Mercoledì, 24 Luglio 2024

Campania Legge Contest, giornata finale del progetto al Teatro Sannazaro

Per i giovani sarà una festa della lettura. Per gli enti pubblici che l’hanno concepita un modo per monitorare la salute del libro come strumento di formazione personale e crescita culturale. Venerdì 31 maggio, alle 10 al teatro Sannazaro, è in programma la giornata finale del progetto “Campania legge contest”, ideato dalla Fondazione Premio Napoli con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania. Presenta l’attrice Greta Esposito, giovane stella dello spettacolo, vista in tv in “Mare fuori” e al cinema in “Qui rido io” e “Mixed by Erry”, suona Gabriele Esposito, talento emergente della scena canora con i suoi successi “L'unica” e “Aret ‘a ‘nu penziero”.

Un’iniziativa fortemente voluta dal presidente di Campania legge – Fondazione Premio Napoli Maurizio de Giovanni – presente durante la giornata con il direttore dell’Ufficio Scolastico Ettore Acerra - perché connota il nuovo corso che lo scrittore sta dando alle attività del premio: promuovere la lettura tra i ragazzi e nelle zone più lontane dai centri maggiori. La scuola è un naturale tramite di questo impegno: così l’anno scorso Campania legge ha varato con l’USR un protocollo di intesa per costituire il progetto che prevede la lettura, da parte di classi o gruppi di alunni, di alcuni romanzi; gli studenti avrebbero poi trasformato le storie in prodotti culturali e artistici di diversa natura, dagli spettacoli teatrali alle graphic novel, dai cortometraggi alle canzoni, dai dipinti ai lavori digitali e i podcast. Le opere, frutto dell’incontro tra studenti e i libri, verranno presentate durante l’evento finale.

Potevano partecipare i primi 20 istituti che si fossero iscritti all’iniziativa e sono arrivate presto molte adesioni da tutta la regione, con il “quorum” rapidamente raggiunto. A questa prima edizione prendono parte, così, IIS “Domenico Rea” di Nocera Inferiore (SA), IIS Polispecialistico “San Paolo” di Sorrento (NA), liceo scientifico “Nino Cortese” di Maddaloni (CE), liceo classico “Giosuè Carducci” di Nola (NA), IIS “Don Lorenzo Milani” di Gragnano (NA), IIS “Leonardo Da Vinci” di Napoli, IIS “A. M. de’ Liguori” di Sant’Agata de’ Goti (BN), liceo scientifico “Giordano Bruno” di Arzano (NA), IIS “Francesco Saverio Nitti” di Portici (NA), liceo scientifico “Galileo Galilei” di Napoli,  ITS “Luigi Galvani” di Giugliano (NA) IS “F. Galiani” di Napoli, ISIS “Rosario Livatino” di Napoli, ISIS “Archimede” di Napoli, ITE “A. Gallo” di Aversa (CE), liceo artistico, coreutico e musicale “F. Palizzi” di Napoli, IIS “Antonio Pacinotti” di Scafati (Sa), IIS “A. Lombardi” di Airola (BN), liceo statale “E. Pascal” di Pompei (NA), liceo classico “Armando Diaz” di Ottaviano (NA).

I testi scelti per il progetto sono: Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon (Einaudi), Niente di vero di Veronica Raimo (Einaudi), La bambina della luna di Mehrnousch Zaeri-Esfahani (Rizzoli), Solo la pioggia di Andrej Longo (Sellerio), Un’ultima stagione da esordienti di Cristiano Cavina (Marcos y Marcos), Le Creature di Massimiliano Virgilio (Rizzoli). Ogni scuola poteva scegliere uno o più testi da trasformare in opere nuove, e in questa operazione gli istituti si sono avvalsi del contributo di alcuni addetti ai lavori come Marco Venditti per la sceneggiatura, Alino per il fumetto, Raffaele Ceriello per i lavori video e i corti, Emanuele Bosso per i prodotti digitali e i podcast, Greta Esposito e Maria Sole Di Majo per gli spettacoli teatrali. Dopo aver accompagnato e guidato i ragazzi nella realizzazione dei prodotti, alla giornata finale del progetto i tutor introdurranno i lavori e racconteranno l’esperienza condivisa con i giovani lettori.

“I ragazzi sono i primi alleati nella battaglia che Campania legge sta conducendo, quella contro una grave emergenza culturale: tanti, troppi i giovani che riempiono le pagine di cronaca perché protagonisti di episodi incresciosi; tanti, ancora, i giovani destinati ad essere segnalati perché a rischio abbandono scolastico. A ciò si aggiunga che la regione conta il minor numero di lettori al di sotto dei 30 anni, ovvero i ragazzi che aprono più di un libro all’anno” dice de Giovanni. “L’idea di una lettura creativa nelle scuole è stata tra le prime attività che si è pensato di lanciare. Crediamo che la lettura, al di là di ogni retorica, possa aiutare alla didattica e all’avviamento professionale; oltre che favorire lo sviluppo dell’immaginazione, delle capacità critiche e di un pensiero libero e creativo, in un’ottica più ampia di contrasto alla povertà educativa. Non vedo l’ora di incontrare questi ragazzi”.

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER