Mercoledì, 19 Giugno 2024

Officine San Carlo, a Vigliena il polo creativo del Massimo Napoletano

Laboratori artistici, opere e installazioni nella zona industriale di Napoli Est. Nascono le Officine San Carlo, il polo formativo e produttivo del Massimo Napoletano che si affaccia sul mare del Porto industriale di Vigliena.

Partita dalla riconversione degli stabilimenti ex Cirio di Vigliena a San Giovanni a Teduccio, la nuova sperimentazione del Teatro di San Carlo è resa possibile grazie al progetto “La fabbrica urbana della creatività: il San Carlo a Vigliena” che  si è aggiudicato l’avviso pubblico “Creative Living Lab– 3 edizione-Costruire spazi di prossimità”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.

Il progetto di riconversione è frutto dell'accordo del 2007 tra Autorità Portuale, Demanio, Comune di Napoli e Regione Campania che ha affidato la gestione dell'opificio al Teatro di San Carlo, così da creare un luogo per accogliere i laboratori di scenografia e falegnameria.

Obiettivo del teatro è promuovere la realizzazione di un polo della creatività, che sia formativo e produttivo, per inserire questa nuova fabbrica urbana creativa all’interno di un tessuto connettivo che vede coinvolte varie entità della zona. La struttura si presenta come un osservatorio sulla realtà territoriale per creare nuove opportunità per il cittadino, nuove occasioni d'incontro e confronto.

Inclusione sociale e sviluppo culturale

Con questo progetto, il San Carlo intende incentivare tutti quei meccanismi d'inclusione sociale e sviluppo culturale che il territorio è capace di offrire, coltivando il talento di giovani creativi e capaci, spesso costretti al silenzio dalla mancanza di effettive opportunità.

Un luogo rigenerato, riqualificato per creare una nuova fabbrica metropolitana del talento e della creatività che possa rigenerare il territorio, la comunità locale, la cittadinanza in maniera attiva e reattiva, coltivando appunto i sogni di tutti quei giovani che non avrebbero altre opportunità di crescita e di occupazione.

I laboratori artistici di Vigliena hanno la  vocazione di spazio aperto alla città e al quartiere: un luogo vivo, aperto alle associazioni di musica e di teatro e del terzo settore in generale.

 

Dalla scrittura creativa alla canzone classica napoletana: le Officine San Carlo

Le Officine San Carlo si articoleranno in vari laboratori, in programma dal giovedì al sabato dalle 14:30 alle 18.30)

  • Officina di scrittura creativa, diretta da Giovanni Chianelli, giornalista del Mattino, scrittore e autore. Attraverso la sua esperienza trasversale, Chianelli istruirà i corsisti alla storia e all’applicazione della scrittura creativa.
  • Officina di musica e spettacolo con Carlo Morelli, direttore del coro giovanile del San Carlo di Napoli. Il maestro Morelli metterà a disposizione dei suoi allievi la decennale esperienza artistica, coniugata alla spiccata sensibilità che lo ha già reso noto per riqualificazioni di spazi urbani, attraverso laboratori e spettacoli musicali. La formazione nell’ambito di questa officina è finalizzata alla messa in scena di uno spettacolo costruito su alcuni estratti dell’opera “Cavalleria Rusticana”.
  • Officina di fotografia con il fotografo Luciano Romano, docente esperto di fotografia. Il maestro Romano condurrà gli allievi in un percorso dell’immagine, composto dallo studio di luci e colori, e coadiuvato da prove sul campo, ispirate dal suggestivo spazio urbano di Vigliena.
  • Officina di produzione audiovisiva finalizzata alla realizzazione di un documentario sul progetto di rigenerazione urbana a Vigliena. Mario Pistolese s’incaricherà, contemporaneamente, d’istruire i corsisti sulla produzione e la regia di contenuti audiovisivi e di realizzare, coinvolgendo gli stessi partecipanti, il documentario ufficiale del San Carlo sul progetto di Vigliena.
  • Officina di Teatro in collaborazione con il Teatro NEST di San Giovanni a Teduccio, sarà attivato un corso teatrale per i giovani del quartiere, e non solo, che vorranno mettersi alla prova su un palco per creare così una connessione speciale con le proprie inclinazioni artistiche e per creare un senso di comunità che travalichi il senso comune odierno di personalismo.
  • Officina di Content Creator, diretto dal famoso creatore di contenuti digitali Giuseppe Casciano in arte Ceppeland. La mission sarà quella di instradare verso un percorso definito e incanalare nel versante giusto una passione amatoriale che possono avere i giovani d’oggi. Il tutto tramite l’obiettivo di creare una possibile chiave lavorativa del mezzo social.

A questi laboratori, già attivati a febbraio, si aggiungeranno le Officine di residenza a partire da aprile:

  • Officina di Scenografia: un percorso di formazione e produzione artistica a cura dei Laboratori di Scenografia della Fondazione Teatro di San Carlo a Vigliena. Il corso diretto da Anna Nasone fornisce i rudimenti fondamentali della prassi esecutiva pittorica nell’ambito della produzione scenografica teatrale e in particolare la Residenza artistica curata dai Maestri scenografi del Teatro di San Carlo metterà in atto un progetto di produzione artistica finalizzato alla realizzazione di materiali di scena per gli spettacoli di Teatro e di Musica programmati nell’ambito delle Officine relative (quella di Teatro diretta dal NEST e quella di Musica e Spettacolo diretta da Carlo Morelli).
  • Officina di interpretazione musicale orchestrale con Gennaro Cappabianca, violinista presso il Teatro di San Carlo di Napoli. Il maestro Cappabianca darà vita ad una formazione orchestrale di giovani musicisti del territorio con un progetto dal titolo “Allegretto Grazioso” valorizzandola nel suo aspetto sociale e musicale attraverso la promozione e la divulgazione del patrimonio musicale con particolare attenzione al ‘700 napoletano. Direttore Artistico dell’Associazione Collegium Philarmonicum ha dedicato la sua consolidata esperienza ventennale alla formazione di orchestre di giovani, giovanissimi e bambini. Nel presente progetto la presenza dell’orchestra contribuirà alla riqualificazione degli spazi urbani limitrofi ai luoghi di svolgimento dell’attività formativa-performativa. Finalità di questo percorso di studio sarà la realizzazione di un evento nel periodo della Festa della Musica.
  • Officina della canzone classica napoletana: Il laboratorio “La bottega della canzone classica napoletana tra memoria e innovazione” è coordinato da Angelo Iollo, violinista presso il Teatro di San Carlo di Napoli; egli ha svolto, altresì, una intensa attività di ricerca rivolgendo la sua attenzione alla musica del settecento napoletano e alla canzone classica napoletana. Il corso si terrà con il Mezzosoprano Patrizia Porzio.

Il laboratorio della cultura e della canzone classica napoletana darà vita ad una formazione vocale che attraversa lo studio dei brani della tradizione partenopea del XVIII e XIX secolo. Il corso comprende: Studio e preparazione di canzoni napoletane attraverso lezioni di tecnica ed interpretazione; Dizione e Analisi dei testi; Storia e origini della canzone napoletana; Incontri con personaggi della cultura partenopea. 

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER