Giovedì, 18 Aprile 2024

Eleonora Danco apre Teatrasti e Cineanti in Sala Assoli

Sala Assoli propone incontri e proiezioni, a cura di Angelo Curti, dal titolo evocativo Altre Visioni - Teatrasti e Cineanti, un percorso che si muove sul confine fra discipline e linguaggi della scena e dello schermo.

Il teatro dove furono girati Teatro di guerra di Mario Martone e L’amore non ha confini di Paolo Sorrentino, in un momento storico in cui si assiste alla chiusura delle sale cinematografiche, apre un importante spazio dedicato alle proiezioni filmiche. Si parte il 20 novembre alle 20.30 con l’esordio cinematografico di Eleonora Danco, N-CAPACE. La regista e interprete del film incontrerà il pubblico insieme ad Antonella Di Nocera e Angelo Curti. Costo del biglietto: 5 euro; 3 euro per i possessori del biglietto degli spettacoli La Luna e A Number, in scena a Sala Assoli, e per chi ha già acquistato il biglietto di Benvenute stelle, in scena al Ridotto del Mercadante dal 21 al 26 novembre. Info e prenotazioni: 345 467 9142 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

N-CAPACE, folgorante esordio della regista, drammaturga e performer Eleonora Danco – premiato con due menzioni speciali al 32° Torino Film Festival, designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici SNCCI, nominato al David di Donatello e ai Nastri d'Argento – è un gioiello cinematografico. Tra interviste, performance e atmosfere post-surrealiste, il film rivela il talento visionario dell’autrice. Tutto nasce dal non voler soffrire per la morte della madre: la protagonista, Anima in pena, ha un conflitto con l’anziano padre e i luoghi della sua infanzia. In viaggio tra Terracina e Roma, si ferma a parlare con anziani e adolescenti. È attratta dalle loro facce, dalle voci, e li interroga.

Prodotto da Angelo Barbagallo con RaiCinema, N-CAPACE si avvale della preziosa fotografia di Daria D’Antonio, occhio costante dei più recenti film di Paolo Sorrentino, premiata con il David di Donatello per È stata la mano di Dio.


Eleonora Danco, artista totale assai apprezzata da Mario Martone e Nanni Moretti, dichiara fra le fonti d’spirazione del film: «La metafisica di De Chirico, il surrealismo di Buñuel. C'è un po' di questo in me che col piccone in mano vorrei distruggere luoghi dissacranti come il muro dell'Ara Pacis, il nuovo mercato chiuso del Testaccio o altro. Il film è uno struggimento con la vita».

L’artista sta lavorando al secondo film dal titolo provvisorio Disco Inferno, che lei stessa definisce: «una storia senza trama, generata dalle condizioni più intime della vita, dalle cose che non riusciamo a dire fino in fondo. Starò al centro di una decina di personaggi corali, della strada, tutti coinvolti con un linguaggio interiore, viscerale, fatto di stati d’animo».

Teatrasti e cineanti proseguirà, nel corso della stagione di Sala Assoli, proponendo visioni con protagonisti della scena e dello schermo, tra i quali sono previsti Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, Lino Musella, Saverio La Ruina, Vincenzo Pirrotta, Luigi Lo Cascio.

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER