Giovedì, 18 Aprile 2024

Agrumi in festa: al Giardino Torre del Real Bosco di Capodimonte laboratori e visite guidate

Una due giorni di incontri, laboratori, degustazioni e visite guidate alla scoperta dell’Agrumeto storico del Real Bosco di Capodimonte, che dal 2021 è nell’elenco degli Alberi Monumentali d’Italia.

È “Agrumi in festa”, l’iniziativa organizzata nel Giardino Torre, gestito da Delizie Reali, in occasione della Giornata Internazionale degli Agrumi che si celebra il 17 febbraio.

«Il giardino – spiega Nunzia Petrecca, amministratore di Delizie Reali – è un piccolo scrigno che, insieme ai mandarini secolari, custodisce oggi una collezione di oltre cinquanta specie di agrumi. E non tutti sanno che proprio in questo posto, nel lontano 1816, fu introdotto in via sperimentale il mandarino descritto dal direttore dell’Orto Botanico di Napoli con il nome di Citrus deliciosa, noto per le sue proprietà succulenti».

Non solo agrumi: nell’area verde è stato recuperato l’antico orto e sono stati realizzati  un bistrot e una pizzeria dove è possibile gustare i prodotti della terra.

«Dallo scorso autunno – continua Petrecca – gestiamo questo luogo con un unico obiettivo, quello di portare avanti un programma di valorizzazione, organizzando una serie di eventi,  in linea con tutto ciò che avviene all’interno del museo e sempre nell’ottica della sostenibilità. Diamo molto spazio ai più piccoli che vengono coinvolti nei nostri laboratori soprattutto per sensibilizzarli sull’importanza del rispetto della natura».  

Agrumi in festa: l’iniziativa

Si parte sabato 17 febbraio alle ore 10.30 con l’incontro “Gli Agrumi a Capodimonte: storia e valorizzazione” nella corte settecentesca del Casamento Torre, introdotto da Carmine Guarino, commissione Regionale Agrobiodoversità e moderato dalla giornalista Donatella Bernabò Silorata. Alla tavola rotonda parteciperanno Rosario Schicchi, direttore dell’Orto Botanico di Palermo; Paolo Caputo, direttore dell’Orto Botanico di Napoli; Vincenzo De Feo, commissione regionale Agrobiodiversità; Giovanni Serritelli, storico della gastronomia e presidente della condotta Slow Food Napoli; Domenico Ferrante, a ssociazione L’Orologio di Linneo.

Subito dopo passeggiata guidata nel Giardino e visita all’Agrumeto storico e alla nuova Collezione con l’esperto botanico Salvatore Terrano.

Sarà possibile acquistare i frutti del Giardino Torre, ma anche le conserve e le marmellate a marchio Delizie Reali nel mercato fresco degli agrumi che sarà allestito per l’occasione. Spazio anche ai più piccoli ai quali è dedicato il laboratorio didattico-ricreativo “Delle arance non buttiamo via niente”, a cura dell’Associazione Le Nuvole.

Domenica 18 febbraio alle 11, i bambini potranno partecipare a un laboratorio didattico-ricreativo in giardino a cura dell’Associazione Le Nuvole accoglierà. Alle 11.30 in programma visite guidate al Giardino. Nelle due giornate La Pizzeria del Casamento Torre proporrà una inedita “Pizza agli agrumi”, al Bistrot lo chef Giorgio Comitangelo preparerà un menu speciale al profumo di limone e lime.

La collezione di agrumi del Giardino Torre

Protagonisti di “Agrumi in Festa” sono i secolari alberi di Citrus che da oltre due secoli crescono nel giardino settecentesco di Capodimonte. Quello che un tempo era un vasto appezzamento agricolo dedicato alla produzione di frutta e ortaggi destinati alla mensa del Re, dopo un lungo lavoro di restauro architettonico e botanico portato avanti dalla società Delizie Reali, aggiudicataria nel 2018 del bando di valorizzazione del sito voluto dall’allora MIBACT, si presenta oggi nella sua originale funzione di impresa agricola e giardino produttivo dove è possibile riscoprire cultivar rare, mediterranee ed esotiche, profumi e sapori antichi. La collezione di agrumi si compone inoltre di un filare di mandarini e aranci, bordato da siepi di mirto e disposto lungo il perimetro delle aree a frutteto, e da un boschetto di mandarini e cultivar a spalliera di Sfusato Amalfitano e Limoni di Sorrento posti presso il muro di confine dei giardini segreti (Giardino dei Fiori e della Purpignera). Fanno parte della collezione anche altre specie in terra e in vaso tra cui il Chinotto, il Bergamotto, il Cedro Mano di Buddha e il Limone Caviale. La collezione è stata arricchita con  cultivar e curiosità botaniche come il lipo (ibrido tra il limone e il pompelmo), il limone rosso, il “desert lime” delle zone aride dell’Australia e ancora ibridi di kumquat (mandarino cinese), il rarissimo yuzu giapponese dalle caratteristiche proprietà organolettiche per un totale di circa 50 tra specie, cultivar e ibridi. Tale arricchimento oltre ad offrire la possibilità  di osservare da vicino la straordinaria varietà del mondo botanico recupera   sempre di più   il l’antica vocazione  del Giardino Torre come Giardino da Collezione.

Info

366 6296466 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Giardino Torre è nel Real Bosco di Capodimonte

Ingresso: dalla Porta di Miano (20 minuti a piedi); da Porta Grande e da Porta Piccola (35 minuti a piedi).

Laboratorio per i bambini su prenotazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 0812395653

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER