicata ai Pink Floyd, e al loro concerto a porta chiuse del 1971.

Da li ci si può affacciare nella palestra grande che ospita nel portico centrale la mostra “Arte e sensualità nelle case di Pompei” e dove ci si può trattenere nei giardini alberati della palestra, che saranno per questo periodo, resi fruibili in via straordinaria al fine di consentire una sosta al fresco. In ombra anche le case nelle immediate vicinanze: i Praedia di Giulia Felice, la casa di Octavius Quartio, la  casa della Venere in Conchiglia.

Poco più avanti, si incontrano alcune case con copertura quali la casa del Menandro,  la casa della Nave Europa, la Conceria, la casa dell’Efebo, la Fullonica di Stephanus, e la casa di Sirico.

Dall’ingresso invece di Piazza Esedra, si segnalano le zone in ombra della pineta posta lungo il Viale delle Ginestre di accesso in direzione del quartiere dei Teatri. Ma anche l’Antiquarium, spazio museale che espone i reperti più rilevanti che raccontano la storia di Pompei, inclusi i calchi delle vittime dell’eruzione. Nei pressi del teatro, è quasi completamente in ombra la suggestiva area del Foro triangolare. E lungo via dell’abbondanza l’orto botanico, che sarà aperto per consentire soste fresche in questi gironi.

Di seguito ulteriori domus coperte, nell’area nord est degli scavi: casa dei Vettii, casa Dioscuri, casa degli Amorini Dorati, casa delle Nozze D’argento, Villa di Diomede, Villa dei Misteri.

I consigli anti-caldo

 

La direzione del Parco archeologico di Pompei invita i visitatori a seguire alcune semplici indicazioni per evitare, comunque, colpi di calore e insolazioni:

 - Proteggersi con cappelli e occhiali da sole;

- Proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo;

- Evitare di visitare il sito archeologico nelle ore più calde della giornata, soprattutto per bambini ed anziani;

- Portare con sé bottigline o borracce d’acqua e bere anche in assenza di stimolo. All’interno degli scavi sono presenti diverse fontane pubbliche di acqua potabile (consultare la mappa fornita agli ingressi);

- Limitare il consumo di bevande con zuccheri aggiunti, di caffè e di alcolici;

In caso di emergenza si può contattare il presidio Medico del Parco al numero +39 081 8575404

Chiara Reale
Author: Chiara Reale
Si occupa di promozione, strategia di comunicazione e management nel settore arte e cultura. Cura mostre di arte contemporanea ed eventi culturali.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER