Sabato, 15 Giugno 2024

Scrittori per la Costituzione, gli incontri di Campania legge – Fondazione Premio Napoli

Quattro incontri per quattro articoli costituzionali. Con scrittori, artisti, intellettuali e soprattutto i giovani delle scuole della Campania. È iniziato venerdì 15 marzo il ciclo “Scrittori per la Costituzione”, ideato da Campania Legge – Fondazione Premio Napoli e l’Ufficio Scolastico regionale per la Campania in partenariato con il Centro di produzione Rai di Napoli, in occasione dei 75 anni dalla nascita della carta costituzionale.

Lavoro, ambiente, uguaglianza, ripudio della guerra. Sono i temi che verranno trattati nel ciclo, partendo dal compleanno della Costituzione, un’occasione per richiamare le generazioni di oggi a quel dettato, rilanciandone spirito e contenuti nell’attualità; la lettura critica e approfondita di una selezione dei primi articoli si trasforma in spunto di riflessione e tesoro per la società di adesso.

Così Campania legge – Fondazione Premio Napoli, impegnata nella diffusione della cultura tra le nuove generazioni tramite la lettura, ha stipulato un accordo con l’Ufficio scolastico regionale per la Campania volto allo studio della carta costituzionale attraverso libri – romanzi e saggi – che trattano alcuni punti stabiliti nei primi articoli, invitando alcuni autori a parlarne davanti ai giovani in compagnia di altre figure del mondo della cultura e del diritto. Il progetto è stato poi adottato dal Centro di produzione Rai di Napoli che ne sostiene la fase finale; gli incontri si tengono nell’auditorium del centro, tutti a partire dalle 10.

Dopo il debutto del 15 marzo, in cui si è parlato di lavoro, venerdì 22 marzo al centro delle riflessioni c’è l’ambiente.

Dopo i saluti di Antonio Parlati, direttore del Centro di produzioni Rai di Napoli, di Loredana Cimmino, docente referente dell’Ufficio scolastico regionale per la Campania, e di Alfredo Contieri per il Premio Napoli, intervengono lo scrittore Paolo Di Paolo, autore di Romanzo senza umani (Feltrinelli), Annalisa Corrado, responsabile del progetto “Green Heroes” da cui è nato il volume omonimo scritto con Alessandro Gassmann, e l’artista Gina Amarante; coordina la giornalista Valentina Bonavolontà.

L’uguaglianza è l’argomento del 12 aprile. Dopo i saluti di Parlati, di Benigno Casale, docente referente dell’Ufficio scolastico, e del magistrato Alfredo Guardiano, coordinatore della giuria del Premio Napoli, intervengono la scrittrice Sabrina Efionayi, autrice di Addio a domani (Einaudi), e il regista, attore e scrittore Gianfranco Gallo; coordina il giornalista Giovanni Chianelli.

Si chiude il 19 aprile con il ripudio della guerra. Dopo i saluti di Parlati e di Annamaria Fierro, dirigente scolastico e dirigente dell’Ufficio scolastico, c’è il videomessaggio dello scrittore Colum MCcAnn, autore di Apeirogon (Feltrinelli); intervengono Pasquale De Sena, presidente della Società italiana di diritto internazionale e dell’Unione europea, il teologo e scrittore don Gennaro Matino, il giornalista Marc Innaro e l’attore Patrizio Rispo; coordina Guardiano.

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER