Mercoledì, 24 Luglio 2024

L’arte di Rosaria Matarese per il Premio Lamberti 2022

Tra gli artisti che hanno donato la loro opera alla IX edizione del Premio “Amato Lamberti” (in programma il prossimo 10 settembre dalle 19 negli spazi all’aperto del Centro Europeo di Studi di Nisida), c’è anche la napoletana Rosaria Matarese.

Artista poliedrica, una lunga carriera alle spalle ma tanti progetti ancora da realizzare, la Matarese ci parla della nota caratteristica ovvero il fil rouge della sua produzione: “Quello che cerco di fare sempre, attraverso le mie opere, è invitare le persone ad entrare nella mia arte come si fa in una casa, nella mia casa, quindi dentro di me”.

La Matarese ci racconta, dalla sua coloratissima casa-laboratorio impreziosita di opere d’arte e oggetti particolari, di Attestato di Sberleffo, il quadro destinato all’edizione 2022 del Premio organizzato dall’associazione Jonathan e dal gruppo di imprese sociali Gesco con il coordinamento tecnico di Exit Communication per premiare personalità che si sono particolarmente distinte in fatto di responsabilità sociale.

Guarda l’intervista a Rosaria Matarese 

Rosaria Matarese nasce a Napoli il 26 febbraio 1941. Volontariamente e con entusiasmo, sceglie di frequentare il liceo artistico: conseguentemente e con lo stesso entusiasmo, decide di frequentare il corso di Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Da quando, negli anni ’60 fa parte, giovanissima, del gruppo Linea Sud, la ricerca di Rosaria Matarese si sviluppa su un arco di grande ampiezza linguistica, in cui futurismo e dadaismo hanno un rilievo centrale.

Ha insegnato negli Istituti d’Arte (Avellino, Torre del Greco e Napoli) e tutt’ora insegna nel liceo artistico Suor Orsola Benincasa come docente di Tecniche Artistiche, discipline plastiche e pittoriche. Fa parte dal 2005 del Collegio Patafisico Partenopeo retto da Mario Persico.

Le sue opere sono in molte collezioni private e pubbliche tra cui: MAGI - Museo del ‘900 a Pieve di Cento (Bologna), CAM Museo d’Arte Contemporanea di Casoria (Napoli), Museo del ‘900 - Castel Sant’Elmo (Napoli), Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori (Milano).

Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista professionista, è specializzata nel giornalismo sociale. Ha collaborato con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca. Collabora con la rivista Comunicare Il Sociale.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER