Martedì, 23 Aprile 2024

Gruppi genitori: al via gli incontri negli asili nido di Napoli

Riparte il Gruppo genitori negli asili nido di Napoli: un ciclo di incontri finalizzati a supportare la genitorialità attraverso strategie centrate sul benessere e sulla riduzione di fattori familiari ed ambientali sfavorevoli, passando per l’attivazione e lo sviluppo delle risorse dei bambini.

Gli incontri da marzo a maggio

È infatti importante, per garantire uno sviluppo armonico dei bambini, sostenere i genitori affinché sviluppino capacità di ascolto ed attenzione, siano in grado di dare senso alle decisioni assunte, siano capaci di essere coerenti ed abili nel gestire il tempo e di mediare tra la cura delle relazioni interne ed esterne alla famiglia, inserita in un sistema sociale formale e informale.

Le strutture del Comune di Napoli in cui è in partenza l’intervento pedagogico sono: “Il Cucciolo” (gestito nella V Municipalità dalla cooperativa Accaparlante) “De Curtis” (gestito nella V Municipalità dal gruppo Gesco) “Agazzi” (gestito nella I Municipalità dalla cooperativa Il Giglio).

Il Gruppo genitori degli asili nido, la cui supervisione è affidata a Sergio Vasquez, verrà condotto da Maria Rosaria Ciotola, sociologa, mediatore familiare, counselor sistemico relazionale professionista.

Nel dettaglio è previsto un incontro al mese in ogni asilo da marzo a maggio. Molte le adesioni ricevute ed i nuclei familiari che saranno coinvolti negli interventi previsti.

L’asilo come spazio educativo

L’asilo è il primo spazio educativo e relazionale in un ambiente extra-familiare, pur non può prescindendo totalmente da esso, nell’ottica di quella continuità educativa che risulta essere uno degli obiettivi principali delle esperienze formative dei bambini.

Alla realizzazione di tale progetto partecipano attivamente dunque anche i genitori e gli educatori, chiamati a sostenere direttamente e indirettamente il bambino nella costruzione della propria identità, attraverso un’azione che solleciti, stimoli, crei occasioni di apprendimento e di crescita, attraverso attività più o meno strutturate e un costante monitoraggio dei bambini stessi, sia sul versante individuale che collettivo.

La scelta metodologica

Diversi i punti salienti che caratterizzano tale scelta metodologica.

La centralità del bambino, quindi, la necessità di porre attenzione alla sua collocazione familiare e sociale, di sottolineare la propria dignità educativa; la formazione del bambino, considerato come soggetto culturale, ossia destinatario, portatore e produttore di cultura; l’ambiente, inteso come strumento educativo in quanto concepito come realtà modificabile, gestibile, progettabile per aiutare ogni bambino a essere ciò che ha diritto di essere; la relazione, nella sua accezione più ampia di reciprocità, scambio affettivo, base per uno sviluppo emotivo/espressivo che resta uno degli obiettivi pedagogici principali; l’autonomia, ossia la maturazione del bambino nella conoscenza e nella conquista di una propria identità personale; la socializzazione che consente l’interiorizzazione di norme e regole condivise, indispensabili alla convivenza e all’apertura alla dimensione della collettività.

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER