Domenica, 02 Ottobre 2022

Giornate Europee del Patrimonio: a Napoli visite guidate e aperture straordinarie

Tornano le Giornate Europee del Patrimonio con due giornate di visite guidate, iniziative speciali e aperture straordinarie organizzate nei musei e nei luoghi della cultura italiana sul tema: “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro”.

L’appuntamento è per sabato 24 e domenica 25 settembre 2022. In particolare, sabato sono previste aperture straordinarie serali nei musei statali con ingresso al costo simbolico di 1 euro. Anche Napoli partecipa all’evento aprendo le porte di musei e siti culturali.

Giornate Europee del Patrimonio a Napoli visite guidate e aperture straordinarie 1

Museo e Real Bosco di Capodimonte

Sabato 24 settembre dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30) è prevista un'apertura straordinaria serale del museo con ingresso al costo simbolico di 1 euro (escluse le gratuità previste per legge. Il pubblico potrà ammirare le collezioni e le mostre in corso: Il patriarca bronzeo dei Caravaggeschi: Battistello Caracciolo (1578-1635) in sala Causa, Salvatore Emblema, Oltre Caravaggio. Un nuovo racconto della pittura a Napoli e Cecily Brown. The Triumph of Death inserita nel ciclo di mostre focus L’Opera si racconta. ). Prenotazione consigliata, ma non obbligatoria, sul sito coopculture.it

Visita speciale agli Arazzi della Battaglia di Pavia a cura de Le Nuvole. Adulti e bambini saranno accompagnati ad ammirare gli arazzi d’Avalos, recentemente restaurati e in un nuovo allestimento, che raccontano con minuziosa raffinatezza l'epica Battaglia di Pavia (1525) tra le truppe dell’imperatore Carlo V e quelle francesi comandate dal re Francesco I di Valois e a creare, attraverso l’intreccio di fili, il proprio manufatto tessile da portare a casa.

I sette arazzi provengono dal legato testamentario di don Alfonso d’Avalos, marchese del Vasto e principe di Pescara, che lasciò la raccolta di famiglia allo stato italiano nel 1862 (acquisita di fatto nel 1882). Presumibilmente, gli arazzi arrivarono nella collezione d’Avalos grazie ad un dono imperiale a Francesco Ferdinando d’Avalos, erede del grande condottiero Ferdinando Francesco d’Avalos, tra gli artefici della vittoria di Pavia.

Massimo 25 persone

Costo  7 euro oltre al costo d’ingresso al sito 1 euro

Durata 1 ora

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prenotazioni: https://www.coopculture.it/it/prodotti/gli-arazzi-della-battaglia-di-pavia-del-museo-di-capodimonte/

Il Real Bosco di Capodimonte è uno scrigno di storia e natura unico nel suo genere, un luogo d'arte con ben 400 specie vegetali distribuite in differenti habitat che ospitano svariate specie di uccelli e piccoli mammiferi, un perfetto esempio di biodiversità al centro di una grande area metropolitana come quella di Napoli. Per conoscere le sue origini storiche e la sua ricchissima complessità botanica, il Museo e Real Bosco di Capodimonte propone per domenica 25 settembre alle 11.00 una speciale visita guidata a due voci. L’iniziativa è promossa e realizzata dall’Associazione Amici di Capodimonte Ets e da Euphorbia, che mettono a disposizione loro risorse e competenze per un itinerario multidisciplinare che mette insieme storia, arte e botanica.

Il percorso comincia al Belvedere, la cui vista panoramica abbraccia il colle di San Martino e il golfo di Napoli fino a Punta Campanella e Capri.

Prosegue poi nelle aree antistanti la Reggia, percorrendo lo Spianato, un tempo usato per il pascolo e, attraversando il Giardino Anglo- Cinese, raggiunge l'Emiciclo di Porta di Mezzo, antico accesso settecentesco al Real Bosco in cui si possono ammirare le splendide statue che introducono la prospettiva sui sette viali del giardino tardo-barocco, delineato dal Settecento per assoggettare il Real Sito alle esigenze di caccia di Carlo di Borbone.

La visita prosegue tra gli alberi monumentali del giardino paesaggistico-pastorale ottocentesco voluto da Ferdinando II. Nelle ampie praterie, oggi fortemente vissute dai cittadini che vi praticano molteplici attività sportive e ricreative, nel Settecento erano situati la Real Fabbrica delle Porcellane e i giardini produttivi, una vera comunità agricola auto-sostenibile di cui c’è traccia negli edifici del Bosco: la Chiesa di San Gennaro, il Cellaio, la Capraia e la Fagianeria.

Immergendosi nel fitto dell'ecosistema boschivo, si giunge infine alla Fontana di Mezzo, così denominata per la sua posizione centrale rispetto al Real Bosco.

Visita gratuita, max 25 persone, prenotazioni alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (entro venerdì 23 settembre e attendere mail di conferma)

MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Nell'ambito della tradizionale apertura serale, che sarà in programma sabato 24 settembre dalle ore 19 al costo simbolico di 1 euro, il MANN proporrà il concerto dei Not Just Fella's. La band, composta da Rita Genny (voce), Fabio Mingardi (batteria), Gaetano Severini (basso), Ferdinando Zaccaria (tastiere) e Salvatore Vitale (chitarre), a partire dalle ore 21 proporrà brani di artisti da tempo impegnati nel sociale e nella difesa dell'ambiente: Patty Smith, Anouk e Cold Play, per citarne solo alcuni.

