Sabato, 13 Luglio 2024

Festa a Vico, tra sentimento e scoperta del patrimonio enogastronomico

“Festa a Vico” è un invito a vivere pienamente, a condividere emozioni, a lasciarsi rapire dalla bellezza autentica di questa terra e dal suo straordinario patrimonio culinario. Piatti firmati da grandi chef italiani e internazionali, panorami mozzafiato, balli, degustazioni e riflessioni saranno gli ingredienti di questa 12esima edizione, in programma dal 10 al 12 giugno 2024 per le strade, i palazzi e il lungomare di Vico Equense e di Seiano.

Tre giorni, più di 50.000 presenze previste, oltre 300 chef italiani ed esteri e 100 eccellenze enogastronomiche del nostro paese, più di 100.000 prelibatezze enogastronomiche nazionali da degustare. Anche quest’anno a caratterizzare l’evento sarà un mix di esclusività e slancio popolare, cene di gala, after party e la grande festa di paese a Marina di Seiano tra le strade, le botteghe, i negozi per coinvolgere tutti, addetti ai lavori e abitanti della cittadina campana in questo grande evento.

Il tema di quest'anno sarà “c'è sentimento” e prende ispirazione dalle parole di una canzone del grande artista Pino Daniele “dove tutto ha senso, c’è sentimento” proprio perché è questo il fil rouge che unisce tutti i protagonisti e partecipanti alla manifestazione, un sentimento di amore e curiosità verso la nostra terra ricca di eccellenze. 

Come sempre, l’intero incasso della manifestazione andrà a favore dei progetti solidali.

“Festa a Vico: è nata durante una tavolata tra amici che ogni anno tornano a Vico Equense per vivere un'esperienza che unisce sempre di più”, racconta l’ideatore della kermesse, lo chef Gennaro Esposito. “Ormai è diventata una celebrazione della grande cucina italiana: di anno in anno ne ha raccontato l'evoluzione con chef e grandi artigiani del cibo”.

L’edizione 2024 di Festa a Vico arricchisce i propri contenuti attraverso la partnership con Be.Come e il suo wine club fondato da Gabriele Gorelli MW e Alessandra Montana, CEO di Allumeuse. Un movimento più che un evento, che celebra la cultura del vino con una narrazione coinvolgente, promuovendo il dialogo tra i produttori italiani e la community internazionale del design, della ristorazione e dell’ospitalità di alta gamma.  

DSC 8683

Il programma (ancora in definizione)

Lunedì 10 giugno

La mattinata, dopo il benvenuto di Gennaro Esposito, sarà dedicata a vari talk dedicati al mondo dell’enogastronomia come volano del lifestyle, a partecipare numerosi Maitre, Sommelier, F&B Manager e importanti personalità del mondo vino. Nel pomeriggio sarà il turno di “Quel Vino a Vico” una serie di degustazioni e masterclass guidate dai tre Master of Wine italiani, Gabriele Gorelli, Andrea Lonardi e Pietro Russo.

La giornata si concluderà con la tradizionale “Cena delle Stelle” la cena di gala benefica di Festa a Vico, con un format inedito nato in collaborazione con La Cucina Italiana, la più antica rivista di cucina in edicola.

Una cena dal titolo “Bites of Italy, la celebrazione della cucina italiana” per sostenere la candidatura della “cucina italiana tra sostenibilità e diversità bioculturale” a patrimonio immateriale dell'Unesco, promossa dal magazine. Sarà una serata con un parterre di chef internazionali che interverranno misurandosi con ingredienti italiani per proporre piatti mai proposti prima.

Tra gli stranieri, ad esempio, Narda Lepes, miglior chef donna dell’America Latina nel 2020 secondo la classifica internazionale 50 Best Restaurants, Christophe Pelé, chef executive Le Clarence Parigi (due Stelle Michelin), Antonio Iacoviello, Head Chef di Gucci Osteria a Tokyo (una stella Michelin), Katsu Nakaji, maestro del sushi, titolare del ristorante Hatsune Sushi di Tokyo, due Stelle Michelin. Tra i tanti italiani, Pino Cuttaia, due stelle Michelin a La Madia (Licata) e i fratelli Chicco e Bobo Cerea, tre stelle Michelin con Da Vittorio a Brusaporto (Bergamo) e sette complessivamente nei loro ristoranti nel mondo.

Martedì 11 giugno

Oltre ai numerosi talk e le degustazioni, la giornata sarà dedicata a “La Repubblica del Cibo”, che trasformerà il centro di Vico Equense in un ristorante a cielo aperto con chef di tutta Italia che realizzeranno i loro piatti tra strade, giardini, palazzi e botteghe. Serviranno - come sempre durante Festa a Vico - a raccogliere fondi da destinare alle onlus del posto e non solo.

Nel mentre la sera presso il Ristorante Torre del Saracino dello Chef Gennaro Esposito si svolgerà l’evento di degustazione riservato alla stampa, dal titolo "Una Promessa è una Promessa" in cui Giovani Chef italiani particolarmente promettenti presenteranno i loro piatti in abbinamento ai vini di aziende vinicole selezionate.

Mercoledì 12 giugno

L’ultimo giorno della kermesse sarà dedicato all’ormai leggendario “Cammino di Seiano” che avrà luogo presso l’incantevole Marina di Seiano, antico e affascinante borgo di pescatori, dove si trova anche il Ristorante Torre del Saracino all'interno del quale, durante il pranzo sarà organizzato l’evento dedicato ai Sommelier dal titolo "Quell'abbinamento a Vico" in cui alcuni tra i più importanti Sommelier del panorama Nazionale, racconteranno il loro abbinamento del cuore.

Naturalmente a fine di ogni giornata torneranno gli immancabili “after party”, momenti di “fusione e confusione” di tutte le anime della Festa.

Maggiori informazioni: https://www.festavico.com/

Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista professionista, è specializzata nel giornalismo sociale. Ha collaborato con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca. Collabora con la rivista Comunicare Il Sociale.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER