Martedì, 28 Maggio 2024

Assia Fiorillo vince il Premio Gianmaria Testa

La cantautrice napoletana Assia Fiorillo si è esibita in duo con il chitarrista Daniele Palladino vincendo il Premio Gianmaria Testa, organizzato all’interno del 42° Premio Letterario Internazionale Città di Moncalieri dal Circolo Culturale Saturnio, che si è tenuto alle Fonderie Limone.

Il brano con cui si è aggiudicata la vittoria è Io sono te (prodotto da Max D’Ambra) che è la colonna sonora del documentario “Caine” di Amalia De Simone, girato in due carceri femminili e andato in onda su RaiTre, ed ha come temi principali proprio il carcere, la guerra e la propaganda.

Spiega Assia Fiorillo: « Avere la possibilità di condividere la propria musica in contesti così belli ed importanti è sempre una grande emozione. A maggior ragione se il brano scelto per partecipare al Premio è un brano come “Io sono te” che racconta un punto di vista normalmente invisibile o ignorato: quello delle donne detenute. Ho provato, per quanto potessi, a creare un ponte, trascorrendo molte ore con loro, sono stata nelle loro celle e talvolta ho passeggiato tra le quattro mura dell’ora d’aria insieme a loro. Scrivere quel brano è stato un tentativo di portare luce a queste vicende e ogni volta che “Io sono te” approda in contesti come il premio Gianmaria Testa penso che un po’ ci sono riuscita. Credo che la musica possa avere anche una funzione sociale importante. Può essere davvero in grado, grazie alla sua forza catartica, di scuotere le conscienze e in questa direzione è andata anche la mia scelta del secondo brano da cantare stasera.

Assia Fiorillo vince il Premio Gianmaria Testa 1

Bisognava scegliere un brano di Gianmaria Testa e pur essendocene diversi che mi sarebbe piaciuto cantare, ho sentito come inevitabile la mia scelta. Ce n’è stato uno che aveva delle parole così profonde e profetiche che mi si sono attaccate addosso e, nonostante la difficoltà di un brano che immaginavo avrebbe potuto cantare solo lui con la sua voce calda, ho sentito la necessità di condividere quelle sue parole. In tempi così bui, in cui le narrazioni della realtà diventano più decisive della realtà stessa, dove le parole perdono spesso autenticità per farsi propaganda, le parole di Gianmaria Testa diventano profetiche e ci ricordano che l’arte può guidarci attraverso i momenti più bui e che artisti come lui vivono per sempre nelle loro opere e quelle opere stesse sono un dono di cui dovremmo essere grati.»

Ilaria Saitta
Author: Ilaria Saitta
Laureata in Lingue e culture moderne per la comunicazione e cooperazione internazionale, si occupa di organizzazione eventi e scrive di cinema, teatro e musica.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER