mercoledì 16 AGOSTO 2017
blank
 
chi siamo 
contatti

Cinema

Primo appuntamento di AstraDoc con Herzog

AstraDoc 2017 inaugurazioneRiparte AstraDoc il “Viaggio nel cinema del reale” oramai diventato un cult dell’inverno-primavera partenopeo. Il primo appuntamento è venerdì 18 novembre alle 20.00 con Werner Herzog.

Tra novembre 2016 e maggio 2017 il meglio del cinema documentario internazionale torna a Napoli al Cinema Astra di via Mezzocannone 109, grazie ad Arci Movie, Parallelo 41 Produzioni, Coinor e Università degli Studi di Napoli Federico II.

Per la VIII edizione, oltre 20 appuntamenti, in via di definizione, una trentina di titoli in programma tra alcuni dei migliori documentari degli ultimi tempi, diversi ospiti già confermati e un pubblico che negli ultimi anni ha affollato il Cinema Astra con oltre 7000 presenze stagionali. L'inaugurazione è fissata per venerdì 18 novembre alle 20.00 con LO AND BEHOLD – INTERNET: IL FUTURO È OGGI di Werner Herzog (98’), presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2016, successivamente passato in Festival di tutto il mondo e approdato in Italia con un'anteprima all'ultima edizione del Biografilm Festival di Bologna. Partendo dall'origine di Internet nella stanza 3420 di un edificio della UCLA University di Los Angeles, Herzog comincia un viaggio nei diversi aspetti dell'era informatica che stiamo vivendo, ponendo a se stesso e allo spettatore tanti quesiti e una grande provocazione: “Leggete, spegnete Facebook, riprendetevi Hemingway, la Commissione Warren sull’assassinio di John F. Kennedy, i grandi poeti, l’odore delle pagine. Riaprite i libri.”

Attraverso le interviste a personaggi strani e affascinanti, vengono presentati i numerosi volti del Web, che è oggi una realtà ricca, onnipotente e onnipresente. L’entusiasmo per questa grande innovazione viene, però, stemperato dalle riflessioni sul cyber-bullismo e sulla dipendenza da Internet, temi affrontati con interesse filantropico e senza moralismi. L’intento del regista è quello di gettare le basi per una più amplia riflessione sul mondo connesso alla rete. Qual'è il futuro della rete? Quali sono i rischi di una società sempre più connessa e web-dipendente? Cosa succederebbe se Internet improvvisamente smettesse di funzionare? È immaginabile un modo senza internet? Werner Herzog ha una solida formazione documentaristica alle spalle, che gli ha permesso, nel corso della sua cinquantennale carriera, di dar vita ad un Cinema in grado mischiare con coraggio, sapienza ed originalità i livelli della realtà e della finzione, restituendoci alcuni memorabili frammenti di cinema del reale fin dai suoi esordi. Anche stavolta l'autore tedesco dimostra la sua grande capacità di esplorare la realtà e tutte le sue sfaccettature, con uno stile estremamente personale ed una presenza forte, a volte spiazzante, instaura con tutti i personaggi dialoghi serrati per mostrare allo spettatore, con obiettività, ogni aspetto, positivo o negativo, del mondo informatico e digitale.

Del suo film Herzog dice: “Tutti gli esseri umani ormai vivono in un mondo connesso, nessuno escluso, neppure le banche e la meteorologia. Lo abbiamo visto con l’Uragano Sandy, a New York. Quando non possiamo più fare affidamento su acqua ed elettricità, quando la telefonia muore proprio sotto i nostri occhi, quello è l’attimo in cui realizziamo quanto dipendenti da Internet siamo in realtà. Ho trovato parecchio materiale su Sandy in cui centinaia di persone nel panico fissavano il loro cellulare a vuoto e tentavano di rianimarlo o di far scorrere le pagine con un touch sullo schermo. Mi ricordavano degli zombie. La nostra esistenza è permeata da app e funzioni che ci distolgono dalla vita analogica. Internet è un bene, non fraintendetemi. Però va usato con cautela. Leggete, spegnete Facebook, riprendetevi Hemingway, la Commissione Warren sull’assassinio di John F. Kennedy, i grandi poeti, l’odore delle pagine. Riaprite i libri.”

La rassegna si svolgerà tutti i venerdì fino a maggio, alle ore 20.00. Il prezzo d’ingresso è di 3.00 euro per ogni proiezione, 2.50 euro per i soci Arci.

IL PROGRAMMA 2016-2017

Nel programma in via di definizione tanti film internazionali e varie anteprime, sempre con un occhio di riguardo riservato a quanto emerge dal territorio napoletano.

Primo evento con ospite Venerdì 25 novembre con LIBERAMI (89') di Federica Di Giacomo, il film che ha trionfato nell'importante sezione “Orizzonti” alla 73° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e che racconta la storia di Padre Cataldo, un esorcista siciliano che instancabilmente prova tutti i giorni a soddisfare le richieste e i bisogni di un numero enorme di persone. Federica Di Giacomo interverrà alla proiezione per incontrare il pubblico. 

Si prosegue poi Venerdì 2 dicembre con l’anteprima nazionale di un lavoro ideato e realizzato a Napoli , SE UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE I BOTTOM BROTHERS (84') di Adriano Foraggio e Linda Dalisi. La proiezione sarà presentata dalla giornalista e scrittrice Ilaria Urbani, Adriano Foraggio e Linda Dalisi saranno presenti in sala insieme a tutto l'eterogeneo gruppo teatrale (composto da persone provenienti da diversi paesi del mondo e da ragazze italiane) protagonista del laboratorio, tenuto a Napoli lo scorso anno sul quale è incentrato il documentario.

Il quarto appuntamento, venerdì 9 dicembre porterà all'Astra la musica e la vita del grande Nick Cave, protagonista di ONE MORE TIME WITH FEELING (112') di Andrew Dominik, uno dei documentari più emozionanti dell'ultima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Col film, che segue la realizzazione dell'ultimo doloroso disco dell'artista australiano, si entra in profondità nella sua vita, segnata dalla recente e tragica scomparsa del figlio.

Il 16 dicembre si prosegue con una serata realizzata con il Consolato Generale degli Stati Uniti a Napoli, all'interno ed in collaborazione col Festival Omovies curato dall'associazione I Ken Onlus. In programma il film KIKI (94') di Sara Jordenö, presentato al Sundance Film Festival 2016, e premiato come miglior documentario ai Teddy Awards della Berlinale. Una storia di adolescenza, trasformazione e cambiamento che esplora la quotidianità di un gruppo di giovani omosessuali newyorkesi protagonisti del Voguing, forma di danza lanciata da Madonna negli anni Novanta.

Ultimo appuntamento prima della pausa natalizia, sarà mercoledì 21 dicembre con LORO DI NAPOLI (75') di Pierfrancesco Li Donni - premio “Cinemaitaliano” come Miglior Documentario all'ultimo Festival dei Popoli - sulla squadra AfroNapoli United, nata nel 2009 a due passi da piazza Garibaldi, e composta da migranti partenopei provenienti dall'Africa e dal Sud America, italiani di seconda generazione e napoletani. 

Dopo le festività AstraDoc riprenderà con tanti altri appuntamenti e ospiti per proseguire fino a maggio 2017. In programma:

Il 13 gennaio, come primo film della rassegna nazionale “L'Italia che non si vede” a cura di UCCA, il vincitore del David di Donatello S IS FOR STANLEY (78') di Alex Infascelli, su Emilio D'Alessandro, storico autista di Stanley Kubrick, solo pochi giorni fa inserito tra i sei documentari candidati all'EFA, gli Oscar del Cinema Europeo; il 3 febbraio con una serata speciale dedicata allo Schermo Napoli del Napoli Film Festival e all'Ischia Film Festival con i film MIRABILES – I CUSTODI DEL MITO (30') di Alessandro Chetta e Marco Perillo, e DERT di Mario e Stefano Martone (62'), con ospiti i registi e Giuseppe Colella per Schermo Napoli e il Direttore Artistico dell'Ischia Film Festival Michelangelo Messina. Il 17 febbraio con l'anteprima napoletana del cortometraggio di animazione INFELIX di Maria Di Razza (8') su un distopico futuro in Campania e con il film LA LUNGA STRADA GIALLA (79') di Christian Carmosino premiato al Festival Cinemambiente di Torino, sul viaggio di due giovani palermitani, in sella ai loro muli, da Portella della Ginestra fino al Quirinale ,per portare il loro messaggio di ecologia e giustizia sociale; il 24 febbraio scopriremo insieme l'ultimo viaggio spirituale, tra arte e vita, della grande Marina Abramovic con THE SPACE IN BETWEEN: MARINA ABRAMOVIC AND BRAZIL di Marco Del Fiol e Gustavo Almeida(97'); il 3 marzo sarà ancora la volta di una serata con due appuntamenti in anteprima cittadina, il film MY NATURE (75') di Gianluca Loffredo sulla storia di Simone che, nato donna a Caserta,  ha deciso di cambiare sesso e diventare uomo, e MOJ BRATE – MIO FRATELLO di Nazareno Manuel Nicoletti (78'), un viaggio tra Italia, Bosnia-Erzegovina e Canada, sulle tracce dell'attore e artista Alberto Musacchio morto suicida. Il 10 marzo poi l'ultima stupenda opera dell'acclamato Patricio Guzmán LA MEMORIA DELL'ACQUA (82'), vincitrice dell'Orso d'Argento alla Berlinale 2015 e che rievoca la storia tragica di tanti desaparecidos cileni partendo da un bottone di madreperla incrostato sul fondo dell'oceano.

Tra gli altri ospiti confermati che si vedranno ad AstraDoc 2017 abbiamo poi Paola Piacenza con il suo film OMBRE DAL FONDO (71') sul reporter italiano Domenico Quirico, e Gianfranco Pannone con il suo film LASCIA STARE I SANTI (75') presentato all'ultima Festa del Cinema di Roma. Ci saranno poi diversi titoli della rassegna de “L'Italia che non si vede” tra cui l'ultimo lavoro di Silvio Soldini IL FIUME HA SEMPRE RAGIONE (72'), PORNO E LIBERTÀ (77') di Carmine Amoroso, DUSTUR (74') di Marco Santarelli ed altri ancora.

INFO: FB: astradoc , www.arcimovie.it, info@arcimovie.it, 081.5967493

L'Autore
Alessandra del Giudice
Author: Alessandra del Giudice
Giornalista, fotografa, sociologa, attrice, cuoca, artigiana. Fa parte della redazione di Napoli Città Solidale e collabora con il Corriere del Mezzogiorno. Ama le storie e le inchieste: proverbiali i suoi scritti XL. L'eclettica Alessandra talvolta dimentica in quale iperspazio ha lasciato la testa, incorrendo in tragicomiche gaffe. Alice, per gli amici, appena può parte per qualche paese lontano, ma torna sempre nella sua città preferita: Napoli.

Articoli correlati

Tete a tete con l'architet(to)

La rubrica è dedicata a chi è in cerca di consigli e suggerimenti su come arredare casa, ristrutturarla, ma anche a coloro che hanno bisogno di indicazioni su come risolvere piccoli grandi problemi domestici, come la manutenzione degli impianti, le autorizzazioni da chiedere, i tecnici specializzati a cui rivolgersi, i negozi e i mercati dove trovare prodotti unici.
fa3 2015 banner
output 9SRciO
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
lo faccio io
il poggio

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
family hotel la grottaIn viaggio con gli occhi dei bimbi 3°Dopo in viaggio con gli occhi dei bimbi 1° e in viaggio...
polePiovono polpette (e anche hamburger)!Polpette, panini con l’hamburger e chi ne ha più ne...
canoIl caldo e le bufale della nonnaIl bagno tre ore dopo i pasti, no ai capelli asciugati...
mereNapoli a tutta birra!Con la vittoria maturata contro l’Espanyol per 2-0, il...
maurizio-de-giovanni-2I romanzi di de Giovanni al cinema e...Lo scrittore napoletano anticipa: “I Bastardi di...
skin careBotulino? No grazie. Arriva Sublime SkinNon è solo per donne e non ha controindicazioni, tranne...
ex-asilo-filangieri-estEx Asilo Filangieri: Libertà e...Si chiamano “abitanti” e da marzo 2012 stanno...
crociera-con-delitto“La nostra missione è raccontare storie”Partito con i gialli e le cene con delitto, il teatro Il...
amicar 500
mamacoca