Nel Giardino delle Camelie (ore 19), da non perdere l'omaggio alla nostra città in occasione della presentazione del libro "Piccolo Diario Napoletano. Un viaggio sentimentale" (Edizioni il Papavero) di Paola Tesei: la bellezza del paesaggio e della cultura partenopea sarà ripercorsa tra prose liriche, acquerelli e disegni.

Non mancherà il classico itinerario guidato all'evento espositivo di punta del Museo Archeologico Nazionale di Napoli: sabato prossimo (ore 11), da non perdere la visita dedicata all'allestimento "L'altro MANN"con la curatrice Marialucia Giacco. La prenotazione è obbligatoria (via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo./ telefonica, dalle 9.30 alle 16: tel. 0814422329) e l'appuntamento per iniziare il percorso è al secondo piano, nella sezione Affreschi. Ancora, domenica 25 settembre, nell'ambito delle proposte MANNforbabies, ecco due laboratori musicali pensati per piccolissimi visitatori (ore 10.30: bimbi da 0 a 3 anni; ore 11.30, bimbi dai 3 ai 6 anni): filo conduttore della mattinata sarà il gioco musicale come modalità di avvicinamento all'arte. I percorsi, che avranno prenotazione obbligatoria, (via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo./ telefonica, dalle 9.30 alle 16: tel. 0814422329), saranno condotti dai musicisti Margareth Ianuario e Daniele Barone e da Elivra Ermann (Nati per la musica- Campania).

Museo cappella Sansevero  

Sabato 24 settembre il gioiello barocco sarà aperto al pubblico fino dalle 9 del mattino alle 22, con ultimo ingresso alle 21:30. Parte del ricavato derivante dalla vendita dei biglietti, nella misura di 1 euro per ogni biglietto emesso durante l’intera giornata, verrà destinata al completamento del progetto di restauro della tavola di Giovanni Balducci, San Domenico diffonde il Rosario, datata 1623 e custodita all’interno della Basilica di Santa Maria alla Sanità.

Orario apertura: dalle 9:00 alle 22:00 - ultimo ingresso alle ore 21:30.

Per effettuare la visita al Museo, è fortemente consigliata la prenotazione online.

La prenotazione online è obbligatoria per gruppi a partire dalle 10 unità.

Biglietto ordinario: € 8,00 (+ € 2,00 in caso di prenotazione online)

Soci FAI: € 6,00 (+ € 2,00 in caso di prenotazione online)

Biglietto ridotto (ragazzi da 10 a 25 anni): € 5,00 (+ € 2,00 in caso di prenotazione online)

Bambini fino a 9 anni: omaggio (+ € 1,00 in caso di prenotazione online)

Palazzo Reale di Napoli

Sabato 24 settembre sono state programmate due visite guidate gratuite nei depositi e nei laboratori di restauro nel piano ammezzato dell’edificio, dove nel XIX secolo erano ubicati i locali di servizio alle cucine reali, ancora riconoscibili per la presenza dei piani e dei pavimenti maiolicati, di mensole e dispense.

Gli spazi, aperti per l’occasione, corrispondono a una parte del Palazzo che in origine affacciava sul giardino cinquecentesco e che fu definita architettonicamente tra la seconda metà del Seicento grazie agli interventi di trasformazione voluti da Carlo di Borbone.

La visita, guidata da storici dell’arte e dai restauratori, mostrerà al pubblico gli ambienti di lavoro in cui gli operatori del restauro si prendono cura del patrimonio artistico del museo e il deposito dei dipinti, ritornati in funzione nel 2014 a seguito di importanti lavori di ristrutturazione. In questi spazi sono ancora individuabili le murature e le decorazioni architettoniche seicentesche, rimesse in luce dai recenti restauri e non più visibili dall’esterno.

I visitatori, in gruppi di 25 persone, verranno accompagnati nel Palazzo attraverso percorsi non solitamente accessibili al pubblico con visite si svolgeranno alle ore 10.00 e alle ore 11.30 (la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti al seguente link: https://www.coopculture.it/it/prodotti/il-laboratorio-di-restauro-e-i-depositi-quadri-e-cornici/).

Le visite sono gratuite ma è necessario munirsi del biglietto del museo acquistabile direttamente sul posto oppure on line, sempre sul sito di CoopCulture (www.coopculture.it)

Inoltre sabato 24, dalle ore 20,00 alle 23,00 (ultimo ingresso alle ore 22,00), l’Appartamento Storico sarà aperto nell’orario straordinario serale con il biglietto al costo simbolico di 1 euro.

Domenica 25 settembre, invece, il Palazzo Reale di Napoli, in collaborazione con l’azienda Sidda Sud, organizza nel Giardino Romantico, dalle ore 11,00 alle 13,00, una visita didattica che illustrerà la storia della falconeria dal Medioevo fino ai giorni nostri. L’attività sarà intervallata da dimostrazioni di volo e di allontanamento con i falchi, sistema efficace e non cruento utilizzato per bonificare le zone infestate da volatili. La prenotazione non è necessaria.

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo