Mercoledì, 21 Febbraio 2024

Salveremo il mondo prima dell’alba, o forse no...

In scena al teatro Bellini fino a domenica18 febbraio, Carrozzeria Orfeo con Salveremo il mondo prima dell’alba torna a puntare il dito sulle miserie umane con una prosa politicamente scorretta e un linguaggio schietto, che mescolando l’alto e il basso, la filosofia e lo sberleffo, dipinge il quadro grottesco e cinico di un mondo che si avvia verso l’autodistruzione.

Al centro della scena, non gli ultimi, ma i rappresentanti di quel 3% della popolazione mondiale che detiene il 90% della ricchezza eppure non è felice, perché schiavo del successo, drogato dal lavoro e dall’accumulazione del capitale, dipendente dal sesso e dalle nevrosi di una vita che ha smarrito il gusto della semplicità. Sullo sfondo, una clinica di riabilitazione di lusso su un satellite in orbita nello spazio, ben disegnata da Lucio Diana, che cura anche le luci.

Uno spettacolo corale, che conferma le straordinarie dote attoriali della compagnia modenese, e che mantiene una forte coesione interna, pur nella densità dei temi – talvolta troppo fugacemente – evocati: dall’intelligenza artificiale al clima, dalla guerra alla violenza, dagli haters all’analfabetismo affettivo, solo per citarne alcuni. D’altronde, come scrive Gabriele Di Luca, che firma drammaturgia e regia (con Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi): “Non siamo in grado di riconoscere le cose importanti, siamo troppo stanchi ed esausti dal resto. Vediamo la vita solo sfiorando la catastrofe.”

Eppure, nonostante tutto, si intravedono semi di speranza – o meglio germogli di bonsai - in una distopica arca di Noé nello spazio.

 

Rosaria Lumino 

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER