Sabato, 15 Giugno 2024

Tornano le Giornate europee del patrimonio: ecco le iniziative a Napoli

Due giorni di visite guidate e aperture straordinarie nei musei e nei luoghi della cultura italiani. Sabato 23 e domenica 24 settembre tornano le GEP – Giornate Europee del Patrimonio, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa. Tema di questa edizione 2023 è “Patrimonio InVita”.

Tante le iniziative organizzate anche a Napoli. Ecco una selezione a cura della redazione di Napoliclick.

Nel Guardaroba del Re

Museo San Domenico Maggiore

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il giorno 23 e 24 settembre sono previste visite guidate speciali che consentiranno al visitatore di godere della visione dell’imponente complesso domenicano in una suggestiva dimensione.

La visita guidata lo accompagnerà alla scoperta della preziosa collezione di abiti del XVI secolo allestita nella Sala del Tesoro; gli abiti, provenienti dalle tombe reali e nobiliari del casato d’Aragona allogati nell’annessa Sagrestia, sono stati oggetto di un recente restauro che ha consentito di gettare nuova luce sulle fogge d’alta sartoria dell’epoca. La visione diretta dei manufatti sarà arricchita dalla spiegazione orale a cura delle operatrici e da un momento laboratoriale per i più piccoli, accompagnando ogni tipologia di visitatore in questo viaggio nella moda napoletana del Cinquecento alla scoperta dell’importanza dell’abito come elemento rappresentativo da parte dei re d’Aragona e non solo: i damaschi sofisticati, i broccati, i velluti cesellati, le pregevoli coltri, saranno rivelatori del ruolo e del rango dei personaggi.

Orari delle visite: primo turno ore 11.00, secondo turno ore 16.00. È obbligatoria la prenotazione al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Info: clicca qui

Il terzo Fuoco

Palazzo Donn’Anna a Posillipo

L’evento è dedicato a Carlo Antonio Grue, assoluto protagonista della scena artistica internazionale, a 300 anni della scomparsa. Autore del finissimo vasellame istoriato destinato a Papa Clemente XI, le sue opere sono esposte nei principali musei europei ed americani. Anche i musei napoletani di San Martino, Capodimonte, Duca di Martina, Artistico Industriale, custodiscono notevoli testimonianze della prestigiosa attività del maestro, esponente di spicco di una dinastia di ceramisti attiva nel Settecento a Castelli.
In occasione dell’incontro saranno esposti al pubblico importanti documenti nonché un raffinato piattello istoriato recante le insegne araldiche di Papa Clemente XI.
L’evento si chiuderà con uno sguardo sull’artigianato artistico come strumento per il sociale, attraverso il racconto dell’esperienza del laboratorio di ceramica artistica che opera presso l’Istituto Penale per Minorenni di Nisida. Info: clicca qui

 

Apertura straordinaria della Mostra : “i d’Avalos. Nel segno del potere”

Palazzo Carafa

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Campania aderisce all’apertura straordinaria del 23 Settembre, dalle 09 alle 13, nel suggestivo Salone delle Feste di Palazzo Carafa in via San Biagio dei Librai 121.

La Mostra presenta una selezione di documenti (pergamene, lettere, mappe, cabrei acquerellati, rescritti) tratti dal fondo privato d'Avalos. Sarà inoltre proiettato durante la mattinata un Docufilm prodotto dalla Soprintendenza: "L'archivio ritrovato".

La famiglia d’Avalos ha prodotto e custodito per oltre cinque secoli un importante archivio, che è stato oggetto dalla fine del 2019 di una risolutiva azione di recupero promossa dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Campania con il supporto del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Napoli. Un patrimonio documentario unico che abbraccia cinquecento anni di storia e che comprende oltre mille pergamene, datate fra il 1257 e il 1883, e 120 metri lineari di documentazione. 

La Mostra documentaria, curata da Gabriele Capone e Paola Vona, è parte della Rassegna “Carte in Arte. Storie e vicende tratte dagli Archivi napoletani”, realizzata in collaborazione con la Regione Campania nell’ambito del “Piano strategico per la Cultura e i Beni Culturali 2022 – Sistema Mostre”.

Non occorre prenotare. Ingresso libero. Info: clicca qui

 

Il teatro dei tesori

Museo Minimo

La mostra fotografica presso lo spazio espositivo dell’Associazione Museo Minimo coglie i momenti di ricerca dell’artista Roberto Sanchez, dedicati al coinvolgimento di elementi del patrimonio artistico in un contesto tra il teatrale ed il metafisico.  Nel recente lavoro fotografico l'autore delega allo spettatore il compito di comporre gli elementi per giungere a una sintesi e individuare i possibili significati. Sanchez inserisce in una sorta di palcoscenico oggetti legati alla memoria storico-artistica insieme ad altri altrettanto simbolici ed evocativi. L’autore propone dei rebus a soluzione multipla o si presenta come il regista di un’opera incompiuta, alla quale ciascuno può dare la conclusione che ritiene opportuna.

Info: clicca qui

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER