Martedì, 23 Aprile 2024

Entanglement, a Napoli parte il cineforum di Erbacce

Cinque proiezioni al cineclub Teatro Materdei di Napoli dal 28 febbraio al 29 maggio 2024 alle 21.

Sono i film indipendenti scelti per il cineforum di Erbacce, tenuti insieme da un groviglio di fili. Le loro tematiche interconnesse non sono messe in discussione ordinariamente e come per le erbacce è necessaria una maschera di contrasto, che metta in luce l’inguardato, per scoprirne il potenziale e il sistema di relazioni che lo tiene insieme al tutto.
Oggi per definirci ci muoviamo in una cultura fortemente antropocentrica, per cui è sempre l’umano che si rapporta alle altre categorie, con il pregiudizio di esserne separato.

I film scelti provano a mettere in discussione questa linea di separazione, parlare di co-esistenza non come punto di arrivo ma come concetto su cui interrogarsi, sollevare ulteriori e inaspettate domande. Pertanto oltre alla proiezione del singolo film, la volontà è di ampliare lo spazio del discorso, mettere insieme voci diverse, creare possibili relazioni.
Con i registi e le registe, il pubblico presente in sala, proveremo a dialogare con sguardi co-relazionati per intento e spirito alla tematiche innescate.

Il programma

Mercoledì 28 febbraio 2024
La Villa
di Claudia Brignone
2019, Italia, 61 minuti.

Scampia, Napoli. Nel cuore del quartiere, tra alti palazzoni e distese di cemento, c’è un grande parco pubblico: “La Villa Comunale”, un’oasi naturale, in cui le persone si incontrano alla ricerca di uno spazio di libertà. Il rombo degli elicotteri e le sirene della polizia risuonano tra le voci degli abitanti del quartiere, che qui, grazie a un filtro di natura e bellezza, si rivelano.

Mercoledì 13 marzo 2024
Rinascere nella terra
di Raúl Álvarez
2012, Canada, 89 minuti, Inglese, Spagnolo, Francese, Italiano (con sottotitoli in italiano).

Durante le sue esperienze come volontario in fattorie biologiche nel Mediterraneo, il regista messicano-canadese Raúl Álvarez si imbarca in un viaggio filmico alla scoperta dell’agricoltura biologica e delle tecniche alternative di coltivazione e raccolta sostenibile del cibo, creando un film che ci parla della generosità della Terra, ma anche di una personale trasformazione di vita. Il regista interroga e si interroga su temi come “agricoltura”, “lavorazione della terra”, ed anche sul termine “erbacce”. Un’avventura intrigante ed affascinante che rivela approcci alternativi alla produzione del cibo. Con la meravigliosa cornice dei colori del Mediterraneo, questa esperienza diviene una riflessione spirituale sul nostro profondo e sacro rapporto con la Terra.

Mercoledì 3 aprile 2024
Man kind man
di Iacopo Patierno
2021, Italia, 80 minuti.

Man Kind Man è la testimonianza di chi lotta contro un fluire degli eventi che sembra inarrestabile. Due tartarughe marine Caretta caretta, dopo essere state ritrovate spiaggiate nel litorale laziale, sono trasportate d’urgenza nell’ospedale delle tartarughe marine Anton Dohrn di Portici. Mentre le due tartarughe vengono curate, con la speranza di essere liberate in primavera, nel golfo di Napoli Luca raccoglie della sabbia e cerca di pulirla dalla terra lasciata da una gara di motocross; è la materia con cui realizza i suoi quadri. Una pagaia entra nelle acque cristalline del fiume Sarno. È Aniello che spinge il suo kayak verso i primi scarichi abusivi; Franco contempla il mare e raccoglie due petali di plastica trovati in spiaggia. È tutto vero o sono le due tartarughe che sognano?

Mercoledì 8 maggio 2024
Senza tempo
di Giuseppe Valentino
2020, Italia, 63 minuti.

Italia del sud. Felice e Massimo, rispettivamente padre e figlio si prendono cura della propria mandria di vacche. Gli animali vivono allo stato brado per tutti i giorni dell’anno, senza una stalla. I due transumano la mandria due volte l’anno. Si spostano in Puglia per l’inverno per poi tornare a casa a giugno. La loro vita segue i cicli legati al pascolo di questi animali con cui vivono in una spettacolare simbiosi. La loro è una delle ultime famiglie ad avere così tanti animali e a praticare un allevamento allo stato brado dalle caratteristiche preindustriali.
Ma Felice è disilluso dalla sua vocazione, la sua vita lavorativa fra le montagne dell’Irpinia e le pianure del nord della Puglia è giunta al termine ed ha molta paura per il futuro di suo figlio Massimo.
L’agricoltura intensiva, la mancanza di spazi liberi dalle coltivazioni sono l’aspetto che ricorda ai due la loro lenta scomparsa. Massimo ha tantissima passione, il suo posto nel mondo è fra i suoi animali, liberi, negli spazi aperti. Eppure, la possibilità dell’allevamento al chiuso, i facili guadagni sono a portata di mano. Cosa fare? Massimo a sua volta ha un figlio di sette anni che ha la stessa passione del padre ma cosa ne sarà del suo futuro?

Mercoledì 29 maggio 2024
Container 158
di Stefano Liberti ed Enrico Parenti
2013, Italia, 62 minuti.

Giuseppe si alza ogni mattina e va in giro col furgone a cercare il ferro. Remi è un meccanico senza officina: aspetta che qualcuno gli porti una macchina da aggiustare. Miriana aspetta invece che nascano le sue due gemelle. Brenda vorrebbe un lavoro ma è senza documenti: è nata in Italia, ma non ha la nazionalità né ha quella del suo paese di origine, il Montenegro, che l’ha “scancellata”, come dice lei. Sasha, Diego, Marta, Cruis vanno a scuola ogni mattina ma non arrivano mai in tempo: il campo dove vivono è a chilometri di distanza, il pulmino fa ritardo e rimane spesso imbottigliato nel traffico. Attraverso le loro storie, “Container 158” racconta la vita quotidiana al “villaggio attrezzato” di via di Salone, un campo in cui l’amministrazione di Roma ha raggruppato più di 1000 cittadini di etnia rom, fuori dal raccordo anulare, lontano da tutto e da tutti. 

Quando dal 28 febbraio al 29 maggio 2024
Inizio proiezioni ore 21

Dove  Cineclub Teatro Materdei - Calata Fontanelle 3, Napoli

Info Entanglement, film per intrecciare i fili  

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER