Mercoledì, 24 Luglio 2024

Iacopo Pinelli con Storie di alterazioni spaziali alla Shazar Gallery

Si intitola “Storie di alterazioni spaziali” ed è la personale di Iacopo Pinelli a cura di Domenico de Chirico, che sarà inaugurata sabato 18 maggio 2024 alle 17 alla Shazar Gallery a Napoli.

Il percorso espositivo sviluppa un progetto ad hoc elaborato per oltre un anno mettendo in mostra un gruppo di installazioni in cui il concetto di “restauro del tempo” diventa protezione, riscoperta, analisi e cura. Secondo il curatore Domenico de Chirico “L'intera serie di questo nuovo ciclo di opere consiste in una vera e propria riconquista del tempo per mezzo di piccoli gesti quotidiani di conservazione e catalogazione.” Attraverso l’accostamento del materiale caro a Pinelli, il cemento, e le tracce organiche da lui raccolte in un lungo processo di attesa e studio, il fluire del tempo appare nelle minuzie che portano al pubblico storie di angoli trascurati, di vuoti a cui appendere identità, di passaggi animati e di cicli eterni. 

In Chiedilo alla polvere le cornici di legno ripropongono il vuoto creato dai fori che l'artista ha praticato nel proprio studio conservando la polvere ottenuta e riproponendola come segno tangibile del processo. Il lavoro Venerdi pomeriggio celebra la consapevolezza delle piccole azioni quotidiane, catturando i risultati di una ciclica pulizia in oggetti di resina trasparente. Da dove veniamo racconta del lungo recupero dei semi trasportati o digeriti dai volatili, mentre Alterazioni spaziali mostra, attraverso lenti di ingrandimento, il passaggio di piccoli insetti attraverso delle tracce che segnano alcuni fogli di carta inseriti in porzioni di architetture domestiche. “In “Storie di alterazioni spaziali” tutto è magicamente frutto del divenire del tempo, della casualità e della volontà di interazione con altri esseri o elementi e, in questo caso, anche della mano dell'artista …”

L’artista

Iacopo Pinelli (Gavardo - Brescia, 1993), vincitore nel 2016 del primo premio di New Italian Talent a cura di Flavia Motolese e Mario Napoli, ha attirato subito l’attenzione degli addetti al settore per un linguaggio intenso e innovativo. Ha esposto in numerose mostre nazionali (Roma, Torino, Genova) e internazionali (Madrid, Romania), le sue opere fanno parte di importanti collezioni come Marval Collection (Milano – Berlino), Kells Collection (Santander, Spagna), Tuytens Collection (Bruxelles). Storie di alterazioni spaziali rimarrà aperta fino al 25 luglio 2024 dal martedì al sabato dalle 14.30 alle 19.30 e su appuntamento.

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